il Saxofono italiano

Qui la trascrizione della Sonata Concerto Saxemily del Maestro Eraclio Sallustio (fratello di mia nonna Isabella).Perché tutti possano consertare anche l’originale, Fabio Sammarco (Docente: Saxofono nel Conservatorio di musica “N. Piccinni” di Bari) ha assemblato nei file scaricabili dal Sito https://www.ilsaxofonoitaliano.it/opere/saxemily/ sia la parte trascritta che il prezioso manoscritto (intercalati dalle tre prime di Copertina che vanno poste all’inizio della trascrizione.)

sonata Saxemily del maestro Eraclio Sallustio

Il 31/07/2022, alle ore 21.00*, a Sogliano Cavour (LE) si terrà il Concerto inaugurale del 1° Concorso Il saxofono italiano e verrà eseguito concerto-sonata Saxemily del maestro Eraclio Sallustio, il fratello di mia nonna Isabella

https://www.facebook.com/photo/?fbid=10225204934222417&set=gm.2845291085776601

31/07/2022 ore 21*, Sogliano Cavour (LE)
Concerto inaugurale del
1° Concorso Il saxofono italiano

nell’area “CLASSICA” del Locomotive Jazz Festival

COLLETTIVO ITALIANO DI SASSOFONI ( Antonino Mollica – S, Basilio Merlino – A, Mario Ciaccio – T, Fabrizio Mancuso – B )

costituito da concertisti internazionali di origine siciliana e docenti (IN FRANCIA!!!!!!) nasce appositamente per l’occasione sposando interamente i valori di PROMOZIONE dell’originalità e , secondo il principio fondante tutto il progetto “Il saxofono italiano”, del circolo virtuoso,

ESEGUIRÀ
BLITZ – ENNIO MORRICONE
FOUR SOUL – MAURIZIO BIGNONE
BURLESQUE – @MAURIZIO BILLI
THE STORM – BASILIO MERLINO ●PEA
FREAK MAMBO – @MAURO SCHIAVONE
ALFIN SERENO – GIUSEPPE ALESSANDRINI (SOGLIANESE)
FOUR SAX – PAOLO GEMINIANI ●PEA
NANA – GIUSEPPE SASSO ●PEA

●PEA = Prima Esecuzione Assoluta (..e fin qui sono 9  poi…)*

il CONCORSO avrà per GIUSTA GIURIA: Mario Marzi, Fabrizio Mancuso , Roberto Todini , Paolo Geminiani , Daniele Berdini , Francesco Loiacono , Raffaele Casarano (Fabio Sammarco )* e i FUTURISTI CONCORRENTI INTERPRETI sono Diego Vergari /Sx + Antonio Aprile /Vc (che eseguiranno Giuseppe Sasso ●PEA), Gerardo Cervasio /Sx – Vallese Teresa/Vc (eseguono Guido Donati ) , Matteo Cacciapaglia + MGL/Pf (Giuseppe Cappelli, Armando R Del Vecchio, Angelo Francesco Cuneo), Catia Bertolini + MGL/Pf (Picchi Ermanno -De Paola Angelo, Damiano D’Ambrosio ), Giuseppe Cavone solo (Eugenio Colombo , Domenico Turi , Alessandro Lanzi , Alessio Manega ), Salvatore Gorgone + MGL/Pf ( Giuseppe Di Giunta ●PEA), Lorenzo Ronti + MGL/Pf (Marco Ciccone ●PEA), Vergari /Sx + MGL/Pf (Sasso ● PEA , Eraclio Sallustio ●PEA), Quartetto Morlacchi – Cojocaru Simone + Catia Bertolini + Torzuoli Cristian + Lorenzo Ronti (Antonio Rossi , Davide Boario , Stefania Tallini , Borgioni Maurizio ●PEA)

e…per MGL/Pf, la straordinaria pianista Mariagrazia Lioy

A presto altro….sulle fasi e sul concerto di chiusura del Concorso (02/08/2022) 

SPONSOR
BG France – frHenri SELMER Paris SaxophonesArs PublicaAndrea NicoliD’Addario WoodwindsIsabella Fabbri @Le muse di Luigi PapagniSconfinarte @Agenda di Gianpaolo Salbego*dalle ore 18 le prime prove semifinali 

rif. (Docente: Saxofono nel Conservatorio di musica “N. Piccinni” di Bari) https://www.ilsaxofonoitaliano.it/artisti/sammarco-fabio-1/

Global junior challenge: la giuria del gjc

10ª edizione 15 – 17 dicembre 2021

tratto da https://www.gjc.it/news/la-giuria-del-gjc

La giuria

La giuria è accuratamente selezionata dalla Fondazione Mondo Digitale e dà voce al mondo delle istituzioni e dell’educazione. Valuta i progetti e le candidature dei docenti e dirigenti innovatori per via telematica e decreta i finalisti. I primi progetti di ogni categoria partecipano all’evento conclusivo del Global Junior Challenge 2021, che si tiene a Roma dal 20 al 22 ottobre 2021. Ciascun finalista può raccontarsi al pubblico, grazie a uno spazio dedicato nella grande area espositiva (fisico o virtuale). Al termine di questa prima selezione la giuria, coordinata da un presidente designato, opera una riflessione finale sui risultati e decreta i vincitori. L’evento finale si conclude con la proclamazione e la premiazione dei vincitori del concorso nella Sala Giulio Cesare in Campidoglio (da confermare) alla presenza delle istituzioni. 

https://www.gjc.it/

Carissimi giurati del Global Junior Challenge 2021,

ci ritroviamo ancora una volta a esprimervi tutta la nostra gratitudine. Il lavoro che avete svolto è stato determinante per la riuscita di questa edizione, sappiamo che  non si è trattato di un compito semplice poiché le candidature che sono arrivate sono state tante e variegate. Un lavoro complesso, così come il mondo della scuola degli ultimi due anni, che speriamo di essere riusciti a raccontare almeno un po’.
Per la Fondazione Mondo Digitale, sapere di poter contare sulla presenza di un solido nucleo come quello costituto per la giuria di questa edizione, è stato davvero prezioso! Ci teniamo dunque a condividere i momenti trascorsi durante queste giornate.

Infine, ma non per importanza, un po’ di link alla sezione news del sito di Fondazione Mondo Digitale, in cui potete trovare le ultime notizie su:
dirigente innovatoredocente innovatore e i progetti vincitori.

Con questo concludo dandovi appuntamento alla prossima edizione del Global Junior Challenge nel 2023, siamo certi che insieme a voi possiamo gettare già  dai prossimi mesi delle belle premesse per il futuro!
Non mi resta che farvi i migliori auguri di buone feste da parte di tutta la Fondazione.

Un caro saluto, Clarissa

HELMETO 2021 Technical

HELMETO 2021 Technical – 9 settembre 2021
17:15-18:00 In memory of Luigi Sarti and Antonella Galanti (Event in Italian) urly.it/3fdxs

https://sites.google.com/unipi.it/helmeto2021/program

In the following you can find the overall program of the Workshop and the detailed list of the contributions that will be presented in the different tracks.

Every presentation will be held remotely via Microsoft Teams. Presenters and attendees can access a particular session by following the corresponding link below (links not available at the moment).

As a reminder, each presenter will have a timeslot of 15 minutes: 12 mins for presenting + 3 mins for questions. Therefore, you are kindly invited to respect the time constraints. The presentations will follow the orders specificed in the list of contributions.

September 9 2021

Morning

  • 09:00-10:00 Opening Ceremony [link]
  • 10:00-11:00 First Plenary Talk: Prof. Cristóbal Romero “Educational data mining and learning analytics: An updated survey” [link]
  • 11:00-11:15 Coffee break [link]
  • 11:15-13:15 General Track 1: Methodologies for Distance Learning in Higher Education [link]
  • 13:15-14:00 Lunch Break

Afternoon

  • 14:00-16:00 General Track 2: Technologies for Distance Learning in Higher Education [link]
  • 16:00-16:15 Coffee break [link]
  • 16:15-17:15 Second Plenary Talk: Matthew Gray – ION Group “The new normal: Learn how AI and the digitalization of human capital will enable the future of work and education in a post-pandemic world” [link]
  • 17:15-18:00 In memory of Luigi Sarti and Antonella Galanti (Event in Italian) [link]

September 10 2021

Morning

  • 09:00-10:00
    • Special Track 1: Digital skills in e-learning and continuous online training [link]
    • Special Track 7: Student’s perception of online learning, teaching, and assessment in higher education [link]
  • 10:00-10:15 Coffee break [link]
  • 10:15-11:15 Third Plenary Talk: Prof. Anna Dipace and Dr. Maka Eradze “Covid-19 educational emergency: magnifying glasses for the field of educational technology” [link]
  • 11:15-13:00
    • Special Track 3: Faculty Development, Distance Education and online learning systems in higher education [link]
    • General Track 3: Facing COVID19 Emergency in Higher Education Teaching [link]
  • 13:00-14:00 Lunch Break

Afternoon

  • 14:00-16:00
    • Special Track 2: E-learning and disciplinary teaching: issues and innovations in contemporary higher education [link]
    • Special Track 4: From an emergency DaD to new forms of blended learning via effectful methodologies to design, deliver and evaluate learning [link]
  • 16:00-16:15 Coffee break [link]
  • 16:15-17:30 Closing Ceremony and HELMETO 2021 Awards [link]

Please note that all program timings according to Central European Summer Time (CEST)

Detailed Program of the Presentations

DAY 1 – MORNING

General Track 1 – September 9, 2021, 11.15-13.15

Chair: Paolo Raviolo

1. Tomas Javorcik “Analyzing University Students’ Behavior in a Microlearning Course”

2. Graziano Cecchinato and Romina Papa “Forget messy forums! Promoting content-anchored discussions in Higher Education with Perusall”

3. Messuri Immacolata and Cinganotto Letizia “Personalization and individualization of an online university learning pathway”

4. Alessandra Renieri, Francesca Gratani and Lorella Giannandrea “Experience” on the screen: an online training course on Educational Robotics for pre-service teachers”

5. Simona Ferrari and Ilaria Terrenghi “Using videos and video annotation tools in higher education: preliminary results of a case study”

6. Adrian Burden, Dave Sims, Clare Pheasey, Sean Maudsley-Barton and Georgina Stebbings “Improving student engagement and building of on-line communities – a revised and integrated approach”

7. Francesco Lupi, Angela Dini, Maria Pacini, Tecla Arrighini, Noemi Debbi, Tina Ofria, Antonio Bindi and Michele Lanzetta “Cooperative scientific literature search and socialization through virtual teams”

DAY 1 – AFTERNOON

General Track 2 – September 9, 2021, 14.00-16.00

Chair: Natalia Padilla-Zea

1. Gaetano Anastasi and Paolo Musmarra “Internet of Things in the Classroom”

2. Rubén Baena-Pérez, Elena Villar-Navarro, Juan Manuel Dodero, Jose Antonio Perales and Iván Ruiz-Rube “Virtually guided visits as an educational tool”

3. Luis de-la-Fuente-Valentin, Elena Verdú, Natalia Padilla-Zea, Claudia Villalonga Palliser, Xiomara Patricia Blanco Valencia and Silvia Margarita Baldiris Navarro “PLeNTaS: Towards a semiautomatic help for teachers in assessing e-learning tasks in higher education”

4. Pasquale Ardimento, Mario Luca Bernardi and Marta Cimitile “Exploring software teams behavior: a process mining approach”

5. Lara Tinacci, Lisa Guardone, Alice Giusti, Stefano Pardini, Claudio Benedetti, Francesco Di Iacovo and Andrea Armani “An E-learning platform for the compulsory basic practical training of veterinarians: distance education for supporting “Day One competences” in meat inspection”

6. Mariapaola Puggioni, Emanuele Frontoni, Marina Paolanti, Roberto Pierdicca and Arianna Vecchi “Augmented Distance Learning: an experience of Augmented Reality education during COVID-19 pandemic”

7. Gabriella Casalino, Luca Grilli, Daniele Schicchi and Davide Taibi “Intelligent Knowledge understanding from students questionnaires”

8. Maria Luisa Chiofalo “The Physics of Everyday Life Toolbox for Basic Physics Courses”

DAY 2 – MORNING – Parallel Tracks

Special Track 1 – September 10, 2021, 9.00-10.00

Chair: Maria Grazia Simone

1. Iratxe Lejarreta, Natalia Padilla-Zea and Alberto Corbi “Digital Training for Kenyan Digital Learning”

2. Sara Lo Jacono, Salvatore Messina, Giulia Rocchi and Maria Grazia Simone “New alphabets and basic skills in telematic universities”

3. Paolo Raviolo, Salvatore Messina, Irene Mauro and Marco Rondonotti “Different perspectives of e-tutoring in online higher education”

Special Track 7 – September 10, 2021, 9.00-10.00

Chair: Massimiliano Barattucci

1. Nadia Carlomagno and Valeria Minghelli “Interpersonal distance in Distance Learning Workshop Didactics (DLaD) centered on performativity. The paradigm of space in technology-based dialogues”

2. Monica Fedeli, Marica Liotino, Edward W. Taylor and Marianne Grace Z. Araneta “Using MOOC to enhance learning in higher education blended programs: University of Padua”

3. Tiziana Ramaci, Enrico Bocciolesi, Regina Brandolini and Massimiliano Barattucci “The perceptions of students of the online academic learning environment: a preliminary study with Italian undergraduates in Psychology”

General Track 3 – September 10, 2021, 11.15-13.00

Chair: Gabriella Casalino

1. Francesco Forti, Donato Nicolo and Chiara Roda “A third year hands-on laboratory course for the Laurea in Physics in COVID time”

2. Andrea Tinterri, Maka Eradze and Anna Dipace “The toll of the Pandemic: Emergency Remote Teaching and Students’ Coping and Study Strategies”

3. Paola Cappellini, Arianna Biancani, Adio Terranova, Francesco Marcelloni, Chiara Roda, Arturo Marzano, Silvia Bruti and Marco Polini

“The Foundation Course of the University of Pisa: a distance learning experience with students from 23 different countries”

4. Pietro Ducange, Gionatan Gallo and Francesco Marcelloni “Leveraging Cooperative Group Activities for Improving Student Engagement in Innovative IT Program Degrees”

5. Natalya Kalatskaya, Roza Valeeva and Liliia Latypova “Teaching Practicum Online During Pandemic: Challenges and Solutions”

6. Albina Drozdikova-Zaripova, Roza Valeeva and Niyaz Latypov “Students’ Motivation for Learning Activities in the Context of the COVID-19 Pandemic: Track Record and Enhancement Strategy”

7. Julian Langenhagen “The Use of a Gamified Mobile Learning App in an Accounting Course: Exploring the Impact of COVID-19”

Special Track 3 – September 10, 2021, 11.15-13.00

Chair: Viviana Vinci

1. Stefano Di Tore, Michele Domenico Todino and Lucia Campitiello “Lab-H: a Laboratory to develop 3D Printable Inclusive Open Educational Resources”

2. Serena Triacca, Federica Pelizzari, Flavia Scott and Pier Cesare Rivoltella “Four blended learning scenarios at the Catholic University of the Sacred Heart: the #eCatt plan”

3. Loredana Perla, Stefania Massaro and Viviana Vinci “Virtual Patient Education scenarios: exploratory step in the study of obesity prevention through telemedicine”

4. Viviana Vinci, Alessia Scarinci and Loredana Perla “Distance Education and Digital Scholarship: new challenges for Faculty Development”

5. Laura Sara Agrati, Svetlana Karkina, Viviana Vinci, Roza Valeeva and Marco Lazzari “Developing the novice teacher assessment literacy: the challenge of online training”

DAY 2 – AFTERNOON – Parallel Tracks

Special Track 2 – September 10, 2021, 14.00-16.00

Chair: Fabrizio Barpi

1. Dario Antonelli, Antonio Maffei and Chrysostomos Stylios “Overcoming the obstacles hindering the application of Virtual Reality to e-learning”

2. Antonella De Blasio and Fiorella Vinci “Disciplinary teaching in higher distance education: narrative learning and trasformative practices”

3. Raquel Pérez-Antón, Alberto Corbi Bellot and José Ignacio López Sánchez “Learning Quantum Computing with e-QLearning”

4. Alessandro Iannella, Paola Morando and Maria Luisa Spreafico “The Advent Calendar: A University Experience for Spacing Learning, Practicing Math, and Enjoying Studying”

5. Eleonora Boffa, Francesco Lupi, Michele Lanzetta and Antonio Maffei “The digital transformation of Engineering curricula: the categories that preserve Constructive Alignment”

6. Fiorella Vinci “Reinventing academic work: the social functions of disciplinary teaching and e-learning”

7. Isabella Bruni, Maria Ranieri and Francesca Pezzati “Coaching teachers in higher education at the time of covid-19”

Special Track 4 – September 10, 2021, 14.00-16.00

Chair: Nadia Sansone

1. Riccardo Mazza “A blended learning approach to teach Computer Graphics at distance”

2. Stefania Chipa, Chiara Giunti, Patrizia Lotti and Lorenza Orlandini “DaD experiences in upper secondary school: methodologies and instruments for lifelong learning”

3. Alessio Ceccherelli and Angela Spinelli Peer evaluation in initial teacher training: a blended learning experience

4. Ilaria Bortolotti, Nadia Sansone and Donatella Cesareni “Empowering online Higher Education through effective e-tivities”

5. Manuela Fabbri and Nadia Sansone “Supporting active learning and participation through Online Role-Taking: students’ perceptions and designing suggestions.”

6. Barbara Bruschi and Manuela Repetto “Reframing higher education teaching and learning strategies after pandemic crisis”

7. Vera Calchi, Nicoletta Di Blas and Aldo Torrebruno “Flipped Classroom and Educational Videos: Instant Students’ Feedback”

GJC: la giuria della decima edizione

Alice Avallone | Simona Sinesi | Sara  Stracqualursi | Daniele Carnevale | Mavi Ferramosca | Gabriella Cecchetti | Giuseppe Trieste | Carlo Nati | Celestino Rocco | Marco Calvani | Irene De Angelis Curtis | Paolo Lamanna | Michele Perna |Flora Di Martino |  Linda Isabella Lidia Giannini | Anna Rita Vizzari | Venera Munafò | Letizia Cinganotto | Francesco Zumbo | Emilia Pfusch | Luisa   Lenta | Ciro Mancino | Claudio Capobianco | Francesca Burgos | Laura Cesaro | Maurizio Marrara | Antonella Semillia | Alessandro Catellani |Francesco Piero Paolicelli | Emilia Sera | Daniela Di Donato | Sandro Mariani | Marina Minoli | Domenico Dicarolo | Gilda Tempesta

GIURIA

I membri della giuria

I membri della giuria sono selezionati sulla base delle loro conoscenze ed esperienze maturate nel campo dell’innovazione, educazione, comunicazione e inclusione sociale. La giuria viene suddivisa in gruppi di lavoro, in modo che ogni progetto venga valutato da almeno tre giurati. L’impegno come giurato viene svolto a titolo gratuito.

Come candidarsi

Per candidarsi a far parte della giuria è possibile inviare, entro il 31 luglio 2021, una foto, un curriculum aggiornato e una breve lettera motivazionale a info@gjc.it specificando in oggetto “Candidatura giuria GJC”. Con l’invio del materiale i candidati esprimono il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi del Decreto legislativo (GDPR, Ue 2016/679) “Regolamento Europeo in materia di protezione dei dati personali”. Autorizzano inoltre a usare, nel rispetto della normativa vigente, in qualunque forma o modo, in Italia e all’estero, senza limitazioni di spazio e tempo e senza compenso, la propria immagine e i materiali digitali prodotti, anche mediante riduzioni o adattamenti per le attività di promozione e comunicazione del concorso Global Junior Challenge.

La giuria valuta i progetti per via telematica e decreta i finalisti che partecipano all’evento finale. 

La valutazione

Criteri generali

I progetti vengono giudicati per il loro contributo allo sviluppo dell’educazione per il 21° secolo e dell’inclusione sociale. I giurati devono identificare i progetti più innovativi e “ispiranti” che adottano un approccio efficace nell’applicazione delle nuove tecnologie, rispondendo prontamente al contesto di pandemia globale.

Criteri specifici

I giurati danno un voto da 1 a 10 per ognuna delle seguenti aree: innovazioneutentiimpattoscalabilità.

In particolare: 

INNOVAZIONE – I giurati valutano l’innovazione del progetto nel contesto sociale di riferimento, e non solo l’aspetto tecnologico, ponendosi le seguenti domande:

  • Quanto è innovativo il progetto nel suo complesso?
  • Quanto è innovativo il progetto in riferimento ai seguenti parametri: uso delle tecnologie; coinvolgimento degli stakeholder (interni ed esterni); approcci e modelli di sviluppo; efficacia della risposta alla crisi pandemica; risultati del progetto.

UTENTI – I giurati valutano quanto il progetto risponda ai bisogni degli utenti, ponendosi le seguenti domande:

  • Il progetto è veramente utile e risponde ai bisogni degli utenti durante la pandemia?
  • Il progetto è di facile accesso per i suoi utenti?
  • In che modo il progetto garantisce nuove opportunità per gli utenti?

IMPATTO – I giurati valutano  l’impatto del progetto in ambito educativo e/o di inclusione sociale, ponendosi le seguenti domande:

  • Quante persone e organizzazioni ha coinvolto il progetto? E in che modo? 
  • In che misura il progetto ha incentivato l’uso di tecnologie per l’innovazione didattica e l’inclusione sociale?
  • In che misura il progetto rappresenta una risposta agile ed efficiente al contesto di emergenza sanitaria?

SCALABILITÀ – I giurati valutano in che misura il progetto possa essere adattato ad altri contesti e possa creare nuove opportunità per nuovi protagonisti, rispondendo alle seguenti domande:

  • Quale possibilità ha il progetto di essere adattato altrove? È già stato replicato?
  • Cosa possono imparare gli altri utenti da questo progetto?
  • Quali azioni hanno intrapreso i partecipanti per trasferire/condividere il loro progetto con altri?

I primi progetti di ogni categoria vincono la possibilità di partecipare all’evento conclusivo del Global Junior Challenge 2021, che si tiene a Roma dal 20 al 22 ottobre 2021. I finalisti possono così condividere la loro esperienza con il pubblico, grazie a uno stand dedicato nella grande area espositiva (fisico o virtuale). La giuria, coordinata da un presidente designato, opera una riflessione finale sui risultati e decreta i vincitori.

L’evento finale si conclude con la proclamazione e la premiazione dei vincitori del concorso nella Sala Giulio Cesare in Campidoglio alla presenza delle istituzioni.

Congresso “Interazione Bambini-Robot” 2021 (IBR21) IBR21

Convegno nazionale Interazione Bambini-Robot 2021 (IBR21)
13 – 14 Aprile 2021 ibr21.unimib.it

Monica Pivetti, Silvia Di Battista, Gilda Bozzi, Chiara Merisio e Edoardo Datteri Il concetto di “errore di programmazione” nelle parole degli insegnanti: uno studio esplorativo Daniela Di Donato e Paola Mattioli Superare le barriere. Processi di inclusione e innovazione negli ambienti di robotica educativa Simone Fontana Un’introduzione alla robotica per studenti di scuola secondaria di secondo grado ore 12:30

RosaDigitale 2021

In qualità di co-referente Rosadigitale per il Lazio, anche quest’anno invito a prendere parte a Rosadigitale Week: dal 6 al 21 Marzo 2021.

In tutta Italia e all’estero, dal 6 al 21 Marzo 2021, si svolgerà la sesta edizione della “Rosadigitale Week”, in occasione della giornata internazionale della donna.Organizzata da Rosadigitale, movimento nazionale senza scopo di lucro per le pari opportunità di genere in ambito tecnologico, è una manifestazione nata come viaggio iniziatico verso l’uguaglianza di genere in tutti i settori della tecnologia.L’iniziativa, che a Marzo del 2019 ha vantato più di 1311 eventi sparsi in tutta Italia e in alcuni paesi esteri, tra cui: l’America, Canada, Ucraina, Turchia, Serbia, Algeria, Bulgaria, Spagna, ha l’obiettivo di sensibilizzare genitori, anziani, ragazzi, donne, uomini, bambini, insegnanti e imprenditori alle pari opportunità di genere attraverso l’informazione, come racconta il motto del movimento: “The conquest is information”. Saranno settimane di riflessione in cui si ricorderanno le conquiste sociali delle grandi donne che hanno contribuito e di altre che tuttora cooperano attivamente per la società rendendola più innovativa, ma anche giornate ricche di eventi divulgativi e pratici, online e dal vivo, riguardanti argomenti di tutti i settori tecnologici, come: la programmazione, web marketing, robotica, elettronica, graphic e web design, giornalismo online, digital painting, fotografia digitale ecc. Non porre limiti al tuo futuro… partecipa agli eventi che verranno organizzati!Come si svolgerà la settimana? Associazioni, enti, organizzazioni, fondazioni, persone, aziende di ogni settore tecnologico, istituti scolastici di ogni ordine e grado e università che collaboreranno con Rosadigitale, organizzeranno autonomamente eventi, chiamati petali, in ogni regione italiana e paese estero. Gli eventi, preferibilmente gratuiti, possono essere di diverse tipologie: progetti, workshop, talk, seminari, laboratori, corsi online e/o dal vivo ed è consigliabile che siano rivolti a tutti, senza distinzioni di genere.

Metti in gioco la tua creatività per abbattere le disuguaglianze… realizza il tuo evento! https://rosadigitaleweek.com/crea-un-evento/

In tutta Italia e all’estero, dal 6 al 21 Marzo 2021, si svolgerà la sesta edizione della “Rosadigitale Week”, in occasione della giornata internazionale della donna. http://rosadigitale.it/it/la-settimana-del-rosadigitale-dal-2-al-15-marzo-2020/

Colora di petali il tuo paese… diventa referente o collaboratore!

Figure importanti sono anche i media partner che supportano l’iniziativa divulgandola.

Qual è il compito dei media partner?

  • pubblicizzare la manifestazione con social network, testate giornalistiche, blog, radio o tv;
  • creare articoli, video, materiali o immagini riguardanti l’iniziativa e/o i petali;
  • contattare testate giornalistiche, blog, radio o tv che possano divulgare la manifestazione.

Apri gli occhi alle persone attraverso l’informazione… diventa media partner!

Perché partecipare?

  • “The conquest is information”. Non è la donna e neanche l’uomo, è la conoscenza, l’informazione corretta, le competenze, la creatività che fa sì che una persona venga selezionata in un’azienda. Si dovrebbero considerare le caratteristiche, non il sesso.
  • I bambini vengono avvicinati subito alla tecnologia: ai tablet, smartphone, pc. Dall’altra parte ci sono le bambine, che ricevono bambole, corone da Principessa, cucine, pentole. I bambini dovrebbero avere il diritto di sperimentare sia con giochi cosiddetti “femminili” che con quelli “maschili”.
  • Le donne spesso, nelle aziende, vengono pagate meno rispetto agli uomini. È evidente quanto l’uguaglianza è ancora lontana.

Svariati sono i pregiudizi e stereotipi della società che fanno allontanare il sesso femminile dalla tecnologia e di conseguenza, da un futuro sempre più tecnologico.

Rosadigitale sarà l’unione di regioni, nazioni e paesi esteri che con i loro petali lanceranno una sfida per le pari opportunità congiungendosi per abbattere il divario di genere nel digitale.

Rose digitali saranno anche le donne e gli uomini, immersi e avvolti in una settimana dove gli innumerevoli petali saranno parte fondamentale dell’iniziativa.

Ogni rosa ha le sue spine, in questo caso le disuguaglianze, ma ha anche i suoi petali: conquiste che si spargeranno formando un tappeto che accompagnerà le donne e gli uomini al campo di battaglia.

Seguici nei social per tutti gli aggiornamenti! 

UN PETALO PER DUE: PONTE ALL’INSEGNA DELLA TECNOLOGIA DALLA CALABRIA AL LAZIO

In data 15 marzo 2021, dalle ore 9.00 alle ore 12.00, studentesse e studenti  dell’ITE R. Piria Ferraris Da Empoli, Reggio Calabria (Rc) Italia, con la loro docente di Spagnolo, Clara Elizabeth Baez (ambasciatrice eTwinning  e referente RosaDigitale per la Calabria) hanno incontrato mediante https://meet.google.com/ l’ins. Linda I.L.Giannini, in quanto esempio dell’uso della tecnologia e anche di resilienza.

Linda I.L.Giannini, referente RosaDigitale per il Lazio, ha illustrare la sua vita nella tecnologia e quanto  svolto coinvolgendo le scolaresche in attività collaborative nell’ambito della programmazione di base e non solo.

Petizione NO discarica

✍️

Invito a firmare e a diffondere la petizione : NO!!! alla discarica vicino al Parco Nazionale del Circeo http://chng.it/SFHzgxmVkLQuando togliamo qualcosa alla terra, dobbiamo anche restituirle qualcosa. Noi e la Terra dovremmo essere compagni con uguali diritti. Quello che noi rendiamo alla Terra può essere una cosa così semplice e allo stesso tempo così difficile come il rispetto. (Jimmie Begay, indiano Navajo) È inaccettabile la proposta di individuazione del sito per una DISCARICA da parte della conferenza dei Sindaci nel Comune di Latina, al confine con Sabaudia. Non si può parlare di responsabilità se si va a gravare su un ambiente protetto. Realizzare una discarica in quel sito significa incontrovertibilmente danneggiare un sistema ambientale su cui vigono le tutele integrali del Parco Nazionale del Circeo, con indubbie ripercussioni anche sul piano sanitario. Non resta difficile pensare – anzi – che sia una scelta scellerata e priva di logica la collocazione in prossimità di una riserva naturale integrale e di centri abitati a poche centinaia di metri da dove dovrebbe sorgere il sito di stoccaggio, esiste una vincolistica ambientale importante e stringente, che incide notevolmente ed inevitabilmente anche su tutte le altre attività territoriali. Il canale Rio Martino con il suo sbocco al mare, che è fiume a tutela integrale e che si trova a ridosso dell’area individuata, deve essere tutelato. La zona umida protetta di via Giulia deve essere tutelata. Ecco perché realizzare la discarica in quella zona di confine porterebbe ad un disastro ambientale senza precedenti. Il problema dei rifiuti deve essere risolto individuando siti che non possano inquinare zona ad alto valore ambientale e naturalistico.

Comitato civico Borgo San Michele https://www.facebook.com/groups/2914334138785865

Antonio D’Onofrio: «Nuova discarica, i criteri sono quelli del piano regionale e provinciale» Intervento dell’Assessore all’Ambiente Dario Bellini del 10.12.2020

“È fondamentale sottolineare come, nell’individuazione dei nuovi impianti, i criteri cui si deve far riferimento sono quelli stabiliti dal piano provinciale e da quello regionale e non altri arbitrariamente selezionati. È nostro dovere pianificare il futuro dei nostri territori e per farlo abbiamo tutti gli strumenti necessari: un piano provinciale dei rifiuti, una zonizzazione, un piano regionale dei rifiuti, l’obbligo per la Regione Lazio di istituzione degli ATO prima di individuare i possibili siti.”…In risposta a quanto detto da Bellini io rispondo e ribadisco, senza addurre “considerazioni arbitrarie”, che i criteri, non “soggetti ad interpretazione” sono quelli di seguito riportati. CRITERI DI LOCALIZZAZIONE – Piano Regionale dei Rifiuti Sotto il profilo metodologico, la procedura di localizzazione si articola nelle seguenti fasi:-

Fase 1: definizione dei fattori escludenti, discendenti dalla normativa nazionale e regionale vigente e dagli obiettivi di tutela fissati dagli strumenti pianificatori locali;-

Fase 2: definizione dei fattori di attenzione progettuale, collegati a disposizioni derivanti dalla normativa vigente che tutela aree da sottoporre a vincolo secondo il parere dell’ente interessato;-

Fase 3: definizione dei fattori preferenziali per la localizzazione degli impianti.

Aspetti ambientali

Fattori escludenti
• Siti in fascia di rispetto di 150 m da corsi d’acqua, torrenti e fiumi –

• Parchi, riserve, aree protette in attuazione della L.349/91 –
o Parco Nazionale del Circeo km. 5.5
o Lago dei Monaci km. 5.3
o Lago Fogliano km. 5.9
o Coltivazioni semplici e biodinamiche km. 4

• Zone umide–
o Distanza da “la Casa del Lago2 di GALANTE m. 936
Aspetti idrogeologici e di difesa del suolo
Fattori escludenti

• Aree a rischio idrogeologico
Aspetti territoriali
Fattori di attenzione progettuale

• Assenza di idonea distanza dall’edificato urbano: > 1.000 m; > 500 m se case sparse

• Siti in fascia di rispetto da infrastrutture quali aeroporti.
o Aviosuperficie Condor inserita in elenco ENAC Avio-Eli-Idrosuperfici

• Condizioni meteoclimatiche. – Penalizzante per impianti ubicati sopravento ad aree residenziali. Penalizzante per impianti ubicati sopravento ad aree residenziali –
o 3.8 km da Pontinia.
o 2.8 km. da Borgo. S. Michele
o 3.9 da Borgo Grappa

https://www.facebook.com/alessio.pagliari/videos/10220969233235566

CINQUANTENARIO DEL CAMPUS di Luigi Ferdinando Giannini (presidente della fondazione Campus Internazionale di Musica dal 2013 al 2017)

Il 5 novembre 2020 il Campus Internazionale di Musica di Latina festeggerà 50 anni.

Colgo l’occasione per rivolgere un pensiero alla Fondazione Campus nell’imminenza del suo 50°, pensiero che non può non essere accompagnato da ricordi, tanti e belli, per aver condiviso, nella vicinanza al suo storico Presidente, l’arch. Cerocchi, un segmento del suo cammino e per averla accompagnata verso un ulteriore approdo, con dedizione, senso di responsabilità e passione.

Quanto è legato al passato è certamente parte di una storia che, in ambito culturale, per una giovane realtà come la nostra, non ha eguali.

Quanto ha fatto il Campus in un contesto particolare, difficile, superficiale e distratto, come il nostro, nel divulgare la cultura in ambito musicale, merita certamente di ricordarne, e a maggior ragione in occasioni come questa, la portata, non solo, di un gigante che è stato in grado di raggiungere traguardi importanti: penso ad esempio al Premio del Presidente della Repubblica e alla menzione che lo precedeva, ma anche per aver intercettati e in molti casi contribuito a valorizzare, veri talenti che brillano nel firmamento musicale di preziosa luce. 

I grandi della musica sanno cosa è il Campus, per averne sentito parlare e, molti di loro, per aver partecipato al Festival Pontino che, generosamente, ha inebriato i suggestivi luoghi del nostro territorio con concerti che, attesi, sono stati sempre improntati alla cura e all’attenzione, finanche dalla ricerca dell’immagine di copertina dei cataloghi, per non dire dei programmi. Alcuni Convegni e Tavole rotonde rappresentano vere e proprie pietre miliari, per essere state un condensato di eccellenze nel coinvolgimento di musicologi, compositori ed interpreti.

Anche le recenti collaborazioni con il Conservatorio hanno rappresentato quel rafforzamento di identità, con il solo fine di diffondere la musica, elevare gli animi, regalando momenti di intense emozioni come solo la Musica è capace di fare.

L’importanza dei rapporti umani ha sempre contraddistinto il Campus che ne è stato spesso ripagato. Gli artisti, i compositori, i musicologi, gli interpreti, gli addetti ai service, i collaboratori, insomma tutti coloro che, a diverso titolo, sono stati parte di questa preziosa realtà,  come anche i primi Associati e poi i Fondatori,  che ne hanno, orgogliosi, condiviso  l’appartenenza, meritano riconoscenza e gratitudine.

I momenti sono difficili e questi ultimi anni, rispetto alle vicissitudini del passato, lo sono ancor di più, ma guardare avanti e cercare nuove strade, avendo ben presente la maestra, è stata sempre una prerogativa del Campus.

Il futuro della nostra Fondazione merita, certamente, di essere condiviso a partire da quei principi, cui i primi visionari si sono ispirati,per raggiungere sempre più entusiasmanti mete.

Sulle note del concerto di Elisso Virsaladze si celebra, nel modo migliore, questa ricorrenza..

Un caro saluto, Luigi

Latina 04 Novembre 2020

Campus di Musica, i passi di un gigante.
L’intervento: l’omaggio di Luigi Ferdinando Giannini,

già presidente della Fondazione
Latina oggi 30 novembre 2020

Presentazione di “Un’orchestra a teatro” 2017
Jacob Katsnelson con il Presidente del Campus, Luigi Ferdinando Giannini 13 luglio 2015

Gemeinsam Lernen bei uns und in Europa

https://wochenschau-verlag.de/gemeinsam-lernen-bei-uns-und-in-europa.html

Gemeinsam Lernen 2/2020

Bestellnummer:GL2_20 (Print) / 14178 (PDF)
Autoren/Hrsg.:Elke Blum. Peter E. KalbDr. Meike Kricke
unter Mitarbeit von:Petra KammerevertKatarina BarleyBirgid OertelRosaria PetrellaAlba Aragonés CañadillasDolores Ariza CabreraMacarena Espinosa SevillanoSilvia García FernándezDavid RochatDaniel HessingMerja KukkonenMeltem DikmetaşCeren EspositoKoen VossenUlrike SuntheimAlexander KartosiaJulian Storck-Odabasi
Erscheinungsjahr:2021
Auflage:1
Seitenzahl:80
ISBN:GL2_20 (Print) / 978-3-95414-178-4 (PDF)
Reihe:Gemeinsam lernen
Format:Broschur

cielo e mare

foto di Tina Laracca – Formia · Un altro giorno sta passando!! 💪 — presso Ospedale “Dono Svizzero”.

Quando, molti anni fa, mi sono occupata di scuola in ospedale e, in particolare, del Gaslini di Genova, notai le finestre delle camere di bambini e bambine che offrivano, come spettacolo, il cielo ed il mare. Pensai che per il grande dolore per una malattia così grave, che si accaniva su piccoli corpi, cielo e mare potessero rappresentare speranza e rinascita: me lo auguravo. A dicembre 2016, il mio ricovero a Formia. Sono subito entrata nella prima stanza a destra, quella tua, delle tue colleghe, degli OS e dei medici. Mi avete accolta con un sorriso rassicurate e vi siete sempre presi cura di me, oltre che degli altri pazienti. Lo avete fatto con il cuore. Lo stesso cuore che dal balcone del Dono Svizzero, alle 10.45 del 21 dicembre 2016, ho visto brillare nel cielo e che ho fermato in questa foto. Un segno del Signore, uno spettacolo che vedo rinnovarsi ogni volta che tu e le tue colleghe condividete una foto di quel magnifico cielo e mare. Ed è nel mio cuore che vi porto, insieme a coloro che ancora sono tra noi e a quanti, come Graziella SpallanzoneRoberta Bonanni, …  dal cielo si specchiano nel mare 

❤

Invito a pensare…

L’artista inglese Banksy ha voluto lasciare con una sua opera un personale tributo ai medici e agli infermieri del servizio sanitario britannico, il cosiddetto Nhs, impegnati nella lotta al coronavirus. Si tratta di un disegno, grande circa un metro quadrato, che è stato appeso vicino al pronto soccorso dell’ospedale di Southampton, Inghilterra meridionale, in accordo coi vertici dell’istituto. L’opera vede ritratto un bambino che gioca con alcuni supereroi e fra questi prende in mano un pupazzo con le sembianze di una infermiera e tanto di mascherina: questo a significare l’eroismo mostrato dal personale sanitario nella pandemia che ha sconvolto il Paese. ANSA/BANKSY

Vicovaro e i ricordi nella lettera a Tiziana C.

Carissima, ieri, distrattamente, ho sentito parlare in tv di Vicovaro. Ero nel dormiveglia e non so neanche dirti a che proposito stessero menzionando questo posto. Di colpo ho aperto gli occhi ed ho chiesto a Carlo: “perché mi ricordo il nome di questo paese? ci siamo forse stati?” e lui ha risposto che, no, non ci eravamo mai stati e che non sapeva dirmi perché mi risultasse familiare. Questa notte mi sono svegliata spesso… e dai che questo nome gironzolava nella testa. Sono arrivata addirittura a pensare che bello sarebbe avere un motore di ricerca nella nostra testa. Sai quante cose dimenticate salterebbero fuori! Poco fa ho chiesto al computer notizie. Ho impostato sia nella ricerca tra le mail che nell’hard disk … ma nulla. Nessun collegamento con Vicovaro. E poi, tutto d’un tratto mi sei venuta in mente te, Patrizia, la saletta di Roma Tre a piazzale della Radio e… lo spauracchi di Vicovaro 🙂 Chissà a chi tra noi toccò mai di andarci ?
Ecco, te l’ho voluta raccontare questa cosa 🙂
Come stai? e come va la vita da pensionata?
Un forte abbraccio amica mia. Linda

Università Roma 3 – gruppo supervisori del Tirocinio: Vanda, Tiziana, Linda, Maria Rosa, Luigia
Università Roma 3 – gruppo supervisori del Tirocinio: Patrizia, Annita, Maria
Estate 2001 Patrizia e Linda

Eraclio Sallustio, il fratello di mia nonna

Lo ricordo bene, sperava che qualcuno della nostra famiglia sarebbe diventato un musicista o che, comunque, avrebbe coltivato l’amore per l’arte.

Sono certa che sarebbe stato felice di sapere che mio fratello Luigi Ferdinando Giannini è riuscito a realizzare il suo sogno:

  • fu eletto il 23/11/2005 Membro del Direttivo del Campus Internazionale di Musica, divenendo Fondatore e Presidente della “Fondazione Campus Internazionale di Musica” costituita a Latina il 20 Dicembre 2010,
http://www.cidim.it/cidim/content/314648?db=bdmi&id=276664
Luigi Ferdinando Giannini, presidente del Campus Internazionale, 24 giugno 2015: “
https://www.latinaquotidiano.it/cultura-a-latina-il-presidente-del-campus-internazionale-giannini-qui-grandi-potenzialita-ma-serve-piu-sostegno/https://www.radioluna.it/news/2015/07/il-festival-tende-la-mano-ai-giovani-intervista-al-presidente-del-campus-giannini/

Dal 2013 il Campus organizza la Stagione “Un’Orchestra a Teatro” al Teatro D’Annunzio di Latina, e dal 2017, in collaborazione con la Direzione Generale per gli Ordinamenti scolastici del MIUR, il Laboratorio Orchestrale dei Licei musicali italiani nell’ambito dei Corsi di Perfezionamento musicale. 

(rif. http://www.descrittiva.it/calip/1920/CVGiannini-Luigi-Ferdinando.pdfhttp://www.campusmusica.it/allegati/files/2015/08/1341.pdf )

http://www.campusmusica.it/campus.php?page=115

tratto da il Saxofono italianohttps://www.ilsaxofonoitaliano.it/artisti/sallustio–eraclio–/

Fabio Sammarco, Saxofonista, Docente presso il Conservatorio di Musica “N.Piccinni” di Bari – www.ilsaxofonoitaliano.it La storia, i didatti e gli interpreti, gli autori e le opere del saxofono classico in Italia.
IL SAXOFONO ITALIANO (Gruppo pubblico su FB)
https://www.facebook.com/groups/1462154397423617/

Note biografiche

STUDI

Ben voluto e unanimemente apprezzato (cosa assolutamente non comune) da tutta la generazione di suoi coetanei ‘padri storici’ della didattica del saxofono in Italia che ho avuto modo di intervistare nella prima metà degli anno ‘90, si è diplomato in Clarinetto nel 1942 presso il Conservatorio di Musica “Santa Cecilia” di Roma, con il decano dei clarinettisti Carlo Luberti, ed ha studiato anche Composizione con Castrucci (?), Vincenzo Di Donato e Ferdinandi.

«Fu alcuni anni prima del diploma che entrai in contatto col Saxofono che il collega di studi Baldo Maestri portava in aula per farne conoscere le potenzialità». Era il 1938 e frequentava il terzo anno di clarinetto.

L’ATTIVITA’

Ha iniziato la sua attività concertistica nel 1945 chiamato dalla Rai di Roma per far parte dell’Orchestra denominata 013 (formata da 13 elementi), diretta da Piero Piccioni, in qualità di clarinettista e saxofonista tenore. Dal 1949 al ’52, invitato della RAI di Torino, entra a far parte dell’Orchestra di Musica Leggera diretta dal ‘mitico’ Cinico Angelini, in cui nella vece di clarinettista aveva l’obbligo del saxofono (condizione standard per ricoprire quel ruolo). «…le orchestre della RAI avevano generalmente in organico 2 sax alto, 2 sax tenore, 1 sax baritono a cui solo in seguito si aggiunse il sax soprano. Così il clarinetto che aveva l’incarico di primo sax alto doveva suonare anche il sax soprano». Intanto seguita a studiare il clarinetto per arrivare ad un perfezionamento nella pratica dello strumento a cui aveva dedicato fino ad allora più attenzione.

Dal 1964 riveste l’incarico come consulente musicale presso la RAI televisione di via Teulada per 3 anni. Nel 1966 entra quale “aggiunto” nell’Orchestra Sinfonica della RAI di Roma in cui viene assunto stabilmente nel ’71 (posto che ricoprirà fino al 1982 quando raggiunge il pensionamento) col ruolo di 2° Clarinetto con l’obbligo del 1° e l’aggiunta del Saxofono tenore «dopo le difficoltà che l’ Orchestra aveva incontrato per assegnare tale incarico attraverso concorsi vari indetti per questo posto». In questa Orchestra avrà modo di esibirsi sotto la direzione di esimi maestri quali Bernstein, von Karajan, Sawallisch, Muti, Accardo, Carl Boom, Ozawa, Delman, De Burgos, ecc..

Il Quartetto di Saxofoni Italiano

Con pianoforte ha tenuto concerti al sax tenore presso quelle istituzioni a cui fu possibile proporre questo organico, ma tra le formazioni in cui sarà più impegnato in quel periodo (anni ‘50/’60) ricordiamo il Quartetto di Saxofoni Italiano, prima formazione del genere nata in italia, formato da Alberto Fusco al sax soprano, Ugo Fusco al contralto (a cui subentra in seguito Baldo Maestri), Claudio Taddei al tenore (poi sostituito da Eraclio Sallustio) e Antonio Russo al baritono, oltre a partecipare a numerose registrazioni radiofoniche per la RAI, ebbe modo di farsi apprezzare in prestigiose rassegne e manifestazioni musicali. Il Quartetto italiano di saxofoni eseguiva opere tradizionali originali francesi e di autori italiani. Significativa anche la presenza a prime assolute come l’esecuzione nel 1954 a Torino della prima italiana dell’operina buffa in tre atti di Jean Francaix “Paris a nous deux” per pianoforte, 4 sax e coro, sotto la direzione di Arturo Basile, o la prima assoluta nel 1960 di “Ideogrammi 2” di Aldo Clementi al XXIII Festival Internazionale di Musica Contemporanea della Biennale di Venezia. Con il Quartetto di Sassofoni Italiano nell’anno 1964 sono state registrate moltissime composizioni (colonne sonore) di autori italiani e stranieri ed eseguiti numerosi concerti. «Numerose incisioni di questa formazione in quartetto ebbero seguito grazie all’interesse che alcuni compositori dimostrarono. Intanto Scelsi, Macchi e Maderna scrivevano spesso opere con sax per cui il Clarinetto piccolo Mib era obbligato a suonare il sax ed io, come secondo clarinetto, noto per la qualità sul sax tenore, ero spesso invitato a ricoprire le parti dedicate a questo strumento.»

AUTORE

Dedicatosi attivamente e molto apprezzabilmente alla Composizione (in cui ha prediletto la scrittura per Flauto e per Saxofono), suoi lavori si sono imposti in vari Concorsi di esecuzione, ne sono divenuti pezzi d’obbligo (al Concorso Internazionale di Stresa, al Concorso Nazionale “E. Krakamp”, ecc. ecc.), e sono entrati nei repertori di illustri concertisti.

Moltissime sue composizioni sono pubblicate dalle edizioni musicali Berben di Ancona, dalla Mercurio di Roma, da Leonardi di Milano. Inoltre, molte altre sue composizioni sono state incise da varie etichette discografiche italiane (fra queste l’RCA, la Fonit Cetra, e diverse altre minori). Nel nostro incontro il Maestro mi riferì: «…ho anche scritto una trentina di lavori, colonne sonore, anche come orchestratore, fra i quali “Venezia e il canale grande” documentario con sax, “Incursioni di Marina” che era un documentario subito successivo alla seconda guerra mondiale». In questo periodo gli capitò di dirigere nei suoi lavori anche Ennio Morricone, alla tromba, che allora ancora non si interessava di colonne sonore. Più in là nel tempo, De Melis, noto produttore a contatto con Piero Piccioni, Ennio Morricone, De Masi, ecc. gli chiese di dedicarsi a questo lavoro a tempo pieno che però non lo attirò per la costrizione di tempi che richiedeva lo scrivere per film.

Nel 1963 è finalista al Concorso Internazionale di Composizione presso la Città di Cava dei Tirreni con la sua composizione sinfonica Fantasia, eseguita dall’Orchestra della Filarmonica di Belgrado diretta da R. Blereau dell’Orchestra dell’Opera di Parigi. Nello stesso anno la casa discografica RCA ha inciso un suo Concerto per violino e orchestra Poemetto, violino solista Gennaro Rondino, con l’Orchestra Sinfonica di Roma diretti da J. R. Faure’.

Nel 1977, rappresentante il Conservatorio Martini di Bologna alla X Rassegna Nazionale dei Conservatori e degli Istituti Musicali presso la Città di Pisa, al posto del Direttore, dirigerà “I solisti di Bologna – Gli accademici” nell’esecuzione di un’opera da egli stesso scritta per l’occasione e che gli valse una Medaglia d’oro per meriti. In quell’occasione presentò anche Gilberto Monetti, Italo Cuni, Angelo Gabrielli, Michele Mastrototaro in un Quartetto di saxofoni.

Dal 1980 è stato attivo redattore e scriverà numerosi articoli per le riviste specializzate quali il mensile Strumenti e Musica e per il giornale Diapason.

La docenza in Conservatorio

Nel 1983 viene invitato dal Ministero della Pubblica Istruzione, Ispettorato Istruzione Artistica, come esperto della materia, a far parte della Commissione per l’esame dei programmi e dell’ordinamento per la trasformazione in “corso speciale permanente” del “corso straordinario” (in quanto lo studente poteva studiare saxofono solo se iscritto ad altro strumento) di Saxofono. In quell’occasione si tentò di definire inutilmente il programma di studio (un incontro tra gli allora Titolari di cattedra: Sallustio, Fusco, Mondelci, Maestri e «…si intrufolava Taddei… non ebbe seguito per la definizione di un determinato programma di studi in quanto ognuno tirava l’acqua al suo mulino e fu dunque lasciata discrezione ai singoli insegnasnti di definire un programma») e si definì la durata di studio delle materie complementari e le varie prove d’esame.

Ha fatto parte (spesso in qualità di Presidente) di numerosi Concorsi Nazionali e Internazionale di esecuzione musicale (Viareggio – circa 1985, Torre del Greco, Pompei, al concorso internazionale di flauto Emanuele Krakamp nel ‘90 e ’91, le Camenae – Paesi Vesuviani 1990, nel 1995 sarà invitato come membro esperto a far parte della commissione del 4° T.I.M. Torneo Internazionale di Musica dal direttore artistico Luigi Fait, ecc. ecc.) ed è stato membro delle commissioni per i Concorsi per strumentisti della Banda Musicale della Polizia di Stato e della Guardia di Finanza.

Nel gennaio del 1988 l’ASI Associazione Sassofonisti  Italiani gli ha dedicato nel suo numero 0 de Il sassofono l’intervista di Massimo Mazzoni (riportata di seguito). Nel novembre 1992 gli è stata conferita dall’AMBIMA Lazio il Premio speciale “Gran Targa d’oro: una vita per l’arte musicale”.

L’insegnamento per il Maestro Sallustio ha inizio dal 1969/70 quando risulta incluso al 1° posto della Graduatoria del Concorso a termini abbreviati per l’allora Corso Straordinario di Saxofono e tenne a battesimo la neonata seconda Cattedra di saxofono in Italia presso il Conservatorio G. B. Martini di Bologna fino al 1978 come titolare («il concorso a termine abbreviato a livello nazionale era del 1968/69. Tale graduatoria però valeva solo per il Conservatorio per cui era stato indetto. A tale concorso parteciparono anche Maestri, Galigani ..ed altri». Benchè dal 1950, ininterrottamente, Francesco Florio insegnava già saxofono presso il non ancora Conservatorio di Salerno, ma quale Liceo Musicale annesso all’Orfanoptrofio “Umberto I”, nel 1963 la prima Cattedra istituzionale, in un Conservatorio, era stata attivata ma tenuta a battesimo da Alberto Fusco al “Rossini” di Pesaro solo dal 1965/66. Nel 1969/70 entro nell’insegnamento anche Ugo Fusco inaugurando la nuova cattedra a Pescara, nel 1970/71 si aggiunge una cattedra anche al Conservatorio Alfredo Casella dell’Aquila dove sarà ancora una volta Alberto Fusco, trasferitosi nel frattempo presso l’Istituzione abruzzese a tenere a battesimo la nuova scuola, quindi Baldo Maestri a Pesaro nel ‘72 che, trasferitosi per una nuova cattedra, a Frosinone, fu sostituito da Romano Mauriello). Dal 1978 al 1982 fu a l’Aquila (dove per un breve periodo insegnò contemporaneamente Musica d’insieme per strumenti a fiato) come assegnazione provvisoria al posto di Mauriello che ne era titolare, l’anno ’82/83 fu a Perugia in assegnazione provvisoria dove arrivò Mondelci nell’84, nell’anno 1983/84 fu di nuovo a Bologna e dal 1984/85 tornò definitivamente a l’Aquila dove rimase fino al 1988 anno del suo pensionamento.


Altre note

SUOI ALLIEVI

Il Maestro formò numerosi allievi tra cui ricorda i diplomati Daniele Antinoro (docente presso il Conservatorio di Trapani e successivamente Palermo),  Giancarlo Rango (che al pensionamento sostituì il suo maestro nell’insegnamento a Bologna), Gilberto Monetti (Docente di Saxofono al Conservatorio “B. Maderna” di Cesena dal 1984, dal 1995 al pensionamento, nel 2012, è stato titolare della stessa cattedra presso il Conservatorio “G.B. Martini” di Bologna) e Stefano Di Battista successivamente una delle massime espressioni del jazz italiano nel mondo.

Con lui hanno anche studiato, per alcuni anni della loro formazione, Giuseppe Berardini (docente presso il Conservatorio di musica di L’Aquila), Daniele Faziani (dopo vari trasferimenti dall’anno 2011/12 ad oggi è docente di saxofono presso il Conservatorio “G. B. Martini” di Bologna), Roberto Frati (docente con cattedra di sassofono presso il Conservatorio di Musica L. Cherubini di Firenze), Angelo Gabrielli (saxofonista concertista e Direttore d’Orchestra), Valter Nicodemi (dopo vari trasferimenti dal 2007/08 docente presso il Conservatorio di Musica “N. Piccinni” di Bari), Antonello Ustino (dal 1997/98 docente presso il Conservatorio di Musica “N. Piccinni” di Bari).

FOCUS

Dopo Francesco Florio a Salerno nel 1950 (per comprendere l’iter didattico istituzionale di Florio sono da puntualizzare le date sostanziali a definire Salerno la ‘culla’ della Scuola di saxofono in Italia: 1950. La Scuola di Musica annessa all’Orfanotrofio Umberto 1° è Liceo Musicale. Ne è direttore Domenico D’Ascoli. Francesco Florio è incaricato dell’insegnamento del saxofono;  1953. Il Liceo Musicale è pareggiato ai Conservatori di Stato. Florio è titolare dell’insegnamento del Saxofono; 1959. Il Liceo Musicale diviene sezione staccata del Conservatorio S. Pietro a Majella di Napoli. Ne ricopriranno l’incarico direttivo, dopo D.D’Ascoli, dapprima Terenzio Gargiulo e successivamente Aladino Di Martino del Conservatorio S.Pietro a Majella di Napoli. Florio è titolare della Cattedra di Saxofono; 1980. Autonomia come Conservatorio di Salerno. Florio è titolare della Cattedra di Saxofono), Alberto Fusco a Pesaro nel 1965 (benchè la Cattedra fosse stata istituita già nel 1963 ma affidata all’insegnante di Oboe, Sidney Gallesi, che per carenza di allievi rischiava la soppressione della sua Cattedra), Eraclio Sallustio risulta storicamente il 2° insegnante di Saxofono in un Conservatorio di Stato ma 3° cronologicamente ad avviare una ‘Scuola’ di saxofono in Italia.

INCONTRO CON ERACLIO SALLUSTIO, intervista di Massimo Mazzoni, da IL SASSOFONO, organo di stampa dell’ASI – Associazione Sassofonisti Italiani, n.0, gen/maz 1988.

MM) Qual è stato il suo primo incontro con il sassofono?

ES) Il mio primo incontro con il saxofono è stato del tutto casuale.

Frequenta il terzo anno di clarinetto presso il Conservatorio di Musica di Santa Cecilia a Roma nell’anno 1938 e tra gli allievi c’era un ragazzo che già allora dimostrava di possedere spiccate doti jazzistiche e musicali che molto spesso si presentava in Conservatorio con il saxofono contralto per farci ascoltare le sue esecuzioni, che tutti noi colleghi accoglievamo con interesse e stupore.

Questo ragazzo era Teobaldo Maestri, che in seguito si è affermato in campo jazzistico e classico.

MM) Perché la scelta di questo strumento?

ES) Come accennato prima, la scelta del saxofono maturò proprio con il contatto avuto con Maestri e la passione per questo strumento scattò quasi immediatamente tanto che durante le vacanze estive ci ritrovammo insieme in tournée;  Maestri suonare il saxofono contralto ed io il tenore, che fu in seguito il mio strumento preferito per l’inserimento nell’orchestra della RAI 013, diretta da Piero Piccioni (Morgan) e in seguito con l’Orchestra Angelini per molti anni presso la Rai di Torino fino alla definitiva assunzione presso l’Orchestra Sinfonica Rai di Roma.

MM) Quale esperienza ha tratto dai suoi studi?

ES) Come molti sanno, le difficoltà concrete nell’affrontare lo studio di questo strumento si possono riassumere in tre punti fondamentali: emissione, intonazione e vibrato.

Per l’emissione è necessaria la ricerca di un bocchino di media apertura con ance flessibili, che offra sicurezza e spontaneità nell’emettere suoni gravi, medi e acuti.

L’intonazione e il sistema di vibrare i suoni sono due cose perfettamente parallele farà loro, perché proprio nel vibrare i suoni si corre il rischio di alterarli.

Jean Marie Londeix nel suo trattato “il sassofono nella nuova didattica” si esprime sul vibrato in questo modo: “vibrare soltanto le note ritenute più sicure nel intonazione e mantenere un equilibrio quasi intenzionale senza forzature, onde evitare grosse delusioni”.

MM) Quali sono i compositori che più apprezza?

ES) La letteratura per il saxofono è purtroppo ancora limitata è quasi tutta la migliore produzione è dovuta ai compositori francesi come Bozza, Dubois, Ibert, Glazounov, Jolivet e Debussy che sono i miei preferiti; tra gli italiani Goffredo Petrassi, Adone Zecchi, Silvano Bussotti e Luciano Berio.

MM) Come definirebbe questo strumento nello sviluppo classico?

ES) Personalmente ritengo che questo strumento nell’inserimento nell’Orchestra sinfonica vada visto come elemento solistico, date le sue grandi risorse timbriche.

Nella Banda musicale invece è stato rivoluzionario l’inserimento della sezione completa, che ha colmato il vuoto nella distanza timbrica fra gli strumentini e gli ottoni. Si è colmato così un vuoto denunciato da molti cultori della Banda musicale.

MM) Cosa pensa del sassofono nella musica jazz, leggera e classica?

ES) Sono ottimista per il futuro di questo strumento perché viene accolto sempre con maggiore favore ed entusiasmo nelle sale da concerto con sempre maggiore presenza di pubblico e di giornalisti che con le loro critiche sempre più positive al riguardo ne fanno progredire l’immagine.

Anche le incalzanti richieste di iscrizione dei giovani per il Conservatorio, che purtroppo non sono quasi mai accolte per mancanza di disponibilità dei posti, fanno ben sperare con ottimismo per il futuro di questo strumento.

MM) Cosa pensa dell’inserimento di questo strumento nei Conservatori di musica e della sua impostazione?

ES) Con il passaggio della Cattedra di saxofono da Straordinaria a Permanente Speciale le richieste di iscrizione da parte dei giovani sono sempre più numerose tanto da indurre i direttori dei Conservatori a raddoppiare le classi. In moltissimi altri purtroppo la cattedra non esiste.

Mi auguro perciò che al più presto la Cattedra passi ordinaria tanto da obbligarne l’inserimento in tutti i Conservatori di stato.

MM) Ha progetti e consigli per favorire lo sviluppo di questo strumento?

ES) I miei progetti per favorire ulteriormente lo sviluppo di questo strumento sono molteplici, nell’ambito professionale proprio in questi ultimi mesi dell’anno ho firmato un contratto con la Casa Editrice di Ancona, la Berben, per circa una ventina di brani per concerti da camera per gruppi con l’inserimento del saxofono, in alcuni casi quartetti e tri esclusivamente di sassofoni, altri con arpa, pianoforte, saxofono e percussioni, alcuni di questi già pubblicati. Tutti accostamenti un po’ originali che mi auguro incontrino l’interesse e la curiosità sia degli strumentisti che del pubblico.

Gruppi di appartenenza

Quartetto di Saxofoni Italiano


Registrazioni

[LP • Dall’Ottavino Al Contrabbasso (N.1) • interpreti vari (E. Sallustio/Sx o Baldo Maestri/Sx) • Grand Prix  GP 115 • in Malinconia (A • 196x • 1’55”) di P.Morelli e con opere per altri strumenti di autori vari];

[LP • Per soli strumenti n.2 • Interpreti vari (E. Sallustio/Sx o Baldo Maestri/Sx) • Grifo records 1970 • disco monografico con Orizzonte – B e Argini, per sax alto solo, di Sallustio, e opere per altri strumenti anche di autori diversi];

[LP • Natura e Musica N.1 • Baldo Maestri/S, Alfio Galigani/A, Eraclio Sallustio/T, Antonio Russo/B, Bruno D’Amario/Ch • Grand Prix GP. 121 • 1968 • con Saxologia (Q&Ch) di Sallustio e musiche per altri strumenti di vari autori]

Opere

Altair concerto  A Pf – 1991
Argini  A – 196x
Balseyla  Q
Concerto VI  A Pf – 1990
Cralas  Q – 1985
Dialogo a due  S B – 1978
Equilibrio  A – 196x
Eraclea  A & O. – 1983
Evanescenza  A – 1978
Fantasia  Cl/Sx & O. – 1968/69
Festa  A – 196x
Gengister  A Pf – 1991
Gilber  T Pf
Gis  T Pf – 1990
Gis n. 2  Q – 1994
Gis n. 3 a  A
Gis n. 3 b  A – 1992
Il commendatore  B – 196x
Impressioni  B Vib Xil Timp – 1971
Incontri  A Perc – 1981
Incontri a tre  A Trbn Pf
L’eraclea  Q
La breiga  Fl A Ar – 1987
La grande H  Q Pf – 1977
La kramel  Pf Q
Logaritmi  Fl Cl Tr T
Lugor  A Pf – 1983/84
Lunaris  Sx & O.a – 1980
Metamorfosi  Fl Ob A Fg – 197x
Mosinas  A & O.
Omicron  A T
Orizzonte -A  A – 196x
Orizzonte -B  A – 196x
Paolissiana  S Va Vc Flic Vib – 1990
Paolissiana n. 2  Q & O. – 1990
Performance  A Pf – 1988/90
Primo incontro  Q – 1982/83
Ricleila  Fl A C Ch
Samira  S V Va Vc Vib
Saxduo da concerto  S B
Saxemily  A Pf – 1992
Saxofonia  S Sx.ens 2Cl Cl.bs
Saxologia  Q Ch – 196x
Saxologia  Q – 1986
Saxologia n. 2  Q – 1986
Saxologia n. 4  Q
Saxologia n. 6  Q – 1994
Saxologia V  Sx.ens
Saxologo  A – 196x
Siesta  A – 196x
Sissy concerto I  Pf Q
Slegels  A – 1987
Studio A  2A T
Studio B  2Sx
Studio da concerto n. 4  A
Studio solistico da concerto  T – 1988
Telesia  Fl Q – 1973/74
Tre movimenti  A Q.a – 1995 
Valsinia  Fl Q – 1978

Conferenza internazionale sulla didattica a distanza “Distance learning during lockdown”

International Conference “Distance learning during the lockdown”SESSIONE 1

International Conference “Distance learning during the lockdown”SESSIONE 2

International Conference “Distance learning during the lockdown”SESSIONE 3

International Conference “Distance learning during the lockdown”SESSIONE 4

International Conference “Distance learning during the lockdown”SESSIONE 5

Buongiorno a tutte e tutti,
è per me un vero onore incontrarvi in questa domenica di metà giugno e ringrazio quanti hanno accolto il nostro invito ad intervenire con proprie esperienze e testimonianze.
Per prima cosa eccomi a voi con i saluti di Mika Vanhanen, ovvero di colui che nel 2000 ha  fondato il progetto ENO avendone costante cura per tutti questi venti anni.
Ai suoi saluti unisco i miei augurandovi buon lavoro.

Good morning, everyone,
It is a real honour for me to meet you on this Sunday in the  mid-June and I thank all those who have accepted our invitation to speak with their own experiences and testimonies.
First of all, here I tell to you the greetings of Mika Vanhanen, who founded the ENO project in 2000 and who has taken constant care of it for all these twenty years.
With his and mine greetings, I wish you good work.

Portale internazionale ENO
https://www.enoprogramme.org/

ENO from Italy
https://www.facebook.com/EnoItaly/

ENO Teachers
https://www.facebook.com/groups/461418417384956/

Blog ENO from Italy
http://www.lascatoladelleesperienze.it/eno/

Youtube: Latina, Italia: one bouganville for Eno tree project 2020
https://youtu.be/-rVO5PBBK_o

Thank you all. The conference was very interesting

Linda I.L. Giannini
Coordinatrice ENO per l’Italia

Conferenza internazionale sulla didattica a distanza “Distance learning during lockdown”

Da “Il Gazzettino vesuviano”: “Distance learning during lockdown” la conferenza internazionale che vedrà partecipare il 14 giugno relatori da più parti del mondo. Incontro sula piattaforma online ‘Zoom’, trasmessi in diretta (live simulcast) su ‘Radioselfie.it’ [da Andrea Ippolito -11 giugno 2020]


Al via il seminario ed incontro tra docenti di diverse nazionalità riguardante la didattica a distanza, presenti anche il presidente del club UNESCO di Baronissi, Umberto Landi, nonché la coordinatrice nazionale ENO Environment, Linda Isabella Lidia Giannini.

Supporta l’evento anche la Associazione sportiva dilettantistica San Paolo 1970 di Gragnano.

I relatori provenienti da India, Paraguay, Spagna, Malta, Bulgaria, etc., si incontreranno il 14 giugno sulle piattaforma online “Zoom” e verranno trasmessi in diretta (live simulcast) su “Radioselfie.it“.

Ad organizzare il tutto é la prof.ssa Olga MoscaQuality Label eTwinning ed in servizio presso il IV Circolo Didattico di Scafati, la quale si occupa, tra le altre cose, di eTwinning.

eTwinning é la piattaforma europea di gemellaggi elettronici tra scuole a cui possono accedere (una volta riconosciuti dalle Unità Nazionali, per l’Italia l’INDIRE  – Firenze) solo insegnanti e personale della scuola.

I gemellaggi avvengono tra scuole, insegnanti e alunni dei paesi dell’area Schengen  a cui si aggiungono altri paesi dell’ex blocco sovietico (Ucraina, Azebaigian, Georgia…), la Giordania, il Libano, la Tunisia.

La didattica a distanza in prospettiva internazionale

Distance learning during lockdown” é dunque la conferenza internazionale che vedrà partecipare, il 14 giugno, i seguenti relatori:

Timeline e link della “International conference”
del 14 giugno 2020:

=================================================================
1st meeting 10.00/10.30

10.00
Umberto Landi – President Unesco club Baronissi
Linda Isabella Lidia Giannini – Italian Coordinator ENO – Italy

10.10
Heena Sharma – Seth Anandram Jaipuria School – Uttar Pradesh – Best practices/Tools followed during lockdown in the field of education
10.20
Hari Krisna Patchav -Zp High School – Andhra Pradesh – Pratical issues faced by the students in learning lessons through online

Join Zoom Meeting
https://us04web.zoom.us/j/9516816666?pwd=clBERU1ocWR0QTh1STFVYUxOSklpdz09
Meeting ID: 951 681 6666
Password: 2dvk4y

==================================================================
2nd meeting 10.30/11.00
3rd meeting 11.00/11.30

4th meeting 11.30 /12.00
5th meeting 12.00/12.30
==================================================================

  • Heena Shama, Cross curricular teacher – Primary school, Seth Anandram Japuria School, Ghaziabad – Uttar Pradesh, India
  • Omar Hammad, English teacher- Secondary school, Asrar Qabandi School, Palestine. Gaza Strip – Rafan
  • Necip Akca, English language teacher – Primary school, Golkoy Ahmet Naci Coskunoglu, Bodrum, Turkey
  • Daniela Tsoneva, Italian and French languages teacher – Secondary school, A.S. Pushkin, Varna, Bulgaria
  • Annabelle Azzoppardi, LSE ( Learning Support Teacher) – Primary school, St. Theresa College, Lija Balzan Iklin, Malta
  • Alma Gil and Laurent Hurley, head master and  English conversation assistant –Primary school CEIP Guliena, Seville, Spain
  • Mbarek Akaddar, Teacher  – Secondary school, Beni Mellal, Morocco
  • Valeria Malaquin and Nilda Lauz, Cross curriculat teachers – Primary school, Esquela No 145, Montevide, Uruguay

Scuola, dal distanziamento alle modalità di ingresso: ecco le indicazioni del Comitato tecnico-scientifico per settembre

https://www.miur.gov.it/web/guest/-/scuola-dal-distanziamento-alle-modalita-di-ingresso-ecco-le-indicazioni-del-comitato-tecnico-scientifico-per-settembre

DOCUMENTO TECNICO SULL’IPOTESI DI RIMODULAZIONE DELLE MISURE CONTENITIVE NEL SETTORE SCOLASTICO

https://www.miur.gov.it/documents/20182/2467413/DOCUMENTO+TECNICO+SULL%E2%80%99IPOTESI+DI+RIMODULAZIONE+DELLE+MISURE+CONTENITIVE+NEL+SETTORE+SCOLASTICO.pdf/8d3ca845-d7a7-d691-ec78-1c1ac5e5da53?t=1590689741359

Considerazioni post lock down

… non dico che non si debba andare in giro per negozi e locali…
ma perché evitare di farlo in sicurezza vanificando i sacrifici di mesi?

Da una parte c’è chi rischia la vita per salvare la nostra … dall’altra chi mette al primo posto la sosta nei locali senza rispettare le norme di sicurezza, mettendo così in difficoltà anche i gestori degli esercizi  commerciali

Navigare tra i libri e le parole

Leggere:tutti organizza per la Giornata Mondiale del Libro una diretta streaming dalle 10:00 alle 20:00 con scrittori, attori e registi

Da 10 anni il mensile Leggere:tutti organizza “Una Nave di Libri per Barcellona” in occasione della “Festa di San Giorgio, i libri e le rose” che si tiene nella città catalana il 23 aprile, Giornata Mondiale del Libro. A causa del Coronavirus nel 2020 non avrà luogo la traversata verso Barcellona con la Nave, ma si potrà comunque “Navigare tra i libri e le parole”.
Leggere:tutti ha chiamato tutti coloro che sono stati, o sarebbero stati nel 2020, protagonisti sulla Nave di libri a partecipare a un grande evento in diretta per tutta la giornata di giovedì 23 aprile con interventi, presentazioni di libri, esibizioni musicali e performance teatrali che si svilupperanno intorno a tre parole: “Cooperazione, Solidarietà, Gratitudine” Annalisa Nicastro, Sergio Auricchio, Sandro Capitani, Luisa Sodano, Bruno Gambacorta, Gianni Zagato coordineranno gli incontri tramite Skype e canale YouTube con Eraldo Affinati, Viola Ardone, Paolo Ambrosini, Antonio Aprile, Allegra Bartalucci, Olivia Belli, Renato Bernardi, Annarita Briganti, Valerio Calzolaio, Massimo Carlotto, Ascanio Celestini, Katia Colica, Claudio Damiani, Maurizio de Giovanni, Stanislao de Marsanich, Oscar di Montigny, Antonello Giannelli, Pietro Greco, Giordano Bruno Guerri, Veit Heinichen, Mimmo Locasciulli, Pierluigi Lopalco, Gino Manfredi, Stefano Mantegazza, Giusy Mantione, Giuseppe Marchetti Tricamo, Melania Mazzucco, Peppe Millanta, Carlo Ottaviano, Fabrizio Paterlini, Telmo Pievani, Plutonium Baby, Roberto Riccardi, David Riondino, Eugenia Romanelli, Valerio Rossi Albertini, Carlotta Rondana, Donald Sassoon, Gaetano Savatteri, Silvia Scapinelli, Maurizio Serra, Peppe Servillo, Marco Spagnoli, Simona Sparaco, Emanuele Trevi, Valerio Varesi, Andrea Vitali, Massimo Zamboni, Giorgio Zanchini, Voci nel Deserto.

Gli autori potranno rispondere a domande da far pervenire attraverso mail, Whatsapp e Whatsapp Audio.

Come partecipare: Info sul sito www.leggeretutti.it
Inoltre inviando una mail a info@leggeretutti.it si riceveranno aggiornamenti e variazioni del programma, sarà possibile prenotare copie dei libri con dedica degli autori e chi vorrà riceverà in omaggio l’ultima copia di Leggere:tutti in formato digitale.
Contatti Leggere:tutti: tel. 06.44254205, info@leggeretutti.it https://leggeretutti.eu/giornata-mondiale-del-libro/

https://www.youtube.com/channel/UCFM7SPriIxEjiAqCw08oTsQ

Lo Studio Medico augura una serena Pasqua e ….anche se lontani vi siamo vicino….a presto

In questo mento di emergenza, la nostra interdisciplinarità si nota anche in questo messaggio. Siamo distanti, ma siamo vicini. Siamo vicini all’utenza e torneremo più forti di prima a risolvere i vostri problemi.
Un caro saluto e un abbraccio alle mie pazienti.

La dottoressa Ornella Pellicone

Eea e la volpe

Da quando abbiamo scoperto la cura per il cuoricino di Eea, lei ha cominciato a dormire più a lungo la notte. Immancabile però è il suo risveglio alle 5 o, comunque, quando fuori è ancora buio. Così, prima dell’alba, è previsto un giretto in giardino. Da alcuni giorni qui da noi c’è una novità: una volpe. La volpe,  temeraria e forse un tantinello curiosa, si avvicina molto ad Eea …  ed Eea, temeraria anch’essa, puntualmente cerca di correre verso la volpe senza però riuscirci perché non la lasciamo mai libera quando è in giardino. Se fosse libera di andare dove meglio crede, certamente si lancerebbe alla ricerca di tutti i mici del circondario con conseguenze ben prevedibili e spiacevoli.

Appena la luce del giorno illumina tutto, la volpe scompare ed Eea, una volta tornata in casa, comincia a cercarla guardando fuori.

Ha così inizio (anche) per lei la piacevole attesa di un nuovo incontro.

Non fermiamo la solidarietà

Questa è un’occasione per trasformare un’emergenza in una gara di solidarietà. 🤝
Cambiamo il modo di vedere e di pensare. 👀💡
Non sono più “io ho paura del contagio”😱 oppure “io me ne frego del contagio”🤣, ma sono IO che preservo l’ALTRO. ❤

Io mi preoccupo per te.🙎‍♀️ ❤ 🙎🏻‍♂️
Io mi tengo a distanza per te. 🗣️. …. 👤. …. 👥
Io mi lavo le mani per te. 🤲
Io rinuncio a quel viaggio per te. 🚘🚡🚝✈️
Io non vado al concerto per te. 🎹🥁🎷🎺🎸🪕
Io non vado al centro commerciale per te. 🏢🛒🛒🛍️🛍️
Per te. ❤
Per te che negli studi medici e negli ospedali aiuti i malati. 👩🏻‍🔬. 👨‍🔬. 🏥.
Per te che sei dentro una sala di terapia intensiva. 🛏️. 🛌
Per te che sei anziano e fragile, ma la cui vita ha valore tanto quanto la mia👩‍🦯👨🏽‍🦯👩🏻‍🦽👨‍🦽
Per te che stai lottando con un cancro e non puoi lottare anche con questo. 💊💉🩸
Io spero che in #ItaliaNonSiFermi la solidarietà. 🤝

Facebook ricorda

Licia Cianfriglia ha condiviso un ricordo —

24 marzo alle ore 20:38 · Era il 2015 … il 24 marzo 2015. In ANP discutevamo di curricolo digitale con tanti autorevoli amici esperti…si riconosco in foto.

Linda Isabella Lidia Giannini Licia, grazie per aver condiviso questo ricordo. Mi si vede poco, solo i capelli e la mano con i figli condivisi con Roberto Maragliano … ma l’importante è aver fatto parte del gruppo digitale-anp

www.curricolodigitale.it

Licia Cianfriglia: Linda Isabella Lidia Giannini qui si vede anche Daniele Barca…proprio un gruppo top!

Volendo… c’è sempre qualche cosa da fare

• indossa abiti 🧥🥼👚👕👖👔👗👙👘che ti fanno stare bene
• truccati💄💋👄👀, se ti fa piacere
• ascolta la musica🎧🎼
• canta 🎤
• rilassati 🧘‍♀🧘🏻‍♂
• leggi libri, poesie📚📖
• scrivi ✍su un diario 📕 pensieri, poesie, progetti, sogni..🧸
• invia lettere 📤📭 e leggi quelle che ricevi 📥📬
• disegna🎨🖼
• lavora🖥💻📱 💼da casa🏬
• viaggia con la fantasia 🚠🚆✈🎇
• aiuta come puoi chi ha bisogno 🏥
• raggiungi a distanza, persone care e conoscenti 📲🖥
• prenditi cura 💕💞di ciò che hai intorno: persone👩‍👩‍👦‍👦, animali🐶🐱🐤🐡, piante 💐🌹🌺, cose🧺
• gioca 🤹‍♀🤹🏻‍♂
• fa attività fisica 🏋🏻‍♀🤸🏼‍♀
• seleziona informazioni 📃📄📰veritiere e condividile➿
• vedi films🎞 📺divertenti e rilassanti
• 💕 💑👩‍❤‍👩💏👩‍❤‍💋‍👩.
• vivi 🎀

Linda

PS chi lo desidera, può aggiungere altri suggerimenti. Linda

Facebook ricorda

19/03/2012 – 19/03/2020 Pinocchio 2.0 social

Stefania Manca
27 marzo 2012 ·  Visibile sul diario Ecco un articolo apparso nella pagina Cultura e Spettacolo de La Provincia di Como il 19 marzo 2012, cui vengono riportati alcuni stralci di una mia intervista telefonica sui SN e l’ultimo numero di TD dedicato al tema (per leggere il pdf intero: http://www.descrittiva.it/calip/1112/como-provincia2012.pdf, grazie a Linda Giannini!). — con Linda Isabella Lidia GianniniMaria RanieriFabio LositoSanti ScimecaStefania CucchiaraIsabella BruniNadia Sansone e Beatrice Ligorio

Pensieri dopo una breve passeggiata con Eea

14/03/2020 Eea ha bisogno di uscire, i suoi rientrano tra i bisogni irrinunciabili che consentono, in questo periodo, di varcare, anche se per poco, la soglia di casa. C’è stata, dunque, anche ieri una breve passeggiata con lei, qui, nel quartiere. Emozionante è stato vedere e sentire aria di festa provenire dai balconi. Nessuno in strada, ma tutte e tutti disposti a ricambiare saluti a distanza ed a cantare. Tra le canzoni ascoltate… Volare (di Modugno), Felicità (di Romina e Albano) … No. Non mi sono sentita triste. Il mio umore è stato accompagnato dalle bandiere tricolore o arcobaleno svolazzanti tra i palazzi e i disegni colorati recanti sempre la medesima speranza: ANDRA’ TUTTO BENE. Non ho fatto foto né video, perché voglio conservare così il ricordo di questi giorni, un po’ come ricordo con affetto le corse con i pattini durante il periodo dell’ Austerity (1973). Linda

https://twitter.com/OperaNational/status/1237757165135368193?fbclid=IwAR1_shCIxEdssZevTCHcfdp3rfNXbUk7rfnWzbrZEXKqYLVjtnIBMcdCEYg

Proposta per chi si lamenta

14/03/2020: a chi si lamenta perché a molti di noi è stato chiesto di restare in casa, propongo di rivolgere un pensiero a chi, nel nostro Paese, per garantire la nostra sopravvivenza, a casa non po’ stare… ed a chi vive in altre nazioni e viene considerato sacrificabile in nome dell’economia. Linda

https://www.repubblica.it/esteri/2020/03/13/news/coronavirus_il_60_dei_britannici_dovra_contrarre_il_covid19_per_sviluppare_l_immunita_di_gregge_-251163099/

Iniziativa della farmacia di Via Milano LT

Abbiamo potenziato il SERVIZIO A DOMICILIO soprattutto per le persone anziane, gli immunodepressi e i pazienti con più patologie. 🚚 ➡️ Ricordiamo la possibilità di inviarci una mail con in allegato le prescrizioni mediche all’indirizzo : farmacia.morbellalatina@gmail.com. 🖥 Faremo in modo di lavorarle nel più breve tempo possibile e di consegnarvele A DOMICILIO. #consegnaadomicilio#farmacia#consegnafarmaci#servizi#farmacisti#iorestoacasa#andratuttobene#noirestiamoinfarmacia#latinacittà

I consigli di Muso a Muso

IL TUO CANE PERDE PELI IN CASA? GUARDA IL VIDEO, ABBIAMO LA SOLUZIONE !!!

IL TUO CANE PERDE PELI IN CASA? GUARDA IL VIDEO, ABBIAMO LA SOLUZIONE !!!

Il Tuo Cane sta Perdendo Pelo per Tutta Casa? 😱🐕Guarda il video, Abbiamo la soluzione !!!Tranquilla, se hai un cane a Pelo Medio-Corto è normale che stia perdendo pelo… in questo periodo sta cominciando la Muta. Nel video ti spieghiamo esattamente Passo Passo quello che devi fare per non ritrovarti casa piena di peli 😁 Il periodo della muta è sempre più prolungato a causa delle temperature altalenanti e con le temperature alte dei giorni scorsi abbiamo notato che hanno anticipato la muta. Aiutalo a togliersi il cappotto invernale che altrimenti può causargli dermatiti e può essere un rifugio per pulci e zecche che in questo periodo stanno iniziando a ripopolarsi. Guarda il video fino alla fine e scopri gli strumenti e le tecniche per salvare il Pelo del tuo Cane ⤵️

Pubblicato da Muso a muso su Mercoledì 1 aprile 2020

by Ambulatorio Veterinario Gottaldi

Via Legnano, 51 Latina 0773 480695

by Ambulatorio Veterinario Gottaldi
Buonasera a tutti.
Data la situazione di emergenza che ci vede tutti unitamente coinvolti, ho deciso di mettermi a disposizione per visite e assistenza domiciliare per tutti coloro che non ritenessero opportuno raggiungermi in Ambulatorio. A tali interventi domiciliari NON VERRA’ assolutamente applicata alcuna maggiorazione tarifarria.
Per usufruire del servizio sarà sufficiente contattarmi per un appuntamento. Sarà mio impegno adottare ogni misura di sicurezza per prevenire rischi.
Lo svolgimento dell’attività ambulatoriale resterà comunque invariato.
Grazie mille,
D.ssa Maria Cristina Gottaldi

CORONAVIRUS  IN QUARANTENA CON CANE E GATTO: ALCUNE RACCOMANDAZIONI

Voglio a tale scopo fare un po’ di chiarezza, riportando alcune notizie da fonti sicure ed accreditate. Ad oggi non c’è alcuna evidenza scientifica che gli animali domestici possano trasmettere il virus Covid-19 ai loro proprietari. Nessun animale inoltre ha sviluppato i segni clinici della malattia.

Alcune raccomandazioni:

  • La convivenza con cane e gatto può essere un’ottima fonte di maggiore benessere e tranquillità. Via libera a carezze, coccole e abbracci che sono ritenuti anche curativi per l’umor di tutti i componenti della famiglia, adulti, anziani e bambini;
  • Controllate il libretto sanitario del vostro “amico”, alcune vaccinazioni si possono rimandare in questo periodo di distanziamento, ma NON quelle contro LEISHMANIOSI e LEPTOSPIROSI
  • Gli ambulatori sono aperti per le cure necessarie ma gli ingressi sono regolati e scaglionati, quindi telefonate per chiarimenti ed eventuali appuntamenti;

Cosa si deve fare al ritorno della passeggiata??

  • Le zampe di fido NON trasportano il COVID-19 in casa. Però per strada si sporcano ed è buona regola pulirle usando apposite salviette detergenti per la pulizia degli animali, oppure acqua e sapone.  NON vanno usati sgrassatori detergenti, ALCOOL o disinfettanti di altro genere che possono irritare la pelle ed essere tossici per il cane e/o gatto che tenderà a leccarsi (MAI USARE CANDEGGINA!!!!!!!!)

Fiaba africana

da una segnalazione dell’amica Annita De Carli (Roma):

Durante un incendio nella foresta, mentre tutti gli animali fuggivano, un colibrì volava in senso contrario con una goccia d’acqua nel becco.
“Cosa credi di fare?” gli chiese il leone.
“Vado a spegnere l’incendio!” rispose il piccolo volatile.
“Con una goccia d’acqua?” disse il leone con un sogghigno di irrisione.
Ed il colibrì, proseguendo il volo, rispose: “Io faccio la mia parte!”.
Ognuno di noi può fare qualcosa – nei limiti della disponibilità di tempo libero, di denaro, di propensione – per aiutare i nostri amici con la coda.

02/04/2020: perdonate, ma tutto questo sacrificio non lo vedo. Penso che possiamo tentare di fare tesoro di questo periodo cercando anche di impegnare al meglio il nostro tempo. Salvo che non ci siano conflitti in famiglia o persone in pericolo di vita, ci viene offerta una occasione unica: sta a noi non sprecarla.

Libri gratuiti: oltre 20 milioni di testi

INTERNET ARCHIVE: questo è il link che vi rimanda al database generale. Si possono attivare dei filtri per cercare in base all’anno di pubblicazione, alla lingua, all’autore e alle collezioni.
INTERNET ARCHIVE Books to Borrow: con quest’altro link si accede ad un’area fornitissima, anche qui piena di libri in italiano, da dove prendere in prestito, dunque gratuitamente, sul proprio device un libro per 15 giorni.

RosaDigitale 2020

In qualità di co-referente per il Lazio di RosaDigitale, invito a partecipare dal 2 marzo al 30 aprile 2020. [per maggiori informazioni clicca qui per accedere al sito ufficiale]

In tutta Italia e all’estero, dal 2 Marzo al 30 Aprile 2020, si svolgerà la quinta edizione de “La settimana del Rosadigitale” in occasione della giornata internazionale della donna.
Organizzata da Rosadigitale, movimento nazionale senza scopo di lucro per le pari opportunità di genere in ambito tecnologico, è una manifestazione nata come viaggio iniziatico verso l’uguaglianza di genere in tutti i settori della tecnologia.

A titolo esemplificativo istituzioni scolastiche, università, genitori, nonni, imprenditori, fondazioni, aziende di ogni settore tecnologico, organizzazioni, enti o singole persone potranno realizzare -gratuitamente o a pagamento- progetti, conferenze, talk, seminari, laboratori online e/o dal vivo e scegliere liberamente a che fascia di età rivolgerli: bambini e bambine, ragazzi e ragazze, donne e uomini, anziani e anziane.

Gli eventi-petali avranno l’obiettivo di sensibilizzare le persone alle pari opportunità nella tecnologia; potranno ricordare storie ed esempi di donne che hanno fatto la storia nel mondo della tecnologia e/o che tuttora contribuiscono attivamente rendendo la società più innovativa; potranno coinvolgere ogni settore tecnologico: programmazione, robotica, elettronica, web design, web marketing, coding, realtà aumentata, fotografia digitale…


Seguici nei social per tutti gli aggiornamenti!
pagina Facebook https://www.facebook.com/rosadigitale/
gruppo Facebook https://www.facebook.com/groups/1829073760663928/
Twitter https://twitter.com/DigitaleRosa
Instagram https://www.instagram.com/rosadigitale/
LinkedIn https://www.linkedin.com/company/rosadigitale/
Telegram https://telegram.me/rosadigitale

CORONA Study – Popolazione Italiana

Partecipa al progetto di ricerca a cura dell’Università dell’Aquila, in collaborazione con il progetto Territori Aperti – Lo scopo del nostro studio è di valutare l’impatto dell’emergenza COVID-19 sull’adattamento psicologico su tutta la popolazione maggiorenne Italiana.

Questionario: https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSf2XwjFavNwzhNiD6ZQzEpRiIbt6nCdLkmmOuS3l8nnORDHTQ/viewform?fbclid=IwAR3JgT9_XKDm8wyB_Gh1S1NYLLRN89R5AAA9n3ZcqvlBTTIb_5rCzqjbeOQ

Protocolli_sicurezza_COVID-19_it

http://www.salute.gov.it/portale/nuovocoronavirus/dettaglioFaqNuovoCoronavirus.jsp?lingua=italiano&id=228#2

Sintomi

1.Quali sono i sintomi di una persona con COVID-19?

I sintomi più comuni di sono febbre, stanchezza e tosse secca. Alcuni pazienti possono presentare indolenzimento e dolori muscolari, congestione nasale, naso che cola, mal di gola o diarrea. Questi sintomi sono generalmente lievi e iniziano gradualmente. Nei casi più gravi, l’infezione può causare polmonite, sindrome respiratoria acuta grave, insufficienza renale e persino la morte.

2.Quanto è pericoloso il nuovo virus?

Alcune persone si infettano ma non sviluppano alcun sintomo. Generalmente i sintomi sono lievi, soprattutto nei bambini e nei giovani adulti, e a inizio lento. Circa 1 su 5 persone con COVID-19 si ammala gravemente e presenta difficoltà respiratorie, richiedendo il ricovero in ambiente ospedaliero.

3.Quali sono le persone più a rischio di presentare forme gravi di malattia?

Le persone anziane e quelle con patologie sottostanti, quali ipertensione, problemi cardiaci o diabete e i pazienti immunodepressi (per patologia congenita o acquisita o in trattamento con farmaci immunosoppressori, trapiantati) hanno maggiori probabilità di sviluppare forme gravi di malattia.

4.Quali sono le raccomandazioni per le persone più a rischio?

Il DPCM dell’8 marzo 2020 raccomanda a tutte le persone anziane o affette da una o più patologie croniche o con stati di immunodepressione congenita o acquisita, di evitare di uscire dalla propria abitazione o dimora fuori dai casi di stretta necessità e di evitare comunque luoghi affollati nei quali non sia possibile mantenere la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro.

Qualora per motivi di necessità si sia costretti ad uscire dalla propria abitazione portare con sè il modulo di autodichiarazione per gli spostamenti del Viminale.

Scarica:

Modulo autodichiarazione spostamenti del Viminale

5.Quanto dura il periodo di incubazione?

Il periodo di incubazione rappresenta il periodo di tempo che intercorre fra il contagio e lo sviluppo dei sintomi clinici. Si stima attualmente che vari fra 2 e 11 giorni, fino ad un massimo di 14 giorni.

[ Protocolli_sicurezza_COVID-19_it.pdf ]

Coronavirus news

Restare a casa è un comportamento responsabile per tutelare la nostra salute e un atto concreto per aiutare chi è in prima linea per contrastare l’epidemia di COVID-19. In questo periodo è importante che tutti, incluse le persone più giovani e sane, evitino i grandi assembramenti di persone. salute.gov.it ha pubblicato alcune linee guida, consultale per non perdere gli ultimi aggiornamenti sull’epidemia.

http://www.salute.gov.it/nuovocoronavirus?fbclid=IwAR0poOufum6X9juEGPOm8XzrD2dd8UouxgceHX0osI0nVwE5LIWbxBLBLb4