Convegno “Tecnologie e ambienti di apprendimento: documentazione e prospettive”

“Tecnologie e ambienti di apprendimento: documentazione e prospettive”
Convegno 6 novembre 2015

convegnogenova@gmail.com

Esonero MIUR AOODGPER_0027140_22-07-2015

Linda Giannini e Carlo Nati
Redazione Web-X

51ma edizione del Festival Pontino: conferenza stampa

FONDAZIONE CAMPUS INTERNAZIONALE DI MUSICA

Via Varsavia, 31 – 04100 Latina; Tel. 0773/605551 – Fax 0773/628498

e-mail info@campusmusica.it; sito web www.campusmusica.it 

CONFERENZA STAMPA

Il presidente della Fondazione Campus Internazionale di Musica

Luigi Ferdinando Giannini

è lieto di invitare  la S.V. alla conferenza stampa di presentazione del

51° FESTIVAL PONTINO DI MUSICA

(Sermoneta, Fossanova, Fondi, Sabaudia, 30 giugno – 3 agosto 2015)

Mercoledì 24 giugno 2015 –  ore 11.45
presso
FELTRINELLI LIBRERIE
Via Armando Diaz – 04100 Latina

Hanno confermato la loro partecipazione 

PIER GIACOMO SOTTORIVA
presidente della Fondazione “Roffredo Caetani”
GABRIELE BONOMO
consulente artistico del Campus
PINA GIOVANNOLI
vicesindaco di Sermoneta
MARILENA GELARDI
Ass.re alla cultura del Comune di SAbaudia
PAOLO ROTILI
direttore Conservatorio di Latina
ENRICO BENAGLIA
artista e autore di “Armonia” immagine del 51° Festival Pontino di Musica
MASSIMO PASSAMONTI
presidente Confindustria sistema Gioco Italia
RENZO CALZATI
presidente Renault ICAR

Ufficio Stampa 51° Festival Pontino di Musica

Sara Ciccarelli, cell. 339 7097061, email sara.ciccarelli@fastwebnet.it
Luca Pellegrini, cell. 328 7368090, email luxpell@alice.it
email <stampa_festivalpontino@panservice.it>

Linda Giannini e Carlo Nati
Redazione Web-X

Bricks: Didattica Nuova: un cammino lungo un primo tratto di sperimentazione

Nel numero Flipped Classroom l’articolo “Didattica Nuova: un cammino lungo un primo tratto di sperimentazione” dell’ambasciatrice eTwinning e Samsung Educational Ambassador Linda Giannini, pubblicato il  21 giugno 2015 sulla rivista  Bricks

Altre pubblicazioni di Linda Giannini su Bricks

Linda Giannini e Carlo Nati
Redazione Web-X

Webinar realizzato nell’ambito del progetto “Formalmente, formare la mente liberamente

Webinar realizzato nell’ambito del progetto “Formalmente, formare la mente liberamente”
Il corpo medium di comunicazione e crescita – Linda Giannini (IC Don Milani Latina)
https://www.youtube.com/watch?v=oALJHLiWn3I

[la presentazione] – [audio Fabio] – [audio Paola]
[la video registrazione]
https://www.youtube.com/watch?v=oALJHLiWn3I

Linda Giannini e Carlo Nati
Redazione Web-X

ERASMUS+


FORMAZIONE REGIONALE ERASMUS PLUS
A.S.2015-16
Divulgazione Programma ERASMUS PLUS
con particolare attenzione ai compiti del personale amministrativo
nella presentazione delle domande e nell’espletamento delle pratiche

Istituto Comprensivo “don Milani”
Latina, 15 Aprile 2015
Aula Magna

PROGRAMMA 
14.30 – 14.45
Arrivo dei partecipanti e Snack di benvenuto e registrazione
14.45 – 15.00 Dirigente Scolastico Laura De Angelis: saluti di Benvenuto
15.00 – 15.45 Rappresentanti INDIRE-ISFOL e/o Docenti responsabili Lucrezio Caro: Esame delle Form KA1 e KA2
15.45 – 16.30 Maria Teresa Isola, Giuseppe Rossino Lucrezio Caro:
– Come si preparano e si compilano i formulari
– Come si interagisce nei contenuti
– Contabilita’ e rendicontazione
16.30 – 17.00 Pausa caffè
17.00 – 17.30
Ambasciatrici e-twinning
Linda Giannini – Noemi Lusi – Roberta Manfredi
Come si possono reperire i partner
17.30 – 18.00
Domande e Conclusioni

http://www.erasmusplus.it/

eTwinning compie 10 anni!


7 maggio 2015 data ufficiale
di celebrazione del compleanno di eTwinning

Blog: http://blogs.eun.org/etwinning10/
[segnalazione eventi google condiviso]

Per l’occasione potranno essere organizzate particolari attività con bambine/i ragazze/i che dovranno essere fotografate e documentate anche attraverso un video I materiali saranno poi raccolti nel blog e sui social ufficiali eTwinning.

  • Logo umano: creazione del logo eTwinning in modo creativo, attraverso l’utilizzo del corpo dei ragazzi.

 

  • Rilascio palloncini: si tratta di celebrare eTwinning attraverso una piccola cerimonia a scuola durante le quale verranno rilasciati dei palloncini in aria

 

Linda Giannini e Carlo Nati
Redazione Web-X

Interruzione di servizo

 

Gentili docenti,

in questi giorni il servizio blog web-x.it è stato preso di mira da un attacco, provenienti da un unico IP, che ha di fatto reso indisponibili perchè sature tutte le connessioni al server

E’ stata introdotta una regola che inibisca le connessioni http da parte dell’indirizzo incriminato, ma le correzioni adottate non tutelano il server da attacchi analoghi provenienti da IP diversi da quello individuato.

Purtroppo è il caso di dire che la madre degli imbecilli è sempre incinta e stavolta è stato preso di mira un servizio rivolte alle scuole.

Speriamo l’episodio non si ripeta nuovamente.

Marco Parodi

redazione web-x

Convegno Clownterapia [scuola in ospedale S.Carlo Milano]

E’ ormai consuetudine proporre agli Istituti superiori il Convegno sulla clown terapia. Quest’anno, viste le numerose richieste da parte delle scuole, ne organizzeremo tre. Il primo in calendario sara’ il 9 marzo 2015 presso l’Auditorium IIS”G.CARDANO” a Milano. Ecco la locandina e il programma. Organizzato dalla scuola in pediatria IC L.Manara dell’Ospedale San Carlo di Milano.

[la locandina]

Pediatria dell’ Ospedale San Carlo Borromeo
“CLOWNTERAPIA il sorriso come medicina”
Auditorium IIS”G.CARDANO”

9 marzo 2015 ore 10.00-13.00

Se si cura una patologia o si vince o si perde. Se si cura una persona vi garantisco che si vince, qualunque esito abbia la terapia (H. Patch Adams)

La psicologia del sorriso : “Ridere è contagioso ! Noi dobbiamo curare la persona, oltre che la malattia”. La terapia del sorriso conosciuta anche con il nome di clown therapy è una particolare terapia medico- pscicologica che si basa sugli effetti positivi psicologici e biologici del ridere per lo più all’interno degli ospedali, a fianco ai bambini malati si accostano medici, infermieri e volontari “clown” che si impegnano affinchè i giovani pazienti possano vivere l’esperienza della degenza ospedaliera, della malattia e delle cure con il buon umore. Questo tipo di cura nasce in America dove nel 1986 Michael Christensen (pagliaccio del circo di New York) e Paul Binder (medico) fondarono “ The Clown Care Unit”, l’unità di clown terapia e divennero i primi medici-clown. Il nuovo modo di intendere il processo di cura , che fa della risata una “medicina “ sbarcò nei primi anni novanta in Europa dove gli ospedale francesi e svizzeri furono i primi ad accoglierla ma il grande riconoscimento a livello internazionale arrivò nel 1998 con il regista Tom Shadyac che portò nelle sale cinematografiche la storia del Dr Patch Adams. Nel 1971 questo dottore alquanto particolare fondò l’istituto Gesundheit dove impiegò per primo la terapia del sorriso con i suoi giovani pazienti , portando risultati che denotano un incredibile incremento delle guarigioni. L’utilità del medico-volontario clown non è solo limitata al campo psicologico per aiutare il bambino ad essere inserito nell’ambiente ospedaliero con più serenità ma ha anche dei positivi riflessi sulle terapie.

Una giornata formativa per:
– Far capire ai giovani che dalla distruzione fisica e morale che può portare la malattia in giovane età possono crescere persone indipendenti capaci di raccogliere le forze e di dare senso alla propria vita
– Lanciare il messaggio che il concetto che fare volontariato vuol dire mettere in atto una azione dopo che si è espresso nella propria vita la volontà di dare una mano a persone che per qualche causa si trovano in difficoltà – Trovare giovani volontari che abbiano la voglia di avvicinarsi alla terapia del sorriso e la volontà di conoscere una realtà di sofferenza umana e di agire per un dono gratuito per queste persone
Docente:
Fondazione Aldo Garavaglia Dottor Sorriso onlus
Destinatari : Studenti
Metodologia : Tipo frontale e di stile partecipativo Proiezione video Ascolto musica inerente l’argomento trattato.
Obiettivo generale:
Portare i ragazzi a riflettere sul tema della solidarietà , per renderli “attenti” all’altro, ai suoi bisogni e ai suoi disagi e quindi a mettere in atto interventi relazionali che possano essere capaci di aiutare quella persona in quel momento e per quella particolare situazione. Quindi il ragazzo dovrebbe divenire un “ buon lettore” della persona per poter mettere in atto interventi che siano “ad personam” ma anche “ad situazionem”, per divenire con il tempo e la volontà un vero “esperto di umanità”.
Obiettivi specifici:
Si tratta di formare una sensibilizzazione che consenta di far emergere la sinonimia tra il dono gratuito nell’azione volontaria e il desiderio di riuscire a togliere alla persona in stato di disagio psicofisico alcune paure tra le quali quella di rimanere solo, di non essere più amato, di sentirsi diverso, di non riuscire a far più le cose che l’età ti potrebbe permettere di fare.
C’e’ un’ unica modalità per rispondere alle paure di chi soffre: essere presenti con la forza dell’amore.
Costruire un primo passaggio per sensibilizzare i ragazzi a donare un po’ del proprio tempo libero nei confronti della persona in stato di disagio.

Si tratta di sviluppare nei partecipanti una consapevolezza basata su due tipi di motivazioni:
motivazioni significative e motivazioni non significative
Motivazioni significative : sono le motivazioni che hanno a che fare con la persona in stato di bisogno o meglio “vado a fare volontariato perché ho capito che ho voglia di aiutare chi ne ha bisogno” – “Motivazione etero centrata” e quindi significativa
Motivazioni non significative : quelle motivazioni che non hanno solo a che fare con l’oggetto dell’intervento volontaristico ma che rientrano nella sfera personale : “sono in un momento della mia vita dove mi manca un significato esistenziale e quindi vado a fare volontariato” – “Motivazione ego centrata che rende precaria la mia volontà di fare bene volontariato”
Obiettivo a lungo termine :
– Trovare tra i partecipanti nuovi volontari – Creare negli Istituti di Scuola secondaria di primo e secondo grado i Presidi del volontariato

PROGRAMMA

10:00 – 11:00 Introduzione alla “comicoterapia” e presentazione del lavoro della Fondazione Aldo Garavaglia Dottor Sorriso ONLUS.

11:00 – 12:00 Workshop interattivo sul CLOWN.

12:00 – 12:15 Pausa.

12:15 – 13:00 Ripresa e conclusione del workshop e interventi liberi dei partecipanti.

 

Linda Giannini e Carlo Nati
Redazione Web-X

ERASMUS+


FORMAZIONE REGIONALE ERASMUS PLUS
A.S.2015-16
Divulgazione Programma ERASMUS PLUS
con particolare attenzione ai compiti del personale amministrativo
nella presentazione delle domande e nell’espletamento delle pratiche

Istituto Comprensivo “don Milani”
Latina, 15 Aprile 2015
Aula Magna

Linda Giannini e Carlo Nati
Redazione Web-X

Nuovi aggiornamenti 2015

Gentili docenti,

come sempre nelle vacanze natalizie provvediamo ad aggionare il blog, i temi e i plugin di sistema.

Troverete tra l’altro un nuovo editor di testo per i bostri post e le vostre pagine.

Nuovi temi e nuove funzionalità sono state aggiunte.

A tutti, buon 2015 !!!

 

La Redazione

Seminario “Erasmus +” (2014-2020)

Seminario “Erasmus +” (2014-2020)
Piano territoriale per il Lazio. Fase conclusiva

cui sono invitati i Dirigenti Scolastici della provincia di Latina,
insieme a un docente referente

[sito USR-Lazio] – [circolare]

12 Novembre              ROMA (LUCREZIO CARO)

Ambasciatrice e-twinning: Alessandra Cannelli
20 Novembre                       VITERBO
Ambasciatrici e-twinning: Roberta Delle Monache, Grazia Pietropaolo
2 dicembre                           RIETI
Rappresentante e-twinning: Raffaella D’Andrea
10 Dicembre                        LATINA
Ambasciatrice e-twinning: Linda Giannini,  Roberta Manfredi , Noemi Lusi
15 Dicembre                        CASSINO    
Ambasciatrice e-twinning: Anna Rita Recchia

I seminari prevedono il seguente programma:

14.30 – 14.45            Snack di benvenuto
14.45 – 15.00             Saluti del Dirigente Scolastico
15.00 – 16.00            Rappresentanti INDIRE-ISFOL:

Criteri di Selezione dei progetti KA1 KA2

16.00-16.15               Pausa caffé
16.15-17.45                Rappresentanti INDIRE-ISFOL e/o Docenti responsabili LucrezioCaro :
                                  Esame delle Form KA1 e KA2
Azioni da intraprendere per un progetto di successo
17.45-19.00               Ambasciatrici e-twinning: Reperimento partner

Si allegano le Schede di partecipazione ai seminari.

Linda Giannini e Carlo Nati
Redazione Web-X

USR Lazio – Piano regionale eTwinning per il Lazio 2014 Seminari on line

USR Lazio – Piano regionale eTwinning per il Lazio 2014
Seminari on line

[20141008_circolareETWINNING]
https://it.surveymonkey.com/s/webinarLazio2014

1) 16/10/2014 dalle 17.00 alle 20.00
2) 29/10/2014 dalle 17.00 alle 20.00
3) 10/11/2014 dalle 17.00 alle 20.00
4) 25/11/2014 dalle 17.00 alle 20.00

 

Documenti:

 

Linda Giannini e Carlo Nati
Redazione Web-X

La buona scuola

 

Settembre è arrivato! E con l’avvio dell’anno scolastico molte le novità per il mondo della Scuola. Sul portale del Governo “passo dopo passo” potete trovare le Linee guida per la riforma della Scuola

Noi vogliamo fare gli auguri di buon lavoro a tutti gli studenti, le famiglie e ai docenti.

Redazione Web-x

4 settembre 2014

News dalla redazione

Cari Docenti, Famiglie e Alunni,

anche questa estate abbiamo aggiornato il portale Web-x

E’ stato installato un nuovo Sistema Operativo e migrata la piattaforma su un sistema virtuale maggiormente performante.

Ora il portale risulta stabile e non dovrebbero più verificarsi le interruzioni di servizio dell’ultimo periodo. Abbiamo aspettato l’estate per creare il minor disagio possibile.

Siamo ora pronti per la ripresa dell’attività scolastica a Settembre! Come sempre i vostri suggerimenti saranno utili per il proseguo dell’attività. Inviate i vostri suggerimenti a: redazione@edidablog.it

Un ringraziamento particolare e sentito ai referenti ed allo staff Tecnico del CINECA il Consorzio Interuniversitario senza scopo di lucro formato da 69 università* italiane, 2 Enti Nazionali e il MIUR.

– Redazione Web-x

News dalla redazione

Ciao Utente,

ricevi questa comunicazione perche’ il tuo indirizzo e-mail è presente nel nostro database.

Abbiamo aggiornato il portale Web.x con un SO maggiormente performante e migrato tutto su un sistema virtuale.

Ora il portale risulta stabile e non dovrebbero più verificarsi le interruzioni di servizio dell’ultimo periodo. Abbiamo aspettato l’estate per creare il minor disagio possibile a studenti e famiglie.

Siamo pronti per la ripresa dell’attività scolastica a Settembre!

Se non desideri ricevere questa mail puoi cambiare la tua sottoscrizione in calce al messaggio oppure inviare una mail a: redazione@edidablog.it 

A tutti buon lavoro e buone ferie!!!

Marco Parodi – Redazione Web-x

Seminario di formazione “Erasmus +”

Seminario di formazione “Erasmus +”
cui sono invitati i Dirigenti Scolastici della provincia di Latina,
insieme a un docente referente

Istituto Comprensivo “Don Milani”,
Latina, 6 marzo 2014
Aula Magna

 nota piano territoriale n.4968 
seminari Erasmus+ Latina Viterbo Roma

 presentazione di Martina Blasi

presentazione Linda Giannini – Noemi Lusi – Roberta Manfredi

 info in cartellina

 programma del 06/03/2014 –  mod. scheda di adesione

PROGRAMMA h. 14,00 -14,30
Arrivo e registrazione dei partecipanti h. 14,30 – 14,45
Saluti di Benvenuto
D.S. prof.ssa Laura De Angelis
prof.ssa Barbara Gastaldello, USR Lazio, Referente Europa dell’Istruzione
D.S. prof.ssa Anna Rita Tamponi, Dirigente Scolastica Liceo “Lucrezio Caro”h. 14,45 -15,45
Presentazione “Erasmus +”delle Agenzie nazionali INDIRE e ISFOL
h. 14,45 -15,15 – dott.ssa Martina Blasi – INDIRE
h. 15,15 -15,45 – dott.ssa Anna Butteroni – ISFOL

h. 15,45 – 16.15
Dibattito e Question Time per la dott.ssa Martina Blasi

16.15-16.45 Pausa caffé

h 16,45- 17,45
Gemellaggi, partenariati europei ed Erasmus+
dott.ssa Linda Giannini, prof.ssa Noemi Lusi, prof.ssa Roberta Manfredi, Ambasciatrici eTwinning

h. 17, 45 – 18,15
Dibattito aperto e Question Time su quesiti specifici
da parte delle scuole o dei referenti

====================
Linda Giannini e Carlo Nati
Redazione Web-X

Buone feste da Web-x

Cari Docenti,

permettetemi di inviarvi i piu’sentiti auguri per le imminenti festivita’ Natalizie.

Il portale web-x intende continuare la sua azione al servizio della comunita’  scolastica. In questi ultimi mesi abbiamo aggiornato Plugin e Temi. In particolare vi segnalo i nuovi temi ‘terrifico’, ‘mesocolumn’, ‘zalive’.

Alcuni dei temi recentemente installati fanno uso dei Widget, vi consigliamo di scorrere l’elenco del blogs all’indirizzo  http://blog.edidablog.it/edidablog/blogs per visualizzare i diversi Temi applicati dai colleghi.

Resto a vostra disposizione per ogni cosa, a tutti un Felice 2014 !!!!

 

Un cordiale saluto,

Marco Parodi

Redazione Web-x

ReACT4JOBS a Roma – 4 novembre Teatro Argentina

Nel quadro della campagna di informazione del Parlamento europeo in vista delle elezioni europee di maggio 2014, Roma partecipa alla campagna ACT REACT IMPACT con un evento-dibattito dedicato a lavoro e occupazione.

Il 4 novembre, alle ore 20.00 al Teatro Argentina di Roma, vi aspettiamo a ReACT4JOBS – Lavoriamoci. Strade, percorsi, idee.

Tratteremo il tema del lavoro in Europa ospitando alcuni giovani che sono riusciti ad avere successo nei settori più diversi.

Gli attori della compagnia “Ratto d’Europa” (Emilia Romagna Teatro Fondazione e Teatro di Roma) ci aiuteranno, con la leggerezza che li contraddistingue, ad affrontare un argomento così delicato e centrale per la sua attualità.

Analizzeremo la difficile situazione del mondo del lavoro di oggi in Italia e in Europa, e capiremo quali sono i provvedimenti adottati dal Parlamento europeo per arginare (e magari risolvere) il problema. Ascolteremo idee e storie per sopravvivere alla crisi.

A chiudere l’incontro, uno scambio di vedute tra i giovani e i deputati europei.

Inoltre, la serata sarà un’opportunità per informarsi sulle possibilità di tirocinio, lavoro, fondi disponibili per PMI e start up, grazie alla collaborazione degli Europe Direct di Roma – FORMEZ e Sviluppo Lazio – e di EURES.

ReACT4JOBS
4 novembre 2013 ore 20.00 a Roma

Teatro Argentina, Largo di Torre Argentina n. 52

[il comunicato] – [la locandina] – [lettera di invito]

INGRESSO LIBERO SOLO SU PRENOTAZIONE
react4jobs@secrp.it
Martina Trecca – tel. 06 3222712
FINO AD ESAURIMENTO POSTI

http://www.europarl.it/it/succede_pe/calendario_eventi/reAct_jobs_041113.html

 

Amministrazione blog a cura dell’ambasciatrice Linda Giannini

Le scuole del territorio verso la collaborazione europea digitale e oltre

Comunicato stampa ­ 08/01/2013
Le scuole del  territorio verso la collaborazione europea digitale e oltre

eTwinning obiettivo Firenze, le scuole del territorio verso la collaborazione europea digitale e oltre.
Il 10 gennaio una giornata per i docenti degli istituti cittadini per conoscere i programmi europei del Lifelong Learning Programme. L’evento è organizzato in partnership con il Comune di Firenze, aspettando il Festival d’Europa.

L’azione europea eTwinning e il Programma LLP dedicano alle scuole fiorentine una giornata di informazione sulle opportunità di collaborazione e scambio offerte dall’Europa. L’evento, denominato “L’Europa a scuola. Le chiavi della città, le chiavi dell’Europa: scuola in movimento!”, è aperto a tutti i docenti degli istituti cittadini di ogni ordine e grado, e si terrà il prossimo giovedì 10 gennaio dalle 15 presso il Salone dei Dugento di Palazzo Vecchio (Firenze). I lavori saranno introdotti dell’Assessore all’Educazione Rosa Maria de Giorgi e dalla coordinatrice dell’Agenzia LLP Sara Pagliai.
 
L’evento rappresenterà una importante occasione di formazione per i docenti che volessero approfondire la loro esperienza con eTwinning e più in generale con gli altri programmi europei. eTwinning avrà un suo spazio dedicato insieme a quello relativo ai partenariati Comenius, con la presenza dello staff dell’Unità nazionale e di alcuni docenti esperti per diffondere informazioni utili ed esperienze pratiche sui gemellaggi elettronici.
 
L’incontro, organizzato dall’Agenzia LLP Italia (INDIRE) in partnership con il Comune di Firenze, rientra nel programma della seconda edizione del Festival d’Europa, iniziativa ideata e promossa dall’Istituto Universitario Europeo di Fiesole che si svolgerà dal 7 al 12 maggio 2013 con la collaborazione del Comune di Firenze, insieme a Regione Toscana, Provincia di Firenze per promuovere, partendo da Firenze, una riflessione sull’Europa e sull’essere cittadini europei che si concretizzerà nella Conferenza “State of the Union”, attraverso una riflessione ai massimi livelli accademici, politici sull’attuale situazione dell’Unione europea e sulle prospettive per il futuro.
 
Partecipazione – Gli interessati potranno confermare l’adesione inviando una mail all’indirizzo po.progettieducativi@comune.fi.it. Per maggiori informazioni è possibile contattare la responsabile dell’Ufficio Progetti Educativi della Direzione Istruzione del Comune di Firenze, Laura Giolli (tel.055/2625615 – email: laura.giolli@comune.fi.it) oppure Anna Brebbia (tel.                         055/2625691            ).

PROGRAMMA

 
Cos’è eTwinning
Azione nata nel 2005, eTwinning conta oggi oltre 190.000 insegnanti registrati, 100.000 scuole e circa 30.000 progetti di gemellaggio in tutta Europa (l’Italia è uno dei paesi più attivi con oltre 13.000 docenti iscritti, 7.000 istituti registrati e oltre 6000 progetti realizzati). eTwinning offre un servizio gratuito a tutti i docenti iscritti l’opportunità di lavorare insieme a progetti di gemellaggio elettronico che, grazie all’utilizzo delle nuove tecnologie e a partnership attivate a livello europeo, costituisce un’importante fonte di sperimentazione e innovazione delle pratiche di insegnamento tradizionali. Maggiori informazioni sul sito nazionale http://etwinning.indire.it o su quello europeowww.etwinning.net.

 
Unità Nazionale eTwinning Italia
Agenzia LLP – INDIRE
Via Magliabechi, 1
50122 Firenze Italia
Tel                         +39 055 2380561            
Fax +39 055 2380584
Mail: eTwinning@indire.it
Web: http://etwinning.indire.it/

Linda Giannini
Ambasciatrice eTwinning Lazio

Conferenza nazionale eTwinning a Roma

Carissime/i,
per chi e’ del Lazio ed e’ interessato ad avviare progetti eTwinning,
ecco l’invito alla Conferenza nazionale eTwinning che si terra’ a Roma nei giorni 10-11 dicembre 2012 presso l’Hotel Massimo D’Azeglio, via Cavour

Questo il link Survey Monkey per la richiesta di partecipazione, obbligatoria per qualsiasi docente/dirigente

https://www.research.net/s/GVNPRHB

La partecipazione sarà confermata via mail (quella inserita nel survey) dall’Unità nazionale ad alcuni giorni dall’evento, dopo una verifica della disponibilità dei posti nel giorno richiesto.

[cliccare qui per leggere l’articolo sul portale eTwinning]

[cliccare qui per leggere il comunicato stampa del 28/11/2012]

Qui il programma:

Lunedì 10 dicembre 2012
“La collaborazione in team per l’innovazione della scuola”

Premi nazionali eTwinning 2012

14:30 Caffè di benvenuto e registrazione dei partecipanti
15:30 Saluti istituzionali e presentazione della giornata

-Unità nazionale eTwinning Italia
-MIUR -Direzione generale per gli studi, la statistica e i sistemi informativi
-Agenzia Nazionale LLP Italia
-Istituzioni locali

16:00 Interventi sul tema “Classi2.0 e gli eTwinning Team”
16:45 keynote speaker “Dove va la scuola”
17:15 Cerimonia di premiazione – Premio nazionale eTwinning 2012
18.30 Aperitivo
20:30 Cena

Programma Martedì 11 dicembre 2012

“La classe virtuale: connessioni disciplinari e relazioni personali” Tavole rotonde tematiche
09.30 “Collaborazione interdisciplinare e competenze” – Tavola rotonda Intervengono alcuni docenti referenti dei progetti vincitori
11.00 Pausa caffè
11.30 “Il cambiamento nelle relazioni a scuola” – Tavola rotonda Intervengono alcuni docenti referenti dei progetti vincitori
13.00 Discussione finale e chiusura dei lavori
13.30 Pranzo
15.30 Sessione aperta di formazione/informazione su eTwinning

Unità Nazionale eTwinning Italia
Sede legale: Via Buonarroti, 10 -50122 Firenze

Buon pomeriggio, Linda
=======================
Linda Giannini
Ambasciatrice eTwinning Lazio
=======================

Il III convegno di Education 2.0

“Il III convegno di Education 2.0”

Il 26 ottobre 2012 torna a Firenze il convegno nazionale di Education 2.0 dedicato alle esperienze di innovazione della scuola italiana. Se vuoi partecipare con la tua scuola o con la tua classe, leggi il call e inviaci il tuo contributo entro il 31 luglio.

Education 2.0 organizza, per il terzo anno, un convegno nazionale a Firenze; l’obiettivo resta quello di dare alle scuole un luogo per discutere e riflettere su quello che stanno facendo, quello che scoprono nel lavoro quotidiano e sulle esperienze che ritengono utile mettere in comune.

Il principio organizzativo, ma soprattutto la nostra ispirazione, rimangono sempre gli stessi: dare voce alle scuole e agli insegnanti, alle loro idee e, soprattutto, alle loro esperienze per far emergere costantemente la progettualità e le pratiche innovative.

Se vuoi partecipare con la tua scuola o con la tua classe inviaci il tuo contributo attraverso il modulo che segue entro il 31 luglio.

Qui il modulo on line
https://docs.google.com/spreadsheet/viewform?formkey=dG5VNGNNQ2xWVGRFY0FWLUZPVlVWb1E6MQ

I TEMI

Le scuole sono libere di scegliere i temi e le esperienze che vogliono presentare. Il quadro di riferimento è quello delle grandi questioni che la scuola sta affrontando in questi anni:
• Le scelte dell’inclusione, dell’integrazione e dell’intercultura come risposta ai problemi posti da una società caratterizzata da differenze sociali e territoriali ancora molto ampie, dalla crescita dell’immigrazione, dalla dinamica delle culture e delle aspettative giovanili.
• L’orientamento come pratica continua e integrata nei curricoli, sia per la ricerca del massimo successo di ciascuno, sia per la preparazione al lavoro.
• Il confronto con le finalità culturali e professionali che vengono proposte alla scuola, a tutti i livelli, dalle recenti riforme e riordini. E, in questo quadro, il lavoro di ricerca sui saperi, gli assi culturali, la loro integrazione.
• Il tentativo di rispondere, con nuove soluzioni curricolari e metodologico-didattiche, alle finalità culturali e professionali, ma tenendo conto della complessità dei comportamenti e delle aspettative giovanili, che reclamano varietà di approccio, possibilità di scelta, impegno teorico e pratico.
• La voglia di dare una risposta forte a tutto quello che prospettano le tecnologie digitali, in termini di nuovi comportamenti degli studenti, nuovi saperi e nuovo modo di trattare i vecchi, opportunità per l’innovazione didattica.

Tutti i livelli scolastici sono coinvolti da tali questioni e tutti saranno presenti nel convegno.

I NUOVI CURRICOLI

Un’attenzione particolare l’avrà l’applicazione dei nuovi curricoli previsti dal riordino della secondaria superiore, dato che in questo anno scolastico si conclude il primo biennio della loro attuazione e già in questa fascia, che poi è la conclusione dei 10 anni di istruzione per tutti, le scuole si sono dovute confrontare con tutta una serie di problemi organizzativi, culturali curricolari e didattici. Fra questi due temi emergono, a nostro avviso:
• l’integrazione dei vari assi culturali e la sua realizzazione in un disegno di percorsi che attraversano varie discipline o almeno ne richiedono il coordinamento.
• La laboratorialità, come principio didattico permanente per tutte le discipline e in ogni ordine di scuole

Il fatto che questi due principi, il secondo in particolare, si dimostrino validi per tutti gli ordini di scuola (questa non è una affermazione di principio, ma è il risultato di quanto continuamente ritroviamo nei contributi offerti alla rivista) crea una utile contaminazione fra le loro culture.

I VOSTRI CONTRIBUTI

I contributi dovranno essere testi scritti secondo questo formato:
• titolo dell’articolo
• contributo inedito tra le 3000 e le 5000 battute (spazi inclusi)
• note biografiche dell’autore o degli autori (massimo 200 battute)
• abstract dell’articolo (massimo 300 battute in italiano e, se possibile, in inglese)

Il contributo si deve riferire a una esperienza scolastica già realizzata, che abbia possibilmente coinvolto gran parte della scuola. Ma desideriamo anche che l’esperienza sia inquadrata nelle questioni prima descritte o altre ancora, e che venga mostrato come essa sia significativa rispetto a una o più di esse. Per questo proponiamo che il contributo segua la seguente scaletta:

1) Il problema di partenza
In quale questione generale si inquadra l’esperienza e, soprattutto, da quale problema culturale/formativo o di contesto si è partiti.

2) L’esperienza
Perché l’esperienza è stata scelta come risposta al problema e come è stata condotta: programmazione, metodi, strumenti, documentazione, valutazione

3) Le riflessioni
Come si valuta l’esito dell’esperienza: efficacia rispetto al problema posto, limiti o insuccessi, prospettive di continuazione e modifiche, trasferibilità nella scuola o in altre scuole.

LE PAROLE CHIAVE

Per una maggiore comprensione del tema del contributo si richiede di indicare quali, fra le seguenti parole chiave (o altre che gli autori possono proporre), lo descrivono meglio:
• inclusione,
• integrazione,
• intercultura,
• curricolo verticale,
• trasversalità,
• interdisciplinarità,
• assi culturali,
• laboratorialità,
• tecnologie e didattica digitale,
• saperi teorici e competenze pratiche,
• organizzazione all’interno dell’autonomia,
• valutazione,
• lavoro (avviamento e orientamento),
• competenze,
• scienze e umanesimo,
• progettazione didattica,
• ricerca,
• motivazione di insegnanti e studenti

http://www.educationduepuntozero.it/racconti-ed-esperienze/iii-convegno-education-20-4041438707.shtml

====================
Linda Giannini e Carlo Nati
Redazione Web-X

CONVEGNO EUROPEO DI HOPE

“Hospital teaching in changing times”

Amsterdam, 8 – 13 Ottobre, 2012

L’ottavo convegno internazionale della Hospital Organisation of Pedagogues in Europe si terrà ad Amsterdam dall’8 al 13 Ottobre 2012. E’ stata prorogata in questi giorni la call for papers che prevede diverse tipologie di contributi (relazioni frontali, conduzione di Workshops, contributi poster). La scadenza per inviare proposte è il 30 Maggio 2012.

La Call for papers è scaricabile dal sito HOPE al seguente indirizzo:
http://www.hospitalteachers.eu/winfos/news/news.php

Tutte le informazioni sul convegno sono disponibili presso il sito web dell’evento:
http://www.hopeinholland.eu/

 

====================
Linda Giannini e Carlo Nati
Redazione Web-X

Forum P.A. Giornata dell’Innovazione Sociale Roma, 17 maggio 2012

Giornata dell’Innovazione Sociale
Roma, 17 maggio 2012
ore 10.00-13.00

http://iniziative.forumpa.it/expo12

il programma 

la scheda di presentazione di Pinocchio 2.0 

====================
Linda Giannini e Carlo Nati
Redazione Web-X

Your idea for science teaching! ­ Science on Stage festival

Wanted: Your idea for science teaching!
Science on Stage festival 2013 – application in 2012
For the European Science on Stage festival from 25-28 April 2013 we invite biology, chemistry, physics and mathematics secondary teachers as well as primary school teachers to present innovative teaching projects. Hand in your teaching idea, a workshop or a performance to the National Steering Committee in your country!
We offer: materials, concepts and exchange with European colleagues from 27 countries.
You will find information about the festival in the flyer attached and at http://www.science-on-stage.eu/?p=194.

Science on Stage Europe
Berlin 

====================
Linda Giannini e Carlo Nati
Redazione Web-X

Pinocchio 2.0 e… Raccontare i Robot 2012

Raccontare i robot 2012
marzo – luglio 2012
“I robot del mare””

Biblioteca Internazionale per I Ragazzi “E. De Amicis”
Genova, Porto Antico, Magazzini del Cotone

Dal 25 marzo all’1 aprile 2012
Mostra di manufatti ispirati ai robot
Il 29, 30 e 31 marzo 2012: Laboratori, conferenze, corsi,
robotica creativa, letture
Biblioteca Internazionale per i Ragazzi “E. De Amicis”
Genova, Porto Antico, Magazzini del Cotone

[PROGRAMMA] – [Articolo LaStampa.it]


COMUNE DI GENOVA – Area Sviluppo della Città e Cultura
Direzione Valorizzazione Istituzioni, Patrimonio Culturale,
Parchi e Ville, Rapporti Università , Ricerca – Settore Biblioteche
Biblioteca Internazionale per ragazzi “Edmondo De Amicis”,
Magazzini del Cotone – Genova

====================
Linda Giannini e Carlo Nati
Redazione Web-X

Sospensione servizio b2evolution e possibilita’ di accesso al nuovo ambiente Web-X

Cari docenti blogger,

dopo sette anni di utilizzo della piattaforma blog b2evolution si è ritenuto opportuno – per ragioni di sicurezza – implementare una nuova piattaforma maggiormente affidabile anche al fine di usufruire di nuove e migliori funzionalità.

Comunichiamo, quindi, che dal 01 Luglio 2012 potrete accedere ai vostri “vecchi” blog, in lettura, ma non piu’ in amministrazione.

Se vorrete richiedere l’apertura di Blog/Podcast nel nuovo ambiente Web-X potrete compilare l’apposito modulo che trovate qui:
http://www.edidablog.it/dati/apri.htm

Cordiali saluti.
La redazione Web-X

====================
Linda Giannini e Carlo Nati
Redazione Web-X

Italian Scratch Festival

L’associazione DSCHOLA propone la prima edizione del concorso a premi Italian Scratch Festival con l’intento di incentivare l’insegnamento e l’apprendimento della programmazione informatica in modo creativo nel biennio delle scuole secondarie superiori.

Dschola si fa promotore dell’utilizzo del linguaggio Scratch nei corsi di Informatica del biennio delle superiori in quanto lo ritiene uno strumento che riesce in modo semplice e divertente ad avvicinare lo studente ai concetti della programmazione informatica incentivandone la curiosità e la voglia di apprendere.

L’Italian Scratch Festival ha il patrocinio del Dipartimento di Informatica dell’Università di Torino.

Al concorso possono partecipare i progetti ludico-educativi sviluppati in Scratch dagli studenti del biennio delle superiori.

La partecipazione al concorso è gratuita.

Per iscriversi al concorso occorre leggere attentamente il regolamento e compilare il form on line su www.associazionedschola.it/isf indicando il docente referente di istituto che sarà poi contattato dal Comitato Organizzatore.

I progetti delle scuole partecipanti all’Italian Scratch Festival andranno pubblicati su un’apposita galleria predisposta sul sito scratch.mit.edu entro il 29 aprile 2012.

Una giuria di esperti sceglierà i 10 progetti in Scratch che parteciperanno alla finale del giorno 19 maggio 2012 di Torino in occasione dello “Scratch Day” dove verranno assegnati i premi ai primi 5 classificati.

www.associazionedschola.it/isf

====================
Linda Giannini e Carlo Nati
Redazione Web-X

E-skills Week 2012

Gentilissime, gentilissimi,

come forse ricordate, Scuola di Robotica è socio di ECWT (European Centre for Women and Technology), e del National Point of Contact_Italy, e come tale partecipa alle e-skills week

vedi
http://it.womenandtechnology.eu/digitalcity/projects/npoc/npoc_news.jsp?dom=BAAFKQOR&prt=BAAFJCDZ&firt=AAABNYLG&men=BAAFJCEC&typ=HIR%24_&fmn=BAAFJCEL

Tutte le attività che svolgerete in robotica educativa (e comunque in ICT) in febbraio, marzo e aprile 2012 potranno avere i loghi delle e-skills week e della Commissione Europea (ve li invieremo). Le attività in questione devono riguardare l’impiego del digitale (in robotica, questo va da sé 🙂 ed essere dedicate a studentesse/studenti dal 14 ai 19 anni. Inoltre, il 25 e 30 marzo 2012 si terrà a Milano la manifestazione nazionale Campus e-skills week dove avremo uno stand e saremo presenti come Scuola di Robotica (vi invieremo maggiori informazioni). Durante questa manifestazione, ci saranno momenti di Orientamento, dedicati ai ragazzi che vogliono e debbano scegliere la facoltà universitaria. Chi è interessato a e-skills week? (con eventi nei mesi di febbraio, marzo e aprile)? Se sì, ci inviare le informazioni sui vostri eventi? Li pubblicheremo sul sito di Scuola di Robotica.

Che cos’ la E-Skills Week 2012?

E’ una campagna di comunicazione – Europea, promossa dalla Commissione Europea, DG Enterprise and Industry, sull’importanza delle competenze digitali rivolta ai giovani tra i 14 e i 25 anni. Sono considerati Beneficiari della campagna anche insegnanti, formatori, orientatori e soggetti coinvolti nelle politiche di istruzione, formazione e lavoro, PMI e imprenditori”. Per cui, i beneficiari e partecipanti non sono solo studenti/esse 14-19, ma “anche insegnanti, formatori, orientatori e soggetti coinvolti nelle politiche di istruzione, formazione e lavoro, PMI e imprenditori”.

Inviate a operto@scuoladirobotica.it le vostre proposte entro gennaio 2012.

Grazie, un caro saluto. Fiorella

Scuola di Robotica

[ approfondimenti sul sito di scuola di robotica ]

[ azioni del programma ECWT ] [ presentazione generale ]

 

Pinocchio 2.0 e i grandi che inventano storie

Nell’ambito del progetto Pinocchio 2.0 è stato chiesto a mamme, papà, sorelle, fratelli, zie, zii, nonne e nonni di inventare brevi storie che poi vengono lette in classe dalle maestre e illustrate da bambine e bambini della scuola dell’infanzia di Latina e da quelli che fanno parte della rete di progetto.

Pinocchio 2.0 e i grandi che inventano storie: Trilly, Tippi e Pinocchio

01 La storia inventata da Veronica Sarappa, la mamma di Simone Fasolilli:
[ Trilly, Tippi e Pinocchio ]

02 La storia inventata da Caterina Poporogu, sorella di Jacopo:
[ Il pulcino PU-PU ]

03 La storia inventata da Tiziana Costa, madre di Emily Montagner:
[ La principessa delle fate ]

04 La storia inventata da Oumezzine Mnafek, madre di Noureddine Abichou:
[ Pinocchio nello spazio ]

05 La storia inventata da Tiziana Costa, madre di Emily Montagner:
[ L’incontentabile nanetta ]

06 La storia inventata da Bruno Vello, docente di scuola secondaria di secondo grado dell’IPSIA “Gaslini-Meucci” di Genova:
[ Il robottino canterino ]

07 La storia inventata da Andrea Lepori, padre di Ilaria e Valentina:
[ Dal latte ai colori ]

Pinocchio 2.0 e i grandi che inventano storie: Un sogno a colori
08 La storia inventata da Gioconda Bartolotta e Marco Mele, genitori di Emiliano:
[ Un sogno a colori ]

Pinocchio 2.0 e i grandi che inventano storie: Viaggio dei nonni su Marte!

09 La storia inventata da Alessia Fanelli, zia di Mattia Fabrizio Rosso:
[ Viaggio dei nonni su Marte! ]

Pinocchio 2.0 e i grandi che inventano storie: Billy, il pesciolino curiosone
10 La storia inventata da Tiziana Costa, mamma di madre di Emily Montagner:

[ Billy, il pesciolino curiosone ]

Pinocchio 2.0 e i grandi che inventano storie: La casa volante
11 La storia inventata da Luigi Dell’Aversana, classe 4B IC di Latina:

La casa volante ]

Pinocchio 2.0 e i grandi che inventano storie: Sciscì e Sciosciò
12 La storia inventata da Mimmo Martinucci, scrittore:

Sciscì e Sciosciò ]

Pinocchio 2.0 e i grandi che inventano storie: La scopa della befana

13 La storia inventata da Mimmo Martinucci, scrittore:
La scopa della befana ]

Pinocchio 2.0 e i grandi che inventano storie: Il vestito incantato

14 La storia inventata da Denise Citro, mamma di Luca e di Marco Missio:
Il vestito incantato ]

Pinocchio 2.0 e i grandi che inventano storie: Un furbacchione di ometto

15 La storia inventata da Lorenzo Solito e Arianna Torresin, genitori di Lorenzo:
Un furbacchione di ometto ]

16 La storia inventata da Giuseppe Fiori, narratore e saggista:
L’ombra di Grimm ]

17 La storia inventata da Gabriele Fasollini, e disegnata dal fratello Simone:
Scuitty il topo magico ]

 

18 La storia inventata da Stefano Spagnoli, classe IV B primaria:
La principessa Lady ] 


Pinocchio 2.0 ed il questionario: Indagine sugli usi professionali di Facebook

Cari amici di Pinocchio 2.0
http://www.facebook.com/groups/139204519436108/

alcuni colleghi di Unifi e dell’ITD/CNR stanno svolgendo uno studio sull’uso professionale dei Social Network, con particolare attenzione all’impiego di dispositivi mobili ed alle ricadute sulla vita reale. Per questo studio, avrebbero bisogno della nostra collaborazione. Chiederei quindi a tutti gli iscritti al gruppo di dedicare qualche minuto per rispondere entro il 15 gennaio al seguente questionario: http://goo.gl/eIvmc. Naturalmente, i risultati della ricerca verranno condivisi con il gruppo.

Un ringraziamento anticipato da parte mia e dei colleghi ricercatori a quanti vorranno partecipare

====================
Linda Giannini e Carlo Nati
Redazione Web-X

Seasons greetings – Buone feste e felice anno nuovo

Happiness, peace, love and health to you all
Felicita’, pace, amore e salute a voi tutti
http://www.descrittiva.it/calip/1112/buone_feste2011.htm 
Linda and Carlo
della redazione Web-X
 

Bambine/i del gruppo
Pinocchio 2.0Soave Kids ed Argillando
augurano a tutte/i buone feste e felice anno nuovo!! 

L’anno nuovo
di Gianni Rodari

Indovinami, indovino,
tu che leggi nel destino:
l’anno nuovo come sara’?
Bello, brutto o meta’ e meta’?
Trovo stampato nei miei libroni
che avra’ di certo quattro stagioni,
dodici mesi, ciascuno al suo posto,
un carnevale e un ferragosto,
e il giorno dopo il lunedi’
sara’ sempre un martedi’.
Di piu’ per ora scritto non trovo
nel destino dell”anno nuovo:
per il resto anche quest’anno
sara’ come gli uomini e le donne lo faranno.

 

 

http://www.facebook.com/groups/139204519436108/ 

GIORNATE DELLA FILOSOFIA – 16/17 novembre 2011

 Dipartimento di Filosofia

in collaborazione col CIRESS

 GIORNATE DELLA FILOSOFIA

16/17 novembre 2011

CAPPELLA FARNESE di PALAZZO D’ACCURSIO

Bologna

con l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica

col Patrocinio dell’UNESCO

col Patrocinio del Comune di Bologna

Il Dipartimento di Filosofia dell’Alma Mater Studiorum-Università di Bologna promuove, in collaborazione col CIRESS, la seconda edizione delle “Giornate della Filosofia”. L’iniziativa sarà programmata in concomitanza con la Giornata Mondiale della Filosofia, istituita dall’UNESCO come momento di promozione di un sapere teorico che sostenga valori morali e civili e si faccia carico di incrementare e diffondere la consapevolezza dell’importanza imprescindibile della conoscenza.

L’evento avrà luogo, come lo scorso anno, presso la Cappella Farnese di Palazzo d’Accursio, il 16 e il 17 novembre 2011.

Quest’anno, il tema delle giornate troverà spazio all’interno di una ampia cornice costituita dalla scelta dei libri e delle letture in grado di trasformare passioni filosofiche in modelli etici nonché di orientare scelte d’impegno civile e democratico. Il tema è in linea con il programma delle attività Unesco per l’anno in corso. Ma è stato scelto anche per creare un’atmosfera più empatica con il pubblico cittadino, in particolare quello delle scuole, attenuando il carattere magistrale della testimonianza senza peraltro intaccare il valore istituzionale e l’esempio della ricerca ma, anzi, trasmettendone anche la passione.

Gli argomenti delle relazioni saranno caratterizzati dalla varietà e pluralità dei temi a testimonianza della ricchezza delle ricerche e interessi filosofici del Dipartimento bolognese. Gli interventi saranno affiancati da una tavola rotonda nella quale ci si aprirà a un confronto interdisciplinare sui temi della comunicazione e sulle ragioni che orientano la selezione, la libera circolazione e la divulgazione del sapere. Infine, verrà messo a fuoco un argomento particolare da parte di uno o più protagonisti della cultura filosofica e scientifica italiana. 

[ il programma ]

====================
Linda Giannini e Carlo Nati
Redazione Web-X

L’ambiente compie 25 anni all’Isfol

L’ambiente  compie  25  anni  all’Isfol 

Per l’occasione si terrà a Roma (Corso d’Italia, 33) il 15 dicembre 2011 dalle 9.30 alle 14.00 un Convegno

 

Ripensare lo sviluppo 

Ambiente: innovazione, occupazione, partecipazione

 

nel quale verranno presentati i risultati di due recenti ricerche realizzate dall’Area Progetto Ambiente – Ifolamb:

  • “Energie rinnovabili, efficienza energetica: settori strategici per lo sviluppo sostenibile, implicazioni occupazionali e formative”. La ricerca recepisce l’impegno comunitario 20, 20, 20 al 2020 in termini di delineazione e analitica descrizione di figure professionali innovative in grado di dare attuazione agli orientamenti comunitari in merito a risparmio delle risorse e riduzione degli impatti energetici. La ricerca è focalizzata su tre ambiti: sistemi energetici sostenibili, efficienza energetica (riferita alla bioarchitettura e all’architettura a basso impatto ambientale), agro-alimentare di qualità a filiera corta.
  • “Lauree ambientali triennali: inserimento lavorativo e prosecuzione degli studi”. La ricerca analizza il processo di transizione dalla formazione al lavoro, rendendo disponibili dati e informazioni sull’iter formativo e lavorativo, sugli esiti occupazionali e su aspetti di tipo più soggettivo (valori, comportamenti, motivazioni alle scelte, etc.) di un campione di laureati ambientali triennali. Interessanti sono i dati occupazionali in base alla variabile di genere.

 

 

 

IN PROGRAMMA

 

Maria Teresa Palleschi e Rita Ammassari (Responsabili Area Progetto Ambiente – Ifolamb)

 

Emanuela Mencarelli (Ricercatrice Progetto Ambiente Isfol)

 

Aderisce all’iniziativa il gruppo di lavoro che ha collaborato alla realizzazione della ricerca su energie rinnovabili ed efficienza energetica:

–      Miranda Bassoli  (Esperta in sistemi professionali Ernst &Young)

–      Fabrizio Piva (Amministratore delegato CCPB srl)

–      Giulia Agrelli (Esperta in bioedilizia) 

–      Chiara Alati  (Esperta di recupero e riqualificazione energetico ambientale)

–      Paolo degli Espinosa (Responsabile tecnologie ed efficienza energetica degli edifici Susdef)

 

Tra i contributi previsti: Edo Ronchi (Presidente Fondazione Sviluppo Sostenibile), Vittorio Cogliati Dezza (Presidente Legambiente), Gaetano Fasano (Responsabile Dipartimento efficienza energetica ENEA), Claudio Cesaretti (Comitato scientifico Susdef), Tommaso Campanile (Responsabile Dipartimento Ambiente CNA), Claudio Falasca (Consigliere CNEL), Marco Corradi (Presidente ACER), Toni Federico (Presidente Comitato scientifico Susdef), Marco Gisotti (Direttore Modus Vivendi).

 

A breve verrà inviato il programma dettagliato dell’incontro.

Per la partecipazione sarà obbligatoria l’iscrizione. 

 

Progetto Ambiente-Ifolamb 

====================
Linda Giannini e Carlo Nati
Redazione Web-X

 

 

 

 

 

 

Una straordinaria Mostra a Torino — Karakuri: bambole meccaniche giapponesi e robot

Scuola di Robotica è co-patrocinatore di una bellissima Mostra dedicata ai Karakuri Ningyo, le famose bambole meccaniche giapponesi, che si aprirà il 5 novembre prossimo a Torino. Il mondo delle bambole giapponesi 5 novembre – 18 dicembre Palazzo Barolo e MAO, Museo d’Arte Orientale, Torino

Indirizzo:
Torino, Palazzo Barolo, Via Corte d’Appello 20 C

A cura di:
Yoshin Ryu – Scuola di Cultura e Discipline Orientali

Per la prima volta in Italia una ventina di bambole Karakuri saranno esposte a Torino a Palazzo Barolo, grazie all’Associazione Yoshin Ryu, alla collaborazione con Japan Foundation e con l’Artcraft Museum di Inuyama, nella Prefettura di Aichi-Nagoya. Presente per l’apertura il maestro Shobei Tamaya IX, ultimo erede di quest’arte

Sul sito: http://www.bambolegiappone.it/ troverete ogni informazione necessaria, molte fotografie e il Programma degli eventi.

Il 4 dicembre 2011, alle ore 17, si terrà una Conferenza dedicata ai robot contemporanei, cui parteciperà, tra gli altri Relatori, Fiorella Operto, Presidente di Scuola di Robotica. Poco note al pubblico occidentale le Karakuri Ningyo, le bambole meccaniche giapponesi, sono una tradizione artistica e artigianale che affascina e intrattiene da oltre quattrocento anni: accolgono gli ospiti, servono il tè, lanciano frecce, suonano strumenti con grazia, nascondendo meccanismi d’antica fattura molto sofisticati. Raffinate, quasi magiche, sono la sintesi perfetta di gusto estetico e ingegno “meccanico” del Sol Levante.

Per la prima volta in Italia una ventina di bambole Karakuri.

Cordialmente. Scuola di Robotica

Scuola di RoboticaScuola di Robotica 

Arduino Day a Milano il 18 novembre 2011

Durante l’evento verranno presentati progetti svolti da studenti di ITIS ed IPSIA usando Arduino. La giornata si svolgera’ presso la manifestazione Robotica 2011, il 18 novembre prossimo, a Fiera Milano Rho. Gli studenti potranno mostrare i loro progetti direttamente al Dr. Banzi, l’ideatore di Arduino.

Davide Canepa

====================
Linda Giannini e Carlo Nati
Redazione Web-X

Pinocchio 2.0 – eTwinning – Eno tree day

ENO Tree Planting Day è un evento aperto a scuole
ed a gruppi interessati all’ambiente ed alla pace.
Viene organizzato due volte in un anno, a settembre ed a maggio.
Piantare alberi è una delle attività più popolari nel programma ENO.
Il progetto e’ nato nel 2000 e ha raggiunto migliaia di scuole di 150 Paesi.
Finora sono stati piantati circa 4 milioni di alberi
ma l’obiettivo e’ quello di piantare 100 milioni di alberi entro la fine del 2017.

L’istituto comprensivo don Milani di Latina ha partecipato all’evento con
le sezioni B e C della scuola dell’infanzia di via Cilea
le classi prime della primaria [sez. A-B-C]
e la secondaria di primo grado, classe prima

Ecco alcune foto ricordo:

 

 

 

 


Linda Giannini Ambasciatrice eTwinning per il Lazio

Settimana Robotica Europea

Settimana Robotica Europea: se volete partecipare avete tempo fino al 30 settembre 2011 per inviarci la vostra proposta: http://www.scuoladirobotica.eu/it/Item/285/index.html

Cari Amici di Scuola di Robotica,

si ricomincia! In verità non ci siamo mai fermati: sono tante le idee e i progetti che in questi mesi hanno preso forma e che nel prossimo autunno diventeranno realtà. Vi diamo il bentornato dalle ferie!

Vi ricordiamo che la scadenza per inviare le proposte per un vostro evento durante la Settimana della robotica 2011 promossa dalla Commissione Europea e dal Progetto euRobotics, e coordinata in Italia da Scuola di Robotica è il 30 settembre 2011. Per cui se non lo avete ancora fatto, progettate di aprire la vostra scuola, lil vostro centro di ricerca, la vostra azienda di robotica al grande pubblico.

In questa newsletter ecco alcuni nuovi progetti cui vi invitiamo a partecipare.

il corso gratuito per docenti delle superiori a Milano dal 26 settembre è una bellissima occasione per chi vuole addentrarsi nel mondo della robotica educativa.

La giornata informativa promossa dall’ANGSA Liguria sarà importante per divulgare i risultati dei laboratori con i ragazzi autistici.

E infine la nostra partecipazione al progetto Europeo KeyTTT si realizza con la presentazione di un articolo su “robotica e competenze “che verrà discusso in Bulgaria da Tullia Urschtiz (in rappresentanza di IC Fumane e del Polo Europeo della Conoscenza) ed Emanuele Micheli (coordinatore attività didattiche per SdR).

Prossimamente vi invieremo informazioni su una promozione dedicata solo a chi è iscritto alla newsletter, grazie alla quale potrete ricevere uno sconto a una importantissima conferenza. Per cui promuovete la nostra newsletter!

Un caro saluto

Lo staff di SdR

CORSO BASE DI ROBOTICA EDUCATIVA GRATUITO PER DOCENTI NEL PROGRAMMA “LOMBARDIA ECCELLENTE”

All’interno dell’iniziativa “Lombardia Eccellente” il CSFU-UCIMU e il Polo della Meccanica offrono ai docenti delle scuole secondarie (di primo e secondo grado) un corso di formazione organizzato da Scuola di Robotica sulla robotica educativa e sull’uso del kit NXT 2.0.

Leggi tutto su http://www.scuoladirobotica.eu/it/Item/288/index.html

LA ROBOTICA EDUCATIVA ALLA CONFERENZA INTERNAZIONALE “KEY COMPETENCIES IN EDUCATION – STRATEGIES AND PRACTICES” IN BULGARIA

Nell’ambito del progetto europeo KeyTTT a Stara Zagora dal 22 al 24 settembre si tiene una conferenza internazionale sulle competenze chiave nel mondo della scuola.Il Polo Europeo della Conoscenza e Scuola di Robotica presentano un paper sulla robotica educativa.

Leggi tutto su http://www.scuoladirobotica.eu/it/Item/289/index.html

LA ROBOTICA PER L’AUTISMO ALL’INCONTRO INFORMATIVO DELL’ANGSA LIGURIA

Le ricerche che Scuola di Robotica sta conducendo sull’apprendimento dei ragazzi autistici usando la robotica educativa riscuotono sempre più interesse. Il 6 settembre a Genova alle 16:00 presso lo Star Hotel si terrà un incontro con i soci di ANGSA Liguria (Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici). La partecipazione è libera.

Leggi tutto su http://www.scuoladirobotica.eu/it/Item/294/index.html


Education 2.0: news d’estate

Carisssime/i
che nel mese di agosto Education 2.0 entra nella pausa estiva; le pubblicazioni riprenderanno a settembre 2011. Se vorrete, potrete comunque continuare a seguirci: a questo proposito vi segnaliamo lo speciale di Andrea Canevaro, alcuni video e contributi oltre al giallo clanDESTINI … e molto altro potrete ricercarlo voi

Auguri di buona estate… in poesia
http://www.educationduepuntozero.it/community/auguri-buona-estate-poesia-scuola-ospedale-san-carlo-4013941032.shtml
Dalla scuola in ospedale del San Carlo di Milano le poesie e i disegni degli studenti sulla stagione del mare e delle vacanze, l’estate. Una testimonianza del lavoro e della creatività dei ragazzi che rimangono in contatto col mondo scolastico durante la loro degenza ospedaliera.

Non si abbandona un cane!
http://www.educationduepuntozero.it/community/non-si-abbandona-cane-4012947571.shtml
I bambini della scuola in ospedale del San Carlo e del Niguarda di Milano ci hanno inviato i loro slogan contro l’abbandono dei cani. Si avvicinano le vacanze ed è un impegno di tutti non lasciare i nostri amici animali nelle strade.

speciale “A scuola di integrazione” di Andrea Canevaro
http://www.educationduepuntozero.it/citta-educativa/claudio-l-insegnante-sostegno-4016905869.shtml
http://www.educationduepuntozero.it/speciali/pdf/specialeluglio11.pdf

lo speciale raccoglie gli articoli di Stella Carfora, Saverio Fanigliulo, Linda Giannini, Luca Giommi, Claudio Imprudente, Giulia Jaculli, Maurizio Matteuzzi, Dario Missaglia, Corrado Nappi, Carlo Nati, Roberto Parmeggiani, Federica Pasin, Lorenza Vettor.

Oggi l’ateneo più antico del mondo si dà un nuovo statuto di Maurizio Matteuzzi
http://www.educationduepuntozero.it/dopo-il-diploma/oggi-l-ateneo-piu-antico-mondo-si-da-nuovo-statuto-4016779142.shtml
Negli intenti dei suoi fautori, la riforma dell’università dovrebbe portare a razionalizzazione dei costi, meritocrazia e maggiore efficienza. Per adesso si è avuta una spesa enorme in burocrazia fine a se stessa, tagli indiscriminati ed eliminazione di corsi di laurea e di saperi, riduzione nel numero degli studenti, enormi quantità di ore sottratte alla ricerca, blocco di qualsiasi avanzamento di carriera, a prescindere dal merito.

Invitare i ragazzi alla scienza di Claudio Parrinello:
http://www.educationduepuntozero.it/Multimedia/2011/05/parrinello_video.shtml
Per avvicinare i ragazzi alle scienze è necessario coinvolgerli, non servono né soldi né tempo che non possa fornire già la scuola. È sufficiente un computer collegato in Rete per mettere in gioco gli studenti sugli aspetti più intriganti della ricerca.
Carlo Nati ha video-intervistato Claudio Parrinello per capire quali strumenti e quali idee utilizzare per far appassionare gli studenti alla ricerca di base, precondizione necessaria per le conquiste delle scienze applicate.

Scienze: opportunità educative dal Web 2.0 di Claudio Parrinello
http://www.educationduepuntozero.it/racconti-ed-esperienze/scienze-opportunita-educative-web-20-4011801621.shtml
Il mondo del Web 2.0, in cui ognuno di noi è allo stesso tempo utente e creatore di contenuti, offre opportunità educative eccezionali, in particolare per l’insegnamento delle scienze, tramite la partecipazione diretta degli studenti a progetti di alto profilo scientifico e sociale.

Ultimo giorno di scuola pensando al primo di Lucia Santucci
http://www.educationduepuntozero.it/community/ultimo-giorno-scuola-pensando-primo-4015325292.shtml
quello che volevo chiedervi vi ringrazio alla prossima volta”Esco dalla classe pensando a cos’altro potevo fare per rendere rilassante l’atmosfera nella mia ora di lezione e mi dico che forse ho fatto quello che potevoLucia continua…

La trasformazione educativa in Pinocchio di Collodi
http://www.educationduepuntozero.it/community/trasformazione-educativa-pinocchio-collodi-4016906052.shtml
artitolo e tesi di Virginia DefendiVirginia Defendi “Le avventure di Pinocchio. Storia di un burattino” è un romanzo che, fin dalla mia più tenera età, mi è molto caro. Il suo protagonista, in modo particolare, mi ha sempre affascinato, accompagnandomi, grazie alle situazioni rocambolesche che vive, nella crescita. In anni successivi, nel periodo dell’adolescenza e oltre, l’opera collodiana mi ha aiutata, attraverso la risata, a superare momenti di continua..

Maturità, che ansia!
http://www.educationduepuntozero.it/Multimedia/2011/07/maturita2011_video.shtml
Nel cortile di scuola, al liceo artistico di Latina, sotto il sole di luglio, una semplice domanda: “Sono finiti gli esami. Ragazzi, com’è andata?”.

Carlo Nati ha intervistato per Education 2.0 i suoi studenti all’uscita dagli esami di maturità. Rilassati, ansiosi, preparati, curiosi, ognuno racconta il suo punto di vista e… il sollievo appena fuori da scuola. 

La spia di Tel Aviv nella tesina di terza media… e altro ancora – di Melania Matacena
http://www.educationduepuntozero.it/community/spia-tel-aviv-tesina-terza-media-altro-ancora-4015148988.shtml
La Spia di Tel Aviv è il racconto che Luigi Calcerano ha condiviso con il gruppo Pinocchio 2.0 http://www.descrittiva.it/calip/1011/La-spia-di-Tel-Aviv.pdf La studentessa Melania Matacena, della classe IIID dell’Istituto comprensivo don Milani lo ha letto e poi, con entusiasmo, ha comunicato ai suoi professori che il racconto avrebbe fatto parte della sua tesina di fine anno.

Vi presento… il mio esame di terza media – di Sara Consalvo
http://www.educationduepuntozero.it/community/vi-presento-mio-esame-terza-media-4014654926.shtml
Si sono conclusi in questi giorni gli esami di fine ciclo nella scuola secondaria di primo grado. Pubblichiamo su Education 2.0 il lavoro realizzato da Sara Consalvo per la sua prova nella scuola “Don Milani” di Latina.

La robotica nella mia tesina di terza media – di Riccardo Pastore
http://www.educationduepuntozero.it/community/robotica-mia-tesina-terza-media-4015040501.shtml
Per l’esame di terza media ho scelto come argomento principale della mia tesina la “Robotica”. Devo la mia scelta alla passione per la programmazione e la realizzazione di piccoli robot sviluppatasi in questi tre anni di scuola. Ho pensato quindi di collegare tutte le materie possibili.

Le mie idee e l’Energia nella tesina di terza media – di Elena Priore
http://www.educationduepuntozero.it/community/mie-idee-l-energia-tesina-terza-media-4015244271.shtml
La mia tesina vi illustrerà ogni mio punto di vista partendo dall’energia perché è una delle poche cose che c’è sempre, e rimarrà per sempre, a mio parere. C’è una cosa importante, però, da chiarire, l’energia per me può essere intesa in diversi modi collegata agli argomenti che ho illustrato.

Musei Vaticani e Sistina: una “gita” raccontata dagli studenti
http://www.educationduepuntozero.it/racconti-ed-esperienze/musei-vaticani-sistina-gita-raccontata-studenti-4013819490.shtml
Che cosa rimane nella mente degli alunni dopo una “gita scolastica” o un’altra esperienza didattica? Abbiamo dato la parola ai diretti interessati. Il risultato è, a nostro avviso, divertente e interessante… giudicate voi.

Costruisco un Sapientino… sulla storia di Pinocchio
http://www.educationduepuntozero.it/community/costruisco-sapientino-storia-pinocchio-407377774.shtml
Il racconto di un’esperienza scolastica sull’elettricità dalla protagonista del percorso, Melania Matacena, studentessa di terza media che ha costruito un Sapientino artigianale come applicazione di un impianto elettrico.

Una mamma 2.0 – video
http://www.educationduepuntozero.it/Multimedia/2011/06/paolini-mamma2punto0_video.shtml
Le molteplici sollecitazioni tecnologiche che entrano sempre di più nelle vite delle giovani generazioni pongono quesiti incalzanti sul ruolo educativo della famiglia e della scuola, che devono in qualche modo farsi carico di guidare i ragazzi e le ragazze nell’acquisizione delle competenze per il mondo di domani. Gabriella Paolini, uno dei maggiori esperti italiani di protocolli Internet, è anche una mamma 2.0, un genitore che ritiene sia proprio compito guidare i figli nell’uso delle tecnologie. Video intervista a cura di Bruno Nati.
 
Mamma 2.0 di Gabriella Paolini
http://www.educationduepuntozero.it/citta-educativa/mamma-20-4010357661.shtml
Quando mi è stato chiesto di scrivere cosa voleva dire per me essere una mamma 2.0, come prima cosa mi sono chiesta cosa voleva dire “mamma 2.0”. Si tratta forse di una mamma che vive in simbiosi con il suo computer?

C’è speranza se questo accade a… Soave! di Carlo Ridolfi.
http://www.educationduepuntozero.it/community/c-speranza-se-questo-accade-a-soave-4016046115.shtml
A Soave, in ottobre: il primo incontro della rete “C’è speranza se questo accade a…”. Per creare un punto di incontro delle molte esperienze di cooperazione educativa che continuano a essere presenti in Italia.

Le mille e una Ipazia di Xaro Nomdedeu.
http://www.educationduepuntozero.it/community/mille-ipazia-4011481012.shtml
Nel libro “Las mil y una Hipatias” (“Le mille e una Ipazia”), che indaga la nebulosa biografia della celebre matematica alessandrina, le autrici hanno deciso di seguire una via critica in cui tutto è messo in dubbio tranne le lettere di Sinesio, il buonsenso e poco più…

Fusionismo olistico e software per la geometria dinamica di Mario Barra
http://www.educationduepuntozero.it/didattica-e-apprendimento/fusionismo-olistico-software-la-geometria-dinamica-3081635564.shtml
Problemi delle rivoluzioni in atto e ricerca di soluzioni. Importanza sociale e aspetti didattici dei Dynamic Geometry Software (DGS). Sviluppo della creatività. Il pensiero di alcuni grandi maestri. Il Fusionismo olistico. In calce un saggio di Mario Barra da scaricare in PDF.

Anche il web 2.0 inquina l’ambiente di Aldo Domenico Ficara.
http://www.educationduepuntozero.it/community/anche-web-20-inquina-l-ambiente-4016204793.shtml
Digital natives e digital immigrants, pubblicazioni su riviste on line, condivisioni su social network, architetture editoriali sul web 2.0 necessitano di sistemi informatici sempre più veloci e potenti, determinando un vero e proprio inquinamento telematico.

Il CAD si trasforma in BIM
http://www.educationduepuntozero.it/Multimedia/2011/05/autodesk1_video.shtml
Come sta cambiando la progettazione degli edifici? Su quali aggiornamenti si devono confrontare professionisti, formatori e studenti? Graziano Lento di Autodesk Italia ci spiega come il Building Information Modeling (BIM) sta sostituendo il Computer-Aided Drawing (CAD). Intervista curata da Carlo Nati.

Matite digitali – di Carlo Nati
http://www.educationduepuntozero.it/tecnologie-e-ambienti-di-apprendimento/matite-digitali-40330132.shtml
Gli strumenti del disegno geometrico anni hanno subito una radicale trasformazione. In tutti gli ambiti professionali righe, squadre, matite e temperini sono stati sostituiti dai software CAD. La portabilità del PC ha inoltre consentito di portare in una semplice borsa tutto l’ufficio. Tavolo da disegno addio!

ClanDESTINI, un giallo a scuola
http://www.educationduepuntozero.it/racconti-ed-esperienze/clandestini-ventisettesima-puntata-4016778510.shtml

27ma puntata

Ricordiamo inoltre che il 14 ottobre ci sara’ il 2° convegno di Education 2.0.
Numerosissimi contributi che ci avete inviato; alcuni autori hanno già avuto un primo feedback.
Per coloro che invece hanno superato una prima valutazione, verranno inviate ulteriori notizie entro settembre.

Buonissima estate, Linda e Carlo
===========================
Linda Giannini e Carlo Nati
redazione Education 2.0
Education 2.0
Testata registrata presso il Tribunale di Milano
registrazione n. 262 del 3 giugno 2009.
© RCS Libri S.p.a. – Div. Education
Via Mecenate n. 91 – 20138 Milano

__._,_.___
Redazione Web-X

Piano per l’Editoria Digitale Scolastica

Il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca promuove il Piano per l’Editoria Digitale Scolastica, finalizzato all’acquisizione di prototipi di “edizioni digitali scolastiche” che consentano di interagire efficacemente con le tecnologie digitali e che contribuiscano alla realizzazione di nuovi ambienti di apprendimento.

[ clicca qui per gli accedere alla nota MUR Prot. n. 3322 DEL 16/06/2011 ]

====================
Linda Giannini e Carlo Nati
Redazione Web-X

Comunicato stampa: Software libero per i Disturbi specifici per l’apprendimento

COMUNICATO STAMPA
L’Ufficio Scolastico Regionale e la Regione distribuiscono
in tutta la regione la chiavetta
con le applicazioni utili per gli studenti
che hanno disturbi specifici di apprendimento
Bologna, 8 giugno 2011

Bologna e in tutte le province della regione Emilia-Romagna sono distribuite in questi giorni più di 1300 chiavette USB che raccolgono software free utile insieme a sintesi vocali di qualità (italiano e inglese) per accompagnare nello studio i ragazzi con Disturbi Specifici di Apprendimento, come la dislessia o la disgrafia. La chiavetta presenta il software a seconda dell’importanza e delle categorie (es. Fondamentali, Didattici, Link utili, Cassetta degli attrezzi, Progetto) Una risorsa messa a disposizione di tutte le famiglie della regione, in quanto il contenuto libero può essere scaricato al seguente link http://www.istruzioneer.it/serviziomarconi/cts/prodsa.htm (in formato ISO o ZIP). L’azione completa il “Programma regionale operativo per disturbi specifici di apprendimento (PRO-DSA) in Emilia-Romagna” sottoscritto dall’Ufficio Scolastico Regionale e dalla Direzione Generale Sanità e Politiche Sociali della Regione Emilia-Romagna che dota anche 1200 studenti di un netbook di 11 o 12 pollici in comodato d’uso gratuito. Si conferma l’impegno continuo e competente in Emilia-Romagna nel campo delle diverse abilità e della compensazione per i disturbi di apprendimento: un impegno già testimoniato dai dati ISTAT di inizio anno che sottolineavano proprio come, al fianco della preparazione degli insegnanti, le dotazioni hardware e software specifiche per l’inclusione costituiscano il fiore all’occhiello della nostra scuola regionale.

                                                                 L’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia-Romagna

 

 

———————————————-

Daniele Barca
Addetto stampa
Referente Classi 2.0
Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia-Romagna
Comunicati stampa USR ER
http://www.istruzioneer.it/page.asp?IDCategoria=430&IDSezione=2041

Pinocchio 2.0 e Raccontare i robot: articolo su Education 2.0

 
Nappi Loretta condivide su Education 2.0 la propria esperienza all’interno di Raccontare i robot, manifestazione legata al mondo della robotica, organizzata da Scuola di Robotica di Genova. La manifestazione, ormai alla sua terza edizione, si è arricchita quest’anno di nuovi sponsor, progetti e collaborazioni e tra i progetti presentati ricordiamo Pinocchio 2.0

[ clicca qui per accedere all’articolo ]

  

Per maggiori informazioni sul “Progetto Pinocchio 2.0”:
Blog

Facebook
Wiki
Knol

Altre pubblicazioni su Education 2.0 in relazione al progetto Pinocchio 2.0:

Geppetto, Pinocchio e i loro compagni di viaggio
Baby-flash
Robotica e narrazione
Matite digitali
È ancora attuale Pinocchio?
Pinocchio 3000 e il biovitalismo
Le Fiabe Sonore
Robotica Creativa in ospedale
Costruisco un Sapientino… sulla storia di Pinocchio

 

 

 

 

 

Education 2.0: news

 

Education 2.0
Testata registrata presso il Tribunale di Milano
registrazione n. 262 del 3 giugno 2009.
© RCS Libri S.p.a. – Div. Education
Via Mecenate n. 91 – 20138 Milano

 

L’ossessionante ripetizione dei test sulla comprensione della lettura
http://www.educationduepuntozero.it/didattica-e-apprendimento/ossessionante-ripetizione-test-comprensione-lettura-404092826.shtml
Siamo forse entrati in un’epoca (da almeno cinquant’anni), contraddistinta da una crisi della lettura, da fenomeni per ora ancora poco chiari e poco comprensibili di trasformazione del senso della lettura, del valore dell’imparare a leggere e del modo di leggere? di Norberto Bottani

 

Norberto Bottani: lettura non è (solo) letteratura!
http://www.educationduepuntozero.it/Multimedia/2011/04/bottani2_video.shtml
Il mondo scolastico ha una visione della lettura esclusivamente letteraria. Si leggono i classici, i romanzi, la lettura serve per avvicinarsi alla grande letteratura, ai grandi scrittori e pensatori. Ma le teorie più recenti sostengono che si legge e si mantiene la competenza in lettura leggendo tutto: articoli di giornali, lettere, ricette mediche… qualsiasi materiale scritto. E che se si perde questa competenza si perde anche la possibilità di accedere a tutti i documenti scritti! Che cosa può fare la scuola in questo senso? Ci risponde Norberto Bottani, esperto in politica di sviluppo della ricerca scientifica sulla scuola e nell’analisi comparata delle politiche scolastiche, nella video intervista a cura di Carlo Nati. Guarda il video

 

Norberto Bottani: a che servono i test sulla lettura?
http://www.educationduepuntozero.it/Multimedia/2011/03/bottani1_video.shtml
Negli ultimi cinquant’anni si sono moltiplicate le relazioni internazionali sulle capacità di lettura, da quelle sui bambini intorno agli otto anni (che, dopo aver imparato a leggere, imparano a utilizzare la lettura per apprendere) a quelle sulla popolazione adulta per verificare se e come si presenta l’analfabetismo di ritorno, quello di chi, cioè, disimpara a leggere dopo aver gradualmente abbandonato l’abitudine alla lettura. Qual è quindi la funzione delle indagini internazionali sulla lettura? Ci risponde Norberto Bottani, esperto in politica di sviluppo della ricerca scientifica sulla scuola e nell’analisi comparata delle politiche scolastiche, in questa video intervista a cura di Carlo Nati.

 

Barra: Icosaedro-Dodecaedro
http://www.educationduepuntozero.it/Multimedia/2011/03/barraicosaedro_video.shtml
Esempio di Geometria Dinamica in Education 2.0 Tv.

 

Giorgio De Michelis: ambienti di apprendimento e tecnologia
http://www.educationduepuntozero.it/Multimedia/2011/02/demichelis_video.shtml
De Michelis, professore ordinario, insegna Informatica per l’Organizzazione e Interaction Design all’Università di Milano Bicocca. Nelle sue ricerche si occupa di Reti di Petri, Computer Supported Cooperative Work, Community Systems, Knowledge Management, Interaction Design. Nel 2008 ha creato uno spin off della sua Università, itsme, che ha l’obiettivo di creare un nuovo sistema operativo per workstation nella prospettiva del situated computing: www.itsme.it. Video intervista a cura di Carlo Nati

 

Competenze e Ambienti di apprendimento
http://www.educationduepuntozero.it/tecnologie-e-ambienti-di-apprendimento/competenze-ambienti-apprendimento-407905181.shtml
“L’idea che si propone all’attenzione dei docenti e del mondo della scuola, con l’obiettivo di riceverne stimoli, proposte di approfondimento e anche considerazioni critiche, è che debbano essere lo stesso ambiente d’apprendimento reso disponibile, la stessa struttura dei materiali offerti e delle attività didattiche promosse, a innescare un processo conoscitivo rilevante per il soggetto che apprende, la cui esperienza si deve basare su di un processo di ristrutturazione continua e flessibile della conoscenza preesistente in funzione dei bisogni posti, di volta in volta, dalle nuove situazioni formative”. Un saggio di Silvano Tagliagambe e una ricchissima presentazione in PDF sullo sviluppo di ambienti di apprendimento che raccordino coerentemente competenze e conoscenze. http://www.educationduepuntozero.it/Tecnologie-e-ambienti-di-apprendimento/2011/04/img/tagliagambe2_all.pdf

 

Un saggio sulla libertà di… non insegnare
http://www.educationduepuntozero.it/didattica-e-apprendimento/che-roba-professoressa-404865634.shtml
“Cosa sia la scuola la professoressa Mastrocola lo esprime in modo molto preciso già nelle primissime pagine: ‘La scuola è questo: l’insegnante spiega, l’allievo studia, l’insegnante interroga e l’allievo ripete’. Un’idea che ricorda l’immagine che fu incisa nel legno a Norimberga, nel diciassettesimo secolo, nella quale si vede un ragazzo con un buco in testa e nel buco è infilato un imbuto. In piedi, accanto a lui, c’è un insegnante che versa nell’imbuto la conoscenza della quale il ragazzo e la sua testa devono essere riempiti. Dal ‘600 ai tempi nostri è trascorsa, insieme al tempo, un bel po’ di pedagogia. Eppure la professoressa pensa ancora che la scuola sia quel luogo in cui qualcuno – l’insegnante, il depositario del sapere – lo travasa nella testa, evidentemente vuota, di qualcun altro, l’allievo”. Carlo Ridolfi ha letto per Education 2.0 il nuovo libro di Paola Mastrocola, “Togliamo il disturbo. Saggio sulla libertà di non studiare”, edito da Guanda.

 

C’è speranza, se questo accade…
http://www.educationduepuntozero.it/citta-educativa/c-speranza-se-questo-accade-407711132.shtml
“Quando si ragiona di cambiare la scuola, lo si fa sempre partendo da un’idea astratta e quando si insegna si tende a farlo dall’alto. Invece io credo che si impari meglio se un maestro parte dal basso, dal punto di vista del bambino, creando continuità con il suo apprendere prima della scuola. Perché funzioni serve una costante comunicazione con le famiglie, è meno difficile di come sembra (Mario Lodi)”. Di Carlo Ridolfi.

 

Paolo Ferri: l’identikit dei nativi digitali (prima e seconda parte)
http://www.educationduepuntozero.it/Multimedia/2011/03/ferri_video.shtml
http://www.educationduepuntozero.it/Multimedia/2011/03/ferri2_video.shtml
Esiste un vero e proprio sfasamento cognitivo per i ragazzi abituati ad apprendere fuori da scuola attraverso le tecnologie, in classe stando fermi, ascoltando, imparando a scrivere a mano (e non al computer, come avviene ormai normalmente in tutti gli altri contesti). Stili di insegnamento e stili di apprendimento non sono mai stati così distanti. Che cosa può fare la scuola per rimodulare la distonia tra cultura informale (soprattutto tecnologica) e cultura formale dell’educazione così com’è oggi ancora concepita? Paolo Ferri, autore del saggio “Nativi digitali”, ci parla della sua posizione nella video intervista a cura di Carlo Nati.

 

Born digital 2.0
http://www.educationduepuntozero.it/tecnologie-e-ambienti-di-apprendimento/born-digital-20-406701188.shtml
“Nonostante noi… i nativi digitali esistono e sono antropologicamente diversi”. Paolo Ferri, autore del libro “Nativi digitali” e, su Education 2.0, di articoli e video sullo stesso tema, risponde a chi sostiene che i digital natives non esistono, punto e basta.

 

Paolo Ferri: i nativi digitali esistono, eccome!
http://www.educationduepuntozero.it/Multimedia/2011/04/ferri3_video.shtml
Per alcuni i digital natives non esistono come “generazione”. Paolo Ferri, autore del libro “Nativi digitali” e, su Education 2.0, di articoli e video sullo stesso tema, risponde a questa posizione nella video intervista curata da Linda Giannini.

 

Intitoliamo una scuola alla Repubblica Romana
http://www.educationduepuntozero.it/citta-educativa/intitoliamo-scuola-repubblica-romana-407184671.shtml
In nessun comune d’Italia e neanche a Roma esiste una scuola intitolata all’evento centrale del nostro Risorgimento. Ma ora, con le celebrazioni dei 150 anni, è arrivato finalmente il momento giusto. La proposta di Giuseppe Fiori.

 

ClanDESTINI
http://www.educationduepuntozero.it/racconti-ed-esperienze/clandestini-ventitreesima-puntata-407992673.shtml
“Io sono figlio di un capo mafioso che è anche un assassino. Voglio chiedere scusa a tutti quelli che ha trattato male, a cominciare dal mio amico Didier che lo voleva ammazzare”. Il giallo a puntate di Calcerano e Fiori ambientato nella scuola in ospedale.

 

Costruisco un Sapientino…
http://www.educationduepuntozero.it/community/costruisco-sapientino-storia-pinocchio-407377774.shtml
sulla storia di Pinocchio Il racconto di un’esperienza sull’elettricità dalla protagonista del percorso, Melania Matacena, studentessa di terza media che ha costruito un Sapientino come applicazione di un impianto elettrico.

 

Ringraziamenti fotovoltaici
http://www.educationduepuntozero.it/community/ringraziamenti-fotovoltaici-407184715.shtml
Il racconto di un’esperienza sui pannelli fotovoltaici dei laboratori di elettrotecnica e di meccanica dell’IIS di Furci Siculo. Il gruppo di lavoro del progetto “Leggere, scrivere ed interpretare la scienza nel web” con la supervisione di Aldo Ficara.

 

La scuola e… le rane beote
http://www.educationduepuntozero.it/community/scuola-rane-beote-407994945.shtml
L’esperimento: una ranocchia viene messa in una pentola di plexiglas piena di acqua a temperatura normale dove nuota tranquilla; la pentola viene successivamente posta sotto il fuoco lento di un fornello. La ranocchia si abitua così, piano piano, al cambiamento di temperatura dell’acqua, mostrando disagio a temperatura alta ma non reazioni forti; alla fine la rana muore bollita. E nella scuola, com’è la temperatura? Di Stefano Sarzi Sartori.

 

Appunti di cultura della sicurezza
http://www.educationduepuntozero.it/organizzazione-della-scuola/appunti-cultura-sicurezza-3-407817928.shtml
Se si tiene conto della realtà della scuola, non si fa fatica a ritenere come siano molti gli ambiti, le situazioni e gli elementi che caratterizzano la sua specificità. Primo tuffo nel D.Lgs. 81/2008. Il nodo della particolarità della scuola. Di Tonino Proietti.

 

Approfondimento: scrivere e studiare nella scuola in ospedale al Niguarda di Milano

Gli amici della pioggia
http://www.educationduepuntozero.it/community/gli-amici-pioggia-406620302.shtml
In una bella giornata di marzo, io e mio fratello Riccardo giocavamo a palla nel parco. Ma una filastrocca dice: “marzo, marzo pazzerello, lascia il sole e prende l’ombrello”… e all’improvviso il sole venne coperto da tantissime nuvolette grigie e iniziò a piovere… Di Eleonora Sorrentino, 8 anni.

 

La storia di Gocciolina
http://www.educationduepuntozero.it/community/storia-gocciolina-406701226.shtml
C’era una volta Gocciolina che abitava nel cielo sopra le nuvole con le sue amiche. Un giorno mentre stava giocando si sentì strana, si trovò all’improvviso trasportata in una zona grande e grigia insieme alle sue compagne, lì venne a sapere da un’amica che erano capitate all’interno di una nuvola… Scritto dalle bambine del day hospital.

 

I due salici
http://www.educationduepuntozero.it/community/i-due-salici-406455488.shtml
In una piccolissima isola circondata da un mare color zaffiro, un maestoso salice viveva la sua vita su un alto promontorio della costa. Gli abitanti erano affascinati da questo grande albero e i più romantici passavano intere giornate seduti sopra le sue radici a fissare il mare con aria sognante… Di Claudia Banfi.

 

Vi invitiamo ad inviarci contributi per Education 2.0 al seguente indirizzo calip@mbox.panservice.it

 

Questo il formato richiesto:

– titolo dell’articolo
– contributo inedito di massimo 4.000 battute, spazi inclusi
– note biografiche dell’autore o degli autori [massimo due righe]
– abstract dell’articolo [massimo 300 battute in italiano e, se possibile, in inglese]

====================
Linda Giannini e Carlo Nati
Redazione Web-X

18 maggio: giornata della Laurea Honoris Causa a Claudio Imprudente

18 maggio 2011: Aula Magna della Facolta’ di Scienze della Formazione – sede di Rimini Giornata della Laurea Honoris Causa a Claudio Imprudente

Mercoledi’ 18 maggio  Claudio Imprudente ricevera’  la laurea  honoris causa in Formazione e Cooperazione conferita  dalla Facolta’ di Scienze della Formazione dell’Universita’ di Bologna. La cerimonia si svolgera’ alle ore 17  a Rimini, presso Palazzo Ruffi-Briolini in Corso d’Augusto 237. Per tutta la giornata a partire dalle ore 10 sono previste  letture e proiezioni di video sui temi della diversita’, sui pregiudizi e sull’integrazione scolastica e sociale delle persone con disabilita’.

La domenica successiva, il 22 maggio dalle 15 in poi, gli amici festeggeranno Claudio a Maranatha’ in via Cinquanta, 7 a San Giorgio di Piano in provincia di Bologna.

Claudio Imprudente e’ uno dei fondatori di Marana’-tha, una comunita’ di famiglie per l’accoglienza, e presidente del Centro Documentazione Handicap di Bologna. Ha ideato, insieme alla sua e’quipe di formatori specializzati, il “Progetto Calamaio” che propone percorsi formativi sulla diversita’ e sulla nuova cultura dell’handicap al mondo della scuola e del lavoro. Attraverso di esso ha realizzato, dal 1986 ad oggi, piu’ di cinquemila incontri con i ragazzi delle scuole italiane. In qualita’ di formatore, e’ stato invitato a numerosi convegni. E’ inoltre scrittore, giornalista e direttore della rivista “Hp-Accaparlante” e autore di libri; tra gli ultimi, “Storie di Calamai e Creature Straordinarie”, “C’e’ ancora inchiostro nel Calamaio!”,

“Una vita imprudente” e “Il principe del lago”, una favola per ragazzi, pubblicati dalla Casa Editrice Erickson, “Lettere imprudenti sulla diversita’. Conversazioni con i lettori del «Messaggero di sant’Antonio»”, Effata’ 2009 E’ autore del blog www.accaparlante.it/storiedicalamai – Ha partecipato ad alcune trasmissioni televisive e radiofoniche tra cui recentemente, “Schiamazzi” (OdeonTV), “Screensaver” (Rai 3) e “Sportabilia” (Rai 2), “Pappappero (Radio 24, Il Sole 24ore). Intervistato da Candido Cannavo’ nel 2004, compare nel suo ultimo libro (“E li chiamano disabili”, Rizzoli Editore, 2005). Collabora al portale di informazione sociale dell’Inail, www.superabile.it e cura la rubrica “DiversaMente” sul Messaggero di Sant’Antonio di Padova.

Per informazioni
cdh@accaparlante.it

====================
Linda Giannini e Carlo Nati
Redazione Web-X

 

Pinocchio 2.0 ed una Short story per Education 2.0

Costruisco un Sapientino… sulla storia di Pinocchio – short story per Education 2.0 di Melania Matacena, studentessa della scuola secondaria di primo grado, sezione 3D, istituto comprensivo don Lorenzo Milani di Latina. Si tratta del racconto di un’esperienza scolastica sull’elettricità a cura dalla protagonista del percorso, Melania Matacena, la quale ha costruito un Sapientino artigianale come applicazione di un impianto elettrico.

Ecco un breve video realizzato nella sezione di scuola dell’infanzia del nostro istituto a cura dell’insegnante Linda Giannini.

Pinocchio 2.0 su Facebook

Pinocchio 2.0 su blog

Altre pubblicazioni su Education 2.0 in relazione al progetto Pinocchio 2.0:

Geppetto, Pinocchio e i loro compagni di viaggio
Baby-flash
Robotica e narrazione
Matite digitali
È ancora attuale Pinocchio?
Pinocchio 3000 e il biovitalismo
Le Fiabe Sonore
Robotica Creativa in ospedale

=======================
Linda Giannini
redazione Education 2.0
=======================

La scuola negata

Mercoledì 13 aprile, dalle 17 alle 19, presso l’IIS Leonardo da Vinci (via Cavour 258, Roma –  piantina), sarà presentato il libro di Nicolò Scialfa: La scuola negata.

L’autore – dirigente scolastico a Genova e a lungo presidente della locale sezione Anp – rivolge  un appassionato “J’accuse” verso quanti – politici, sindacato, amministrazione – si sono in questi anni resi responsabili di una colpa grave nei confronti di un’intera generazione di giovani: lo scippo del loro diritto ad una scuola vera, formativa, densa di significato, capace di farli crescere uomini e donne liberi e responsabili.

E’ un atto di accusa ed al tempo stesso un atto di amore: l’amore di un uomo che verso la scuola sente di aver un debito di riconoscenza, perché gli ha consentito di superare la sua condizione familiare di origine e di cambiare la propria vita. Un debito che ha cercato di saldare da adulto, quando ha abbandonato lavori meglio remunerati per dedicarsi all’insegnamento e poi alla dirigenza delle scuole.

Ma anche un debito verso la verità e l’intelligenza, che lo spinge a polemizzare con i tanti luoghi comuni con cui si cerca di sfigurare il volto della scuola ed il compito di chi vi opera.

A presentare il libro, oltre all’autore, i senatori Enrico Musso e Roberta Pinotti, i presidenti regionali Anp della Liguria (Santo Deldio) e del Lazio (Antonino Petrolino). Modererà il dibattito il dott. Lanfranco Vaccari, giornalista.

Seguirà un rinfresco.

      [ il comunicato stampa ]

====================
Linda Giannini e Carlo Nati
Redazione Web-X


web-x su facebook
http://www.facebook.com/pages/web-x/346304064936

Children’s Technology Review

Children’s Technology Review, an online magazine, is designed to keep parents, teachers and librarians up to date on the latest children’s interactive media products. The database contains 8,800 reviews, ranging from websites, video games, mobile phone apps to Facebook plugins.

These are mostly commercial products, with copyright dates that range from 1985 to 2010. At Children’s Technology Review website, you can access to their YouTube channel to watch various evaluation videos about latest children’s interactive media products. They review all forms of interactive media of interest to children, from early childhood to 15 years.

Usually, Children’s Technology Review favours software that is easy to use, child controlled, has solid educational content, is engaging and fun, is designed with features you’d expect to see, and is worth the money.

Children’s Technology Review adopts six categories to review and rate a children’s software including Ease of Use, Childproof, Educational, Entertaining, Design Features and Value. For instance, for educational category, the software will be rated by questions (What can a child learn from this program? What do the walk away from the experience with that they didn’t have when the first came to the experience?) The review outcome help parents, teachers and other target groups keep in mind what it takes to make a quality children’s software title.

Summaries of the reviews are posted for free on the website.

====================
Linda Giannini e Carlo Nati
Redazione Web-X


web-x su facebook
http://www.facebook.com/pages/web-x/346304064936

Auguri a tutti i papà del Mondo

La lettera di un uno studente della primaria dell’istituto comprensivo di Latina, Mattia Federici, e’ stata pubblicata su Education 2.0; il bambino ha voluto esprimere un proprio messaggio -e le proprie speranze- a tutti i papa’ della Terra, con un pensiero particolare al Giappone. 

====================
Linda Giannini e Carlo Nati
Redazione Web-X


web-x su facebook
http://www.facebook.com/pages/web-x/346304064936

Join U4energy!

Teachers and students from all over Europe are invited to take part in U4energy, a new challenging pan European competition for primary and secondary schools who are encouraged to contribute innovative ideas to reduce energy consumption and raise awareness of responsible energy use.

Schools are competing under the following three award categories for national and European prizes, and to gain recognition at European level:

A:Energy efficiency measures at school
B:Best pedagogical actions to raise awareness on efficient energy use
C:Best awareness raising campaign on energy efficiency

With U4energy, winning schools are not the only ones to be awarded wonderful prizes. All participants can win by saving money and helping the environment!

Would you like to help your school and local community improve energy efficiency? Are you eager to learn more about saving energy?
Visit the U4energy website (
www.u4energy.eu)
Register now to received further information

On www.u4energy.eu, you can learn about the different award categories, read up-to-date European news and discover smart energy tips to help you reduce energy.

The U4energy competition is a unique teaching opportunity for teachers and a fun resource for students. Launched in September 2010, the first edition will run until May 2011.

Register on the U4energy website and get ready to save energy!

About U4energy
U4energy (
www.u4energy.eu) is co-financed by the European Commission’s Intelligent Energy Europe programme and organised by the European Agency for Competitiveness & Innovation. The competition is run and implemented by European Schoolnet.

About European Schoolnet
European Schoolnet (
www.eun.org) is a unique not-for-profit consortium of 31 Ministries of Education in Europe established in 1997. EUN provides major European education portals for teaching, learning and collaboration by leading the way to bring about change in schooling through the use of new technology.

If you have any questions or require further assistance, please feel free to contact the U4energy team (in English) or talk to your local teacher adviser in your native language.

We look forward to hearing all about your innovative ideas and contributions towards energy efficiency.

Good Luck!

U4energy team
http://www.u4energy.eu

=====================
Linda Giannini e Carlo Nati
Redazione Web-X


web-x su facebook
http://www.facebook.com/pages/web-x/346304064936

Education 2.0 e lo speciale sulla Matematica

La matematica salvera’ l’umanita’?

La matematica salverà l’umanità?

La didattica, le esperienze in classe, l’apprendimento, l’incontro con le tecnologie: la matematica a tutto tondo nel nuovo speciale di Education 2.0 scaricabile in PDF. Ce lo presenta Domenico Lenzi col suo editoriale d’apertura.

Al suo interno:

L’editoriale Matematica: didattica, esperienze e tecnologie
La matematica salverà l’umanità? di Domenico Lenzi p. 2

l’approfondimento: la didattica della matematica
Raccontare la matematica – Intervista ad Anna Cerasoli di Linda Giannini p. 4
Quale matematica nel nuovo liceo s cientifico? di Paolo Francini p. 6
L’insegnamento della matematica: un problema? di Sergio Pea p. 8
Matematica ed elettronica: l’integrazione dei saperi di Leonardo Barsantini e Lucia Pinzauti p. 9
La prova INVALSI di matematica: il parere di un’insegnante di Stefania Pozio p. 10
Vivere, sperimentare, raccontare, riscoprire matematica di Saverio Fanigliulo p. 12
Lo sviluppo dell’intuizione ragionevole di Simona Barbetti p. 13

l’approfondimento: esperienze in classe
Fiammiferi e cifre decimali di Domenico Lenzi e Cosimo De Mitri (abstract) p. 14
(saggio completo in appendice, p. 54)
Primi passi in aritmetica di Domenico Lenzi (abstract) p. 15
(saggio completo in appendice, p. 62)
I ponti di Königsberg e la nascita della teoria dei grafi di Domenico Lenzi (abstract) p. 18
(saggio completo in appendice, p. 71 )
Alla ricerca di una legge scientifica di Leonardo Barsantini (abstract) p. 21
(saggio completo in appendice, p. 77)
Tiratori di funi di Saverio Fanigliulo p. 22
La matematica si può toccare? Macchine provenienti dalla storia di Francesca Martignone p. 24
Matematica per passione di Chiara Battagion e Orietta Zangiacomi p. 26

l’approfondimento: numeri, forme e ICT
Fisica e matematica in Rete di Ada Sargenti p. 27
Storia, matematica e storia della matematica… nella primaria di Franco Torcellan p. 29
Fusionismo olistico e software per la geometria dinamica di Mario Barra p. 31

///////////////////////////////////////////////

Education 2.0:
Testata registrata presso il Tribunale di Milano, registrazione n. 262 del 3 giugno 2009. © RCS Libri S.p.a. – Div. Education – Via Mecenate n. 91 – 20138 Milano

Vi invitiamo ad inviarci contributi al seguente indirizzo calip@mbox.panservice.it
questo il formato richiesto

– titolo dell’articolo
– contributo inedito di massimo 4.000 battute, spazi inclusi
– note biografiche dell’autore o degli autori [massimo due righe]
– abstract dell’articolo [massimo 300 battute in italiano e, se possibile, in inglese]

Buona festa dell’Italia, Linda
=======================
Linda Giannini e Carlo Nati
redazione Education 2.0
======================


web-x su facebook
http://www.facebook.com/pages/web-x/346304064936

Pinocchio 2.0 a Rome Cup 2011

Oggetto:
RomeCup 2011: 5° trofeo internazionale di Robotica

Comunichiamo che il 14 – 15 marzo 2011 siamo stati invitati a presentare il progetto  Pinocchio 2.0 insieme alle scuole che fanno parte della rete di Scuola di Robotica. Il tutto si svolgerà all’interno dell’area espositiva dell’Itis “Galileo Galilei” di Roma, via Conte Verde 51 e nella palestra verranno mostrati i materiali realizzati dagli alunni della scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado.

Il 12 marzo 2011 alcuni genitori della scuola dell’infanzie a primaria dell’Istituto Comprensivo di Latina, con grande disponibilità e spirito di collaborazione, hanno allestito gli spazi destinati al nostro progetto. Inviamo, quindi, un sentito ringraziamento alle famiglie Ciccone, Mele e Perucino.

Ricordiamo inoltre che nei giorni 14 e 15 marzo 2011 alunne/i della scuola dell’infanzia, primaria, secondaria di primo e secondo grado, accompagnati dai genitori e coordinati dall’insegnante Linda Giannini, saranno disponibili a presentare il progetto Pinocchio 2.0, il Paese dei Robot-Balocchi ed i robot Pinocchio – la fatina e la balena realizzati con il kit lego mindstorm.

Veniteci a trovare… vi aspettiamo!!!.

[ il programma ] – [ alcune realizzazioni artistiche ]


Pinocchio 2.0 su Facebook


Pinocchio 2.0 sul blog del MIUR

=====================
Linda Giannini e Carlo Nati
Redazione Web-X


web-x su facebook
http://www.facebook.com/pages/web-x/346304064936

Pinocchio 2.0 a Genova per RACCONTARE I ROBOT 2011

Biblioteca Internazionale per I Ragazzi “E. De Amicis”
Genova, Porto Antico, Magazzini del Cotone

Dal 4 al 10 aprile 2011:
Mostra di manufatti ispirati ai robot

Il 4 e 5 aprile 2011:
Laboratori, conferenze, corsi, robotica creativa, letture e giochi

[PROGRAMMA]

=====================
Carlo Nati
Redazione Web-X


web-x su facebook
http://www.facebook.com/pages/web-x/346304064936

Seminario nazionale per gli Ambasciatori eTwinning

 

A Rimini dal 24 al 26 marzo l’Unità nazionale, i referenti e gli ambasciatori eTwinning si incontrano per lavorare alle priorità 2011. Info tratta dal portale eTwinning

Gli ambasciatori eTwinning sono docenti che supportano le attività nazionali e regionali di promozione, informazione e formazione di eTwinning nel corso dell’anno. Essi sono stati selezionati annualmente esaminando la loro attività in eTwinning e le competenze didattiche in ambiti interessanti per l’azione e per il suo sviluppo, quali competenze digitali, uso pedagogico degli strumenti TIC ed esperienza nella gestione degli spazi di lavoro collaborativo e nelle reti sociali dedicate alla professione docente, eTwinning e non solo. La selezione è curata direttamente dall’Unità nazionale ma consultando anche gli Uffici scolastici regionali per valorizzare le specificità dei bisogni espressi dal territorio. Gli ambasciatori sono dunque una figura che sempre più è parte attiva e integrante del gruppo di supporto eTwinning nel territorio e mettono a disposizione la loro esperienza per la crescita della comunità eTwinning.

A marzo si terrà un seminario di formazione dedicato agli ambasciatori con nomina 2010/2011 e ai referenti pedagogici eTwinning regionali (guarda la lista aggiornata). Il seminario ha l’obiettivo di condividere le priorità eTwinning nazionali ed europee per il 2011, garantire una preparazione omogenea per gli interventi e le relazioni che ambasciatori e referenti pedagogici potranno essere chiamati a effettuare, sviluppare le competenze in altre aree che potranno essere prese in esame nelle attività future di formazione rivolte agli utenti.

 

In particolare verrà data particolare importanza alla comunicazione sul corretto uso degli strumenti del nuovo Desktop eTwinning per agevolare una piena e fruttuosa partecipazione alla comunità online da parte di tutti gli utenti. Gli ambasciatori sono, in questa comunità, i primi tra pari e condividono nella loro attività eTwinning di utenti l’esperienza maturata negli anni affiancando i colleghi che si trovano alla prima esperienza.

Ma l’urgenza di questa formazione è data anche da una recente segnalazione dell’Unità centrale alle Unità nazionali sui rischi e ostacoli che possono intervenire in caso di uso non adeguato dei diversi strumenti recentemente attivati sul Desktop eTwinning: sale insegnanti, gruppi eTwinning, il mio diario, forum di ricerca partner specifici per livello di età degli strumenti.

Gli accessi al Desktop si sono infatti moltiplicati di quasi il doppio dal 2009 al 2010, e i nuovi strumenti, disponibili da ottobre scorso, stanno lentamente acquistando popolarità, ma è necessario che ogni strumento sia usato secondo le finalità per cui è stato pensato. Si sono già verificati casi di spam e cross-posting con messaggi identici postati in forum diversi molte volte. Questo ostacola ovviamente la partecipazione degli altri utenti e rende difficile la comunicazione. 

 

Un altro aspetto della formazione intende preparare gli ambasciatori a possibili iniziative future di formazione verso utenti principianti, anche gestite in prima persona dagli ambasciatori stessi. In particolare l’organizzazione di eventi di corto raggio o sessioni di formazione online all’interno di una classe virtuale con piccolo gruppo di partecipanti, cosa che accade già, ad esempio, nel Lazio.

 

Infine si parlerà di qualità dei progetti, proponendo una riflessione sui criteri della qualità individuati a livello europeo per la certificazione. Anche in questo caso l’idea è di condividere quanto più possibile il punto di vista e le priorità stabilite a livello nazionale con coloro che sono a vario titolo chiamati a contribuire all’innalzamento della qualità di eTwinning in Italia. Come è noto, la qualità e il livello considerato di eccellenza cambiano nelle interpretazioni che dei sei criteri del Quality label vengono adottate in ogni paese. In Italia in particolare i criteri sono declinati dando priorità alle modalità e al processo della collaborazione tra i partner, al coinvolgimento diretto degli alunni, all’adozione e implementazione, se possibile su lungo termine, di metodologie e approcci didattici innovativi. Oltre a incentivare la candidatura dei progetti alla certificazione di qualità il contributo degli ambasciatori può essere importante nell’orientare le scelte didattiche operate dai docenti eTwinning.
 
 

 

Il seminario si terrà dal 24 al 26 marzo prossimi a Rimini, presso l’hotel Continental. Gli inviti agli interessati verranno recapitati a mezzo e-mail e fax nei prossimi giorni agli istituti scolastici di appartenenza. Su questa pagina sarà presto disponibile anche il programma dell’evento.

 

di Alessandra Ceccherelli


Amministrazione blog a cura dell’ambasciatrice Linda Giannini

 

NIDays 2011: programmare robot con LabView

Dopo il successo dell’anno scorso in occasione del NIDays2011 torna il seminario sulla robotica educativa e LabView! A Milano dalle 10:00 alle 13:00 presso NH Centro Congressi Milanofiori si terrà un seminario per docenti e appassionati per capire come programmare robot con LabView nelle scuole superiori di primo e secondo grado.

Il seminario avrà i seguenti argomenti: 

– Introduzione alla robotica educativa nella scuola superiore di primo e secondo grado

– Introduzione del linguaggio NXT-G per programmare i kit robotici Lego Mindstorm NXT 

– Uso di LabView con il kit lego Mindstorm

– Uso didattico di LabView con altre risorse, per esempio Arduino 

Il seminario sarà della durata di 3 ore e avrà valore come corso di aggiornamento per gli insegnanti. Alla conclusione delle 3 ore verrà rilasciato un attestato di partecipazione.

Essendo Scuola di Robotica ente formatore, questo corso consente l’esonero dall’insegnamento per i docenti.

Ecco alcune informazioni utili per seguire il seminario:

Quando?

23 Febbraio  2011 dalle 10:00 alle 13:00

Dove?

NH Centro Congressi Milanofiori – Assago

Strada 2a

Per l’iscrizione (gratuita)

Scrivere a corsi.sdr@gmail.com 

=====================
Linda Giannini e Carlo Nati
Redazione Web-X


web-x su facebook
http://www.facebook.com/pages/web-x/346304064936

6 Premi da 3.000 Euro ciascuno per tesi di laurea sui temi dell’ICT

Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici e AICA, con il patrocinio della Fondazione CRUI, indicono anche quest’anno un concorso per l’assegnazione di n. 4 premi dell’importo di Euro 3.000 (tremila)ciascuno per le migliori tesi, ad autore unico, di laureati delle Università Italiane, che abbiano trattato argomenti concernenti l’area tecnico scientifica dell’ICT e l’area delle applicazioni dell’ICT.

Ai 4 premi si aggiungono 2 ulteriori premi di pari importomessi a disposizione da CINI (Consorzio Interuniversitario Nazionale per l’Informatica) e da CNIT (Consorzio Nazionale Interuniversitario per le Telecomunicazioni).

Possono partecipare al concorso quanti abbiano conseguito presso una Università Italiana una laurea specialistica, magistrale o quinquennale nel periodo 1° gennaio 2010 – 31 dicembre 2010.

Le domande vanno presentate entro il 28 febbraio 2011.
Bando e al regolamento
http://wimpe.mgeng.com/
In allegato si invia la locandina in formato PDF.
Vista la scadenza prossima invitiamo gli interessati a divulgare l’iniziativa.
Con i migliori saluti.

Daniela Rovina
Responsabile Comunicazione e Relazioni Esterne

AICA
Piazzale Rodolfo Morandi, 2
20121 Milano
http://www.aicanet.it

=====================
Linda Giannini e Carlo Nati
Redazione Web-X


web-x su facebook
http://www.facebook.com/pages/web-x/346304064936

FuturEnergia is back – Take part to the first online

Dear teachers and educators,

Happy New Year!

FuturEnergia encourages new teaching and learning opportunities in the field of energy and sustainable development.

In 2011, FuturEnergia will:

  • Encourage schools to organise local events and register them on the FuturEnergia website. The best events will be selected and attended by an expert in Energy!
  •  Invite schools to participate to online debates with experts of the field.

Futurenergia is now launching the first online debate for 2011:

Theme: “Educating schools on energy – what is the future of energy ducation in Europe?”

Experts: Paul Xuereb, Malta; Cveto Fendre, Slovenia; experts in energy education.

Date: 24/01/2011
Time: 15:00 CET

Context:

The European Union’s 2020 strategy focuses on smart, sustainable and inclusive economy delivering high levels of employment, productivity and social cohesion. What is the role of schools and teachers in supporting the European Union’s ambitious 2020 goals through energy education and how can energy education further be developed?”

Please scroll down for further information on the experts.

If you are interested in participating to this online discussion with your
students, please contact us at
futurenergia@eun.org  whereby we will send
you all relevant information.

Do not forget to check out the website at www.futurenergia.org
and our latest blog post, written by our Slovenian expert, Mr Cveto Fendre:
http://blog.eun.org/futurenergia/

Looking forward to seeing you online,
The Futurenergia team
——————————————
Santi Scimeca
Senior Project Manager
European Schoolnet

=====================
Linda Giannini e Carlo Nati
Redazione Web-X


web-x su facebook
http://www.facebook.com/pages/web-x/346304064936

Education 2.0: La grande fabbrica delle short stories

Education 2.0 dà il via a un’iniziativa rivolta ai ragazzi delle scuole medie che desiderino confrontarsi con la scrittura per la produzione di racconti ambientati tra i muri della scuola.

La redazione di Education 2.0 dà il via a un’iniziativa rivolta ai ragazzi che si vogliono cimentare con la scrittura, la “Grande fabbrica delle short stories”, a cui potete inviare brevi racconti che hanno come cornice generale la vita della classe, lo stare nella scuola e il desiderio di raccontare ciò che interessa o diverte dentro quella cornice.

 

 

PROTAGONISTI
Ragazze e ragazzi della scuola media che vogliano sperimentare il gusto di scrivere un racconto e il piacere di vederlo pubblicato su Education 2.0.

PERCHÉ SCUOLA MEDIA?
Perché è la terra di mezzo, l’età dove, statisticamente, si legge di più… e chi più legge più scrive.

REGISTI
I docenti, naturalmente, come leggendarie presenze nella terra di mezzo, che devono far saltare il fosso che separa il linguaggio del tema da quello del racconto e selezionare le storie migliori per la pubblicazione.

La grande fabbrica delle short stories

Education 2.0 raccoglierà e pubblicherà le short stories inviate, sulla scuola che c’è, vista dagli alunni, ma anche sulla scuola che non c’è, dato che i contributi inviati possono essere realizzati anche attraverso disegni, audiovisivi, podcast o nuove modalità di rappresentazione dei contenuti che avranno come unico limite la fantasia dei giovani autori.

Scrivete a calip@panservice.it

=====================
Linda Giannini e Carlo Nati
Redazione Web-X 


web-x su facebook
http://www.facebook.com/pages/web-x/346304064936

community@educationduepuntozero.it

Cercasi insegnanti x sperimentare progetto di poesia collaborativa online

Un mio dottorando sta facendo uno studio sulla poesia collaborativa online e cerca insegnanti interessati a sperimentarla con i loro studenti. Se conoscete qualcuno interessato per favore mettetemi in contatto al più presto (Giuliana.Dettori@itd.cnr.it). Questa attività è adattabile a diversi obiettivi didattici (approfondire le forme di poesia, migliorare l’espressione, utilizzare una lingua straniera, ecc; inoltre, stimola la creatività e la capacità di lavoro collaborativo, nonché la conoscenza di strumenti TIC). E’ adatta a qualsiasi livello di età, dalla scuola dell’obbligo all’università, e anche per situazioni di apprendimento informale (doposcuola, gruppi di lavoro ecc.). Insegnanti di qualsiasi materia e tipo sono benvenuti.

One of my PhD students is making a study on online collaborative poetry, and is looking for teachers interested in experimenting this activity with their students. Please get in touch with me if you know anybody interested (Giuliana.Dettori@itd.cnr.it). Online collaborative poetry can support a variety of educational purposes, such as improving expression, using a foreign language, deepening knowledge of poetry, as well as fostering creativity, collaboration, and use of online platforms. All levels, subjects and languages are welcome.

 
Giuliana Dettori
Istituto per le Tecnologie Didattiche
Consiglio Nazionale delle Ricerche
Via de Marini 6
16149 Genova (Italy)

=====================
Linda Giannini e Carlo Nati
Redazione Web-X


web-x su facebook
http://www.facebook.com/pages/web-x/346304064936

nuova versione di So.Di.Linux: “SoDiLinux@cts.vr”

 

SoDiLinux@cts.vr

Si tratta di una distribuzione realizzata grazie ad una sinergia tra chi è nella scuola e sperimenta quotidianamente [CTS di Verona] e chi fa ricerca pensando alla scuola (ITD-CNR). Basata su Ubuntu 10.04, contiene:

  • 43 dei software didattici presenti nel repository di So.Di.Linux, scelti fra quelli più utilizzati a scuola; 
  • alcuni software finalizzati all’accesso facilitato che possono essere utilizzati anche per lavorare con i programmi della suite Open Office 3.2 
  • alcuni software specifici per la gestione di un laboratorio in rete
  • alcuni software per la gestione e l’uso di LIM E` una versione dvd (la iso è di 1,9Gbyte) con driver aggiornati ai requisiti di sistema dei PC di ultima generazione.

I requisiti minimi di sistema sono:

  • CPU Intel compatibile (Pentium 4 o superiori)
  • Freq. CPU 2,4 GHz o superiore
  • 512 Mbyte di memoria
  • lettore DVD-ROM di avvio
  • una scheda video SVGA compatibile
  • un mouse seriale standard, o PS/2, o USB IMPS/2-compatibile.

*** ATTENZIONE ***

Una volta caricato il live dvd richiede una password per l’utente “Scuola”.

La password predefinita è: scuola

=====================
Linda Giannini e Carlo Nati
Redazione Web-X


web-x su facebook
http://www.facebook.com/pages/web-x/346304064936

Seminario Share.TEC

 

GIORNATA DI STUDIO
Le risorse educative digitali nell’approccio costruttivista. Metodi e strumenti per la condivisione 
– Genova, 27 Gennaio 2011

 


il programma

 

Tema della giornata
Numerose iniziative recentemente promosse nel campo delle risorse educative digitali aperte (OER) ripropongono la problematica connessa con il ruolo che i materiali didattici sono chiamati a svolgere nei processi di apprendimento, formali ed informali, di stampo costruttivista. In particolare, una rilettura in chiave costruttivista della funzione svolta dai learning object richiede non solo di estendere le potenzialità descrittive dei linguaggi di rappresentazione per catturare elementi legati al contesto, alla dimensione sociale, alle strategie didattiche, ecc.; ma anche di catturare le caratteristiche di attività, processi, ruoli e ambienti di apprendimento. Questa giornata di studio si propone di analizzare le problematiche sopra riportate, alla luce di alcune esperienze e progetti presenti nel panorama italiano ed internazionale.

La mattinata sarà dedicata agli interventi dei relatori invitati e durante il pomeriggio verranno discussi i contributi dei poster dei colleghi che intenderanno intervenire, e che potranno riguardare i seguenti temi:

  • la relazione tra i linguaggi di rappresentazione delle caratteristiche delle risorse educative digitali e il paradigma costruttivista dell’apprendimento
  • le problematiche pedagogiche sottese all’uso di learning object nella formazione degli adulti e, in particolare, degli insegnanti
  • il ruolo giocato da standard, strumenti e piattaforme per la condivisione di risorse educative digitali nell’instructional design
  • esperienze di riuso delle risorse educative nella progettazione didattica

=====================
Linda Giannini e Carlo Nati
Redazione Web-X


web-x su facebook
http://www.facebook.com/pages/web-x/346304064936

Web-X Edidablog: messaggio di servizio

 

Gentile docente del servizio nazionale di Blog e Podcast Web-X,

 

in questi giorni festivi abbiamo provveduto a ‘migrare’ il server del servizio edidablog – http://www.edidablog.it – su una macchina maggiormente performante. Ultimamente abbiamo avuto problemi di traffico che crediamo ora siano risolti.

 

Vogliamo ringraziarvi per la fiducia accordataci e augurare a tutti un sereno 2011. Che sia un buon anno per tutti.

 

Come sempre siamo a disposizione per migliorare il servizio offerto pur nella sua gratuità e modalità di erogazione. Se non utilizzi più i nostri servizio e il tuo blog – podcast (magari abbandonato) può essere cancellato ti preghiamo di farcelo sapere. 

 

 

Il servizio nazionale Web-X ospita due piattaforme: la ‘vecchia’ b2evolution con i blog 2005 – 2008 ma che qualcuno non ha mai abbandonato e la ‘nuova’ piattaforma wordpress che offre maggiori possibilità rispetto a plugin e template.

 

Rispetto alla nuova piattaforma segnalateci anche l’intenzione di avere questo o quel determinato plugin o tema per il vostro blog – podcast.

 

Ricordiamo infine che i plugin devono essere attivati dall’utente: prima di attivarli documentatevi online sulla particolarità di ogni specifico plugin. Tanto per fare un esempio il plugin “Private Me” rende il blog privato, accessibili quindi solo con password e pertanto sarà un plugin che pochi avranno il bisogno di attivare.

 

Askimet invece è un plugin attivato su tutta la rete di blog. Se non lo avete già fatto proteggete ora il vostro blog attivando gratuitamente una chiave API, seguendo le indicazioni contenute alla relativa voce.

 

A tutti buon lavoro.

Redazione Web-x

COMUNICAZIONE IMPORTANTE PER LA COMMUNITY WEB-X

Carissime/i,
innanzitutto auguri di Buon 2011.

Cogliamo l’occasione per informarvi che ci sono lavori in corso e che il servizio Web-X sul sistema attuale e’ stato temporaneamente interrotto; quello nuovo -piu’ stabile e aggiornato- è già pronto ed il caspur sta provvedendo a trasferirvi sopra i materiali [blog, podcast, video, immagini,…] salvaguardando cosi’ quanto da voi realizzato in questi anni.

Vi chiediamo, quindi, di accordare al progetto la consueta fiducia.

Grazie per la comprensione e collaborazione, Linda e Carlo
=====================
Linda Giannini e Carlo Nati
Redazione Web-X


web-x su facebook
http://www.facebook.com/pages/web-x/346304064936

Pinocchio 2.0 su Education 2.0

Carissime/i,
comunico che oggi e’ stato pubblicato su Educattion 2.0 “
È ancora attuale Pinocchio?”  articolo di Carlo Ridolfi, giornalista pubblicista, scrive di cinema su varie riviste e collabora con l’associazione Casa delle Arti e del Gioco, fondata e diretta da Mario Lodi. Fa parte del gruppo Pinocchio 2.0.

Il libro di Collodi è ancora oggi uno dei più tradotti, letti e conosciuti su scala planetaria. Intreccio e caratterizzazione dei personaggi sono tali da costituire un vero e proprio testo originario, che rimanda a caratteri universali, sul quale è possibile innestare variazioni, varianti, parafrasi e parodie di ogni tipo. Una rassegna di alcuni materiali esistenti.

Buona lettura, Linda e Carlo
====================
Linda Giannini e Carlo Nati
Redazione Education 2.0

Education 2.0: Robotica educativa in Ospedale

Carissime/i,
ecco on line su Education 2.0 il contributo di Loretta Nappi:
Robotica Creativa in ospedale legato all’evento Insegnare e imparare con la robotica che si e’ svolto in contemporanea ad ABCD 2010 presso la facoltà di Ingegneria – Aula F07 Padiglione D, Genova nov. 2010

Buona lettura, Linda e Carlo
====================
Linda Giannini e Carlo Nati
Redazione Education 2.0

Pinocchio 2.0 su Education 2.0

Carissime/i,
comunico che oggi e’ stato pubblicato su Educattion 2.0 “Geppetto, Pinocchio e i loro compagni di viaggio” articolo di Donatella Merlo Dai mondi virtuali a quelli reali tramite la narrazione. L’uso di diversi strumenti informatici, finalizzato alla realizzazione di un progetto, che ha uno sfondo di tipo narrativo, espande le capacità creative degli allievi e crea un contesto di apprendimento molto promettente.

[Scarica il racconto in dettaglio dell’esperienza in PDF]

Buona lettura, Linda e Carlo
====================
Linda Giannini e Carlo Nati
Redazione Education 2.0

Education 2.0: Nativi e migranti digitali

La video intervista, curata da Bruno Nati, è stata raccolta durante la Conferenza GARR 2010 in cui Guglielmo Trentin è intervenuto su “Le nuove frontiere dell’apprendimento in rete: fra formalità e informalità” Si veda anche la video intervista a Enzo Valente “GARR: università e ricerca italiane in rete

GARR: università e ricerca italiane in rete (7:29)

===============
Linda Giannini e Carlo Nati
Redazione Web-X